DBS Euroservice Finance

I prestiti di DBS Euroservice Finance

Da ormai qualche anno è evidente come la diffusione delle piccole finanziarie su tutto il territorio nazionale abbia enormemente facilitato la mediazione creditizia a favore dei clienti. In sostanza, chiunque abbia bisogno di richiedere un prestito (e può succedere a tutti in qualsiasi momento) trova ormai molta più scelta e le sue opzioni sono innumerevoli. Infatti, da un po’ di tempo a questa parte le agenzie finanziarie hanno notevolmente espanso i loro servizi andando incontro alle esigenze dei richiedenti, che possono trovare dei servizi molto più specifici e circoscritti rispetto al passato e, di conseguenza, che meglio si adattano alla propria situazione.

Tra questi servizi c’è chiaramente anche il prestito cambializzato, che da anni si è ormai consolidato come una forma di finanziamento personale altamente affidabile e conveniente. Sono dunque moltissimi gli istituti finanziari in tutta Italia, da nord a sud, che erogano questo servizio e offrono anche a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF la possibilità di accedere ad un prestito personale che altrimenti non potrebbero richiedere nelle banche e negli istituti di credito tradizionali.

Dunque, in questo articolo descriveremo i servizi di una finanziaria in particolare, la DBS Euroservice Finance, e spiegheremo perché il prestito cambializzato è così vantaggioso.

Che cos’è il prestito cambializzato?

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente.

Una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo. Sulle cambiali va imposto un bollo e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, poiché, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile, poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Che cos’è il CRIF e perché le banche non erogano prestiti con cambiali?

Si tratta di una domanda molto comune, e la risposta è più complessa del previsto.

Infatti, i prestiti con cambiali non fanno, a dire il vero, parte dei servizi offerti dagli istituti bancari, e non a caso nessuno di essi li pubblicizza. Tuttavia, in via ufficiosa sono molte le banche che ne fanno uso, ma sempre con delle dovute garanzie che dovrete essere pronti ad offrire.

In ogni caso, è necessario recarsi presso una loro filiale e informarsi al meglio, perché gli istituti bancari hanno totale autonomia in merito, i loro servizi possono differenziarsi notevolmente e di conseguenza l’ideale sarebbe verificare in prima persona le condizioni proposte.

Il motivo per il quale le banche non erogano generalmente questa formula è dovuto al fatto che, proponendo altri servizi, non lo trovano particolarmente vantaggioso e cercano chiaramente di evitare al massimo il rischio. Tutte le banche, infatti, fanno uso delle liste del CRIF, un’agenzia con sede a Bologna che gestisce un banca dati contenente informazioni creditizie, in particolare quelle riguardanti eventuali posizioni debitorie dei soggetti censiti. Tra le altre cose, include una lista degli individui cosiddetti cattivi pagatori e protestati. Le banche si servono del CRIF per reperire informazioni finanziarie sui soggetti che richiedono finanziamenti, prestiti o intendono aprire un conto corrente, in modo da verificare la loro affidabilità economica e capacità di rimborsare gli eventuali debiti contratti.

La verità, quindi, è che se hai intenzione di ottenere un prestito cambializzato (soprattutto se sei un cattivo pagatore), la cosa migliore sarebbe di rivolgersi a delle finanziarie minori, che in genere non hanno alcun problema ad offrire queste operazioni ai loro clienti, sia tramite piattaforme online che di presenza.

La DBS Euroservice Finance

Andiamo quindi al vero obiettivo di questo articolo. Come detto, sono davvero molte le piccole finanziarie in tutta Italia che erogano prestiti cambializzati, e tra queste c’è proprio la DBS Euroservice Finance.

Si tratta di un istituto finanziario con sede a Laterza, in provincia di Taranto, in via Via S. Francesco d’Assisi 30. L’agenzia è originariamente nata per operare nel campo assicurativo, ma ormai da diversi anni si dedica anche al settore finanziario. È infatti specializzata nell’erogazione di prestiti personali a dipendenti, autonomi e pensionati, così come in cessioni del quinto e altri tipi di finanziamento.

La DBS Euroservice Finance include tra i suoi servizi anche il prestito cambializzato. In particolare, tratta prestiti fino ad un massimo di 50.000 euro a tutte le categorie professionali, anche a cattivi pagatori e protestati, in quest’ultimo caso con la sola condizione che il protesto non abbia riguardato proprio un precedente pagamento con cambiali.

Si tratta, in definitiva, di una piccola finanziaria particolarmente attiva sul territorio, con una squadra di consulenti preparata e paziente. Per richiedere un prestito cambializzato basterà recarsi presso la sua sede e compilare il modulo presentando la documentazione richiesta, che non sarà molta. In genere, bisognerà presentare un codice fiscale e un documento d’identità validi, una copia del Tfr nel caso di dipendenti, del CUD nel caso di autonomi o del cedolino se si è pensionati.




Contatto

    Your email will not be published. Name and Email fields are required.