Prestito senza garanzie: come ottenerlo

Almeno una volta nella vita ti è capitato di volere qualcosa ma hai notato di non potertela permettere a causa del prezzo? Se hai voluto effettuare un investimento ma non avevi abbastanza soldi per farlo e quindi ti sei visto sfuggire una grande opportunità sotto ai tuoi occhi avrai pensato sicuramente a richiedere un prestito.

Ormai ottenere un prestito è diventata una vera e propria impresa, se non hai mai provato a richiederlo ti spiego perché dico questo. Nel momento in cui richiedi un prestito la banca ti chiede il CRIF cioè un documento che analizza le tue posizioni creditizie e debitorie. Se da questo documento emerge che sei un buon debitore potrai avere il tuo prestito dalla banca viceversa no.

Quindi a nessun dipendente bancario interessa la tua situazione soggettiva e le tue motivazioni personali.

Spesso le persone per trovare una soluzione a questa soluzione si rivolgono a degli strozzini. Gli strozzini non richiedono nessuna garanzia ma ti impongono un tasso di interesse elevatissimo. Si chiamano strozzini proprio perché la loro azione è una strozzatura nei tuoi confronti.

Ecco perché tra le due situazioni io ti propongo la mia tipologia di prestito che è la situazione migliore perché prende i vantaggi sia di una che dall’altra parte.

Caratteristiche della mia tipologia di prestito

Ti parlo di “mia” tipologia di prestito, proprio perché nessuno ti proporrà mai qualcosa di simile e di così conveniente. Io offro un prestito cambializzato senza garanzie. Quindi per il prestito così come avviene per le banche mi puoi versare delle cambiali ogni mese per ridarmi indietro i miei soldi; e come uno strozzino non ti chiedo nessuna garanzia ma il mio tasso di interesse è ragionevole, proprio perché sono un prestatore privato italiano serio.

Quindi se vuoi un prestito da un privato, cambializzato, senza anticipi hai trovato la persona giusta. Non ti chiederò ti anticipare nessun costo, proprio perché a me interessa solamente offrirti il servizio migliore. Ti offro un prestito cambializzato privato, questo significa che è un accordo tra me e te, non ci sarà nessuna banca o ente creditizio intermediario fra di noi.

Io posso fornirti la liquidità di cui necessiti in poche ore, al massimo un giorno ed in qualunque zona di Italia. Con qualunque zona di Italia intendo indistintamente dal nord, al sud, non devi avere alcuna preoccupazione, ti raggiungerò per prestarti i soldi in qualsiasi città ti trovi.

Ottieni prestiti con cambiali tra privati

Quante volte in questo periodo di grande crisi avrai detto “ho bisogno di soldi“? Più di un milione di persone in Italia è nella stessa situazione. Ti capisco e so bene come vivono le persone che hanno bisogno di soldi, è come avere un macigno sulle proprie spalle e si cerca in qualche modo di levarselo di dosso.

Ogni giorno mi contattano migliaia di persone che mi chiedono aiuto, mi dicono che si sono stancati degli atteggiamenti delle banche e degli istituti di credito. Io li capisco, come dare torto a queste persone, nessuno ti aiuta nella società se non hai niente da dare in cambio. Non sono più sufficiente neanche le promesse e la credibilità di una persona, le banche vedono solo i dati.

Se i dati dicono che non dovrai avere il prestito, non lo riceverai. Puoi essere anche la persona più buona del mondo, ma tutti gli istituti di credito agiscono in questo modo.

Ecco perché i prestiti con cambiali tra privati stanno prendendo sempre più piede. I privati infatti valutano più soggettivamente le condizioni e le motivazioni di chi richiede un prestito quindi molto spesso sono più propensi a concederlo.

Io offro un servizio di prestiti cambializzati tra privati a domicilio, quindi questo significa che in poco tempo, poche ore, riuscirai ad ottenere il denaro in prestito che hai sempre cercato.

Prestiti cambializzati senza garanzie

Hai capito bene, non ti chiedo nessuna garanzie, niente di niente. Puoi avere una proprietà, zero o dieci a me non cambia nulla, puoi avere uno stipendio o meno per me è lo stesso. Il tasso d’interesse lo decideremo insieme, in modo tale che tu non ti trovi in difficoltà per pagarlo. I soldi li riceverai in poco tempo sia se li vuoi liquidi che online, infatti offro prestiti con cambiali tra privati online. 

In qualsiasi parte d’Italia ti trovi potrai quindi ricevere il tuo prestito, la tua liquidità. Il mio prestito è cambializzato quindi potrai rimborsarmi mese per mese con il versamento di cambiali.

Non ti chiedo nessuna spesa anticipata e non riceverai nessuna sorpresa. Decideremo insieme come accordarci e verrà rispettato quell’accordo sia da parte mia che da parte tua. Questo prestito si basa su un rapporto di fiducia reciproca. Io ti prometto che non deluderò la tua, tu d’altro canto vorrei che mi promettessi la stessa cosa. Non hai ulteriore tempo da perdere.

Prestiti privati urgenti senza nessuna garanzia

Hai bisogno immediatamente di denaro, non sai dove trovarlo o da chi fartelo prestare? Molte persone si trovano nella tua stessa situazione. Le persone richiedono prestiti per diversi motivi, come: acquistare una macchina, pagare l’affitto, effettuare un investimento, pagare le bollette e così via. Ci sono però delle situazioni in cui si ha una necessità urgente di soldi e nessuno è disposto a prestarli. Se ti trovi in questa situazione e non sai come fare per ottenere un prestito, forse questo articolo ti potrà essere molto utile e ti cambierà la vita.

Se ti sei stancato di tutto il sistema bancario e nessun amico o parente è disposto a prestarti soldi o sei tu che non vuoi chiederli a persone a te care, io sono la persona adatta per te.

Se cerchi prestiti tra privati urgenti senza garanzie, ho una soluzione per te. Non hai garanzie da mostrarmi? Credi che mai nessuno effettuerà un prestito nei tuoi confronti senza analizzare le garanzie che metti a disposizione? Ti sbagli di grosso, io offro proprio questo servizio. Offro un prestito cambializzato senza richiederti nulla, nessuna spesa anticipata e nessuna garanzia.
] Ti spiego meglio come funziona:

  • Mi comunichi quanto denaro ti serve;
  • Ci accordiamo sul tasso d’interesse: questo sarà ragionevole in modo tale che tu lo possa pagare;
  • Effettuo questo prestito nei tuoi confronti che può essere anche cambializzato: puoi rimborsarmi attraverso delle cambiali, quindi mese per mese.

Interessante vero? In migliaia di persone mi contattano ogni giorno perché cercano prestiti da un privato in giornata e vogliono soldi liquidi.

Tempistiche e differenze con una banca

L’erogazione del prestito può avvenire sia attraverso i canali online che attraverso denaro liquido. Per quanto riguarda le tempistiche sono poche ore o al massimo un giorno di tempo.

Effettuo questi prestiti in qualsiasi zona d’Italia da Roma a Milano, da Milano a Torino, in tutto il sud Italia indifferentemente, non ci sono problemi.

Le differenze con una banca sono molteplici. La prima differenza evidente è che la banca ti richiede molte garanzie mentre io nessuna. La seconda differenza è che se sei stato segnalato o sei considerato un cattivo debitore la banca non erogherà il prestito mentre a me non interessa, lo erogo in tutti i casi.

Per me è importante che tu ricambi la fiducia che io sto ponendo in te, sono l’unico che effettua un servizio di questo tipo in Italia.

Prestiti privati da un italiano senza garanzie

Pensi sempre più spesso che hai bisogno di soldi ma non sai a chi chiederli in prestito. Hai bisogno di soldi per diverse ragioni, per effettuare un investimento o semplicemente coprire i costi a cui devi adempiere. Ti parlo in questo modo perché ogni giorno migliaia di persone mi dicono queste cose. Offro un servizio unico che mi permette di collegarmi con molte persone ogni giorno e di aiutarle. Sempre più spesso riceviamo tante richieste da parte degli utenti, questi alcuni esempi: cerco un prestito urgentemente da un privato o cerco un privato italiano serio che presta soldi senza anticipo. Ci capita spesso di ricevere queste richieste e quindi io, con piacere, cerco di aiutare il maggior numero di persone possibili.

Se ti stai chiedendo chi sono, ti rispondo subito. Quando ho capito che molti italiani avevano difficoltà a richiedere un semplice prestito in banca o in un istituto di credito perché questo non veniva erogato, ho capito che dovevo fare qualcosa, dovevo agire per poter offrire un’alternativa valida. Ho parlato con persone che mi avevano detto che avevano ricercato un prestito da un usuraio in un’ora senza busta paga, persone che avevano bisogno di soldi immediatamente.

Ho capito quindi che la maggior parte delle persone che vogliono soldi in prestito si scontrano con due problematiche:

  • Garanzie: non hanno mai abbastanza garanzie da dare all’istituto bancario. Garanzie come ad esempio proprietà o un contratto a tempo indeterminato o beni di valore;
  • Tempistiche: la maggior parte delle persone che richiede un prestito lo vuole immediatamente.

Perché il mio prestito è differente dagli altri

Alla prima problematica, quella relative alle garanzie richieste, io ho trovato una soluzione: non richiedo nessuna garanzia, così non avrai alcun problema.

Per quanto riguarda invece le tempistiche, la mia soluzione è quella di erogarti il prestito nel più breve tempo possibile, al massimo in un giorno.

Quindi questo è un servizio di prestiti tra privati sicuri in giornata. Il mio prestito è cambializzato, questo significa che potrai versarmi ogni mese una cambiale per ripagarmi del prestito che ho effettuato nei tuoi confronti.

Decideremo insieme in relazione alle tue problematiche anche il tasso di interesse. Potrai ricevere i tuoi soldi in qualsiasi zona d’italia e sopratutto puoi decidere se li vuoi liquidi o online attraverso un versamento.

Non perdere tempo nella ricerca di istituti bancari che ti possano concedere il prestito che desideri, rivolgiti a chi ti può aiutare davvero.

Soldi in prestito subito: come ottenerli

Se in questo periodo di forte crisi hai pensato almeno una volta che hai bisogno di soldi ma non sai come ottenerli non sei l’unico. Secondo i dati Istat le persone in difficoltà finanziarie in Italia sono più di un milione. Ogni giorno riceviamo messaggi di aiuto da parte di persone che vogliono cambiare la loro vita in meglio o semplicemente sopravvivere. Si parlo di sopravvivenza, perché la società con le sue regole molte volte non permette neanche quella.

Ora si avvicina anche il periodo natalizio e delle festività, e quanto è triste non potersi permettere un regalo ad un caro famigliare, oppure di mettere un piatto a tavola il giorno di natale. Molti italiani si trovano in questa situazione però nessuno pensa ad aiutare concretamente queste persone. Le banche non valutano i problemi di ognuno, trattano gli uomini come delle semplici macchine, ci sono coloro che possono ricevere un prestito e gli altri che non possono.

Ogni giorno, sopratutto negli ultimi tempi sto ricevendo molti messaggi da molte persone ormai esasperate, le capisco; anche io se fossi nella loro situazione, che non è delle migliori, lo sarei. Mi dicono “ho bisogno di soldi aiutatemi” “mi servono soldi entro domani“, io da privato italiano serio faccio del mio meglio per aiutare queste persone.

Cosa offro: prestiti senza garanzie

Mi sono stancato di vedere persone che cercano sui motori di ricerca frasi come queste: “cerco usuraio per prestito immediato“. Il rischio è quello di trovare qualcuno che effettui delle truffe o delle frodi, molti di questi chiedono anche delle spese anticipate.

Per cambiare parte della società in cui vivo ho pensato di offrire a chi ne avesse bisogno un’altra tipologia di prestito. A differenza di un usuraio che ti offre un prestito con un tasso di interesse molto elevato approfittandosi della tua situazione, io ti erogo il denaro con un tasso di interesse deciso insieme.

Non ti chiedo nessuna garanzia, sono un privato serio e non voglio giudicarti solo in relazione a ciò che possiedi o non possiedi, non sarebbe giusto, per quello ci pensano le banche.

Il mio prestito è anche cambializzato quindi ogni mese puoi versare delle cambiali. Può essere erogato in qualsiasi zona di Italia in pochissimo tempo, poche ore o al massimo un giorno.

Posso anche erogarlo online, se ne hai bisogno. Passa un Natale sereno con la tua famiglia e non perdere tempo importante.

 

Prestito cambializzato tra privati in tutta Italia

Gli istituti bancari non valutano la persona e le sue problematiche, si limitano semplicemente ad analizzare indici. Se dall’indice emerge che non sei un bravo debitore non riceverai il prestito, è un’equazione tanto semplice quanto triste.

Un ragazzo che è appena assunto non può richiedere un prestito senza dare garanzie, e se non ha un contratto a tempo indeterminato. Un padre di famiglia che ha lavorato per una vita e all’età di 50 anni si trova senza lavoro per un prestito deve dare in garanzia tutte le sue proprietà. Ecco perché sempre più persone hanno deciso di rivolgersi ad altri tipi di prestatori di denaro: i prestatori privati.

Io sono un prestatore privato e presto i soldi in tutta Italia senza richiedere alcuna garanzia.

Cos’è un prestito cambializzato?

Il prestito cambializzato è un prestito personale che viene rimborsato mensilmente attraverso delle cambiali. Io offro un prestito cambializzato a Roma ed in tutte le altre città d’Italia. Quindi nel momento in cui offro un prestito cambializzato a Milano, ad esempio significa che tu mi potrai rimborsare attraverso delle cambiali mensili.

Io NON richiedo nessuna garanzia, non voglio vedere la tua busta paga e non voglio analizzare il tuo patrimonio. Non mi interessa neanche la tua storia personale, credo che siamo tutti uguali.

Il tasso d’interesse è ragionevole e lo decidiamo insieme. Ti faccio un altro esempio, poniamo il caso che sei di Torino: io offro un prestito cambializzato a Torino, quindi significa che dall’oggi al domani o nel giro di poche ore tu puoi ricevere i tuoi soldi. Il prestito me lo puoi restituire mese per mese con l’aggiunta di un piccolo interesse. Non ti rivolgere ad altri che potrebbero inserire un alto interesse che potresti non riuscire a pagare. Se hai bisogno di soldi il mio servizio è il più adatto a te.

Prestito con cambiali senza garanzie

Prestito con cambiali senza garanzie: cos’è?

Prestito con cambiali senza garanzie: cos’è?

Hai mai sentito parlare del prestito con cambiali senza garanzie? Se non sai di cosa io stia parlando e, allo stesso tempo, hai bisogno di un prestito urgente, ti consiglio di leggere questo articolo. All’interno dello stesso, infatti, descriverò in cosa questa specifica tipologia di prestito consista e come e quando richiederlo.

Se quindi hai la necessità di incrementare la tua disponibilità economica, in breve tempo, sei nel posto giusto. In 24h, riceverai la somma di denaro di cui hai bisogno, in qualsiasi posto tu sia.

Cos’è il prestito con cambiali senza garanzie

Il prestito con cambiali senza garanzia, così come lo stesso nome suggerisce, ti consente di ottenere la somma di denaro di cui necessiti senza che tu fornisca alcuna garanzia al privato al quale ti affidi.

Per richiedere questa specifica tipologia di prestito, potrai contattarmi, in qualsiasi momento, anche tramite Whatsapp. Dovrai semplicemente comunicare la somma di denaro che intendi richiedere.

Una volta definita l’entità del prestito, riceverai quanto richiesto nell’arco di 24h al massimo, ovunque tu sia. Non è necessario, infatti, che tu ti muova per raggiungermi, sarò io a farlo, in tutta Italia.

Il servizio di prestito con cambiali senza garanzie, è stato pensato per soddisfare le esigenze di chiunque; come leggeai in seguito, infatti, per accedervi non è necessario il rispetto di alcun requisito specifico.

Cosa significa senza garanzie?

Per comprendere cosa significhi prestito con cambiali senza garanzie, è necessario fare un passo indietro.

Generalmente, quando si decide di richiedere un prestito e ci si rivolge agli istituti finanziari preposti, il richiedente deve produrre una serie di documenti che attestino la sua situazione finanziaria. I dipendenti pubblici, per esempio, devono allegare alla richiesta di prestito una copia delle ultime due buste paga e il CUD; i lavoratori autonomi, invece, la dichiarazione dei redditi e il Modello F24.

La banca, inoltre, procede con ulteriori controlli e verifiche sulla situazione personale del richiedente accedendo, per esempio, al CRIF ovvero il Sistema di Informazioni Creditizie. Su quest’ultimo, compaiono anche le informazioni relative ad eventuali richieste di finanziamento non perfezionate. Se per esempio, hai già provveduto ad effettuare una richiesta e la stessa è stata negata, anche questa informazione sarà inserita nel CRIF. Inoltre, qualora dovessi trovarti in questo caso, devi sapere che non puoi inoltrare una nuova domanda prima che siano trascorsi almeno 30 giorni.

Cosa cambia con il prestito con cambiali senza garanzia?

La lunga premessa del paragrafo precedente, è utile a comprendere, finalmente, cosa significhi garanzia.

Tutto ciò che è stato scritto per gli istituti finanziari, nel caso del prestito con cambiali senza garanzia, non è valido. Per accedere a quest’ultimo infatti non è necessario fornire alcuna documentazione o rispettare specifici requisiti. Chiunque può accedere a questa tipologia di prestito; in ogni caso, quest’ultimo, verrà erogato, anche senza che vi sia una persona che funga, per te, da garante.

Domande frequenti

Ho deciso di dedicare uno spazio di questo articolo alla risposta alle domande che più frequentemente mi vengono poste a proposito del servizio descritto.

Una fra queste è: “se sono disoccupato oppure ho appena perso il lavoro posso richiedere il prestito con cambiali senza garanzia?”. Il servizio in questione, è stato pensato per bypassare gli eventuali ostacoli che potrebbero frapporsi fra te e il prestito di cui necessiti. Come ho più volte ribadito nel corso dell’articolo, tutti possono richiedere il prestito in questione, senza dover fornire alcuna garanzia. Indipendentemente dalla situazione lavorativa in cui ti trovi, il prestito è sempre concesso.

Posso usufruire di questo prestito per acquistare una nuova autovettura?

Anche questa domanda, viene posta frequentemente. Il motivo per il quale intendi richiedere un prestito non è rilevante ai fini dell’erogazione dello stesso. Quando deciderai, infatti, di richiederlo, non dovrai specificarne il motivo ma, solamente, la somma di cui hai bisogno.

Qualora volessi, potresti usare il prestito ricevuto per qualsiasi altro motivo come, per esempio, per:

  • acquistare dispositivi tecnologici come per esempio, il computer, il tablet o il telefono cellulare;
  • acquistare accessori per la casa più o meno costosi (elettrodomestici, impianti robotizzati);
  • per acquistare il tuo nuovo ufficio per il lavoro;
  • per celebrare una ricorrenza per te importante.

Come posso contattarti per richiedere il prestito?

Per richiedere il prestito in questione, è sufficiente contattarmi telefonicamente. Puoi usufruire anche del servizio offerto dall’APP di messaggistica istantanea “Whatsapp“, per inviarmi un messaggio con la tua richiesta.

Quali sono le tempistiche necessarie per l’erogazione del prestito?

Come ho più volte ribadito nel corso dell’articolo, per l’erogazione del prestito con cambiali senza garanzia, non è prevista alcuna verifica o controllo della tua situazione personale e finanziaria. Questo, mi permette di abbattere non di poco i tempi relativi all’erogazione del prestito.

Una volta accordatici rispetto alla somma di cui hai bisogno, nell’arco di 24h, al massimo, potrai beneficiar del prestito richiesto.

Conclusioni

Come avrai avuto modo di leggere nel corso dell’articolo, richiedere un prestito tra privati, con cambiali e senza alcuna garanzia non è solo possibile ma anche facile e veloce. Con anche un solo messaggio di Whatsapp, hai la possibilità di aumentare la tua disponibilità economica in sole 24h.

Prestito con cambiali subito

Prestito con cambiali subito: come e a chi richiederlo

Prestito con cambiali subito: come e a chi richiederlo

Sei alla ricerca di un prestito con cambiali subito, ma non sai a chi richiederlo? Nei metodi di pagamento dei prestiti tra privati, l’utilizzo delle cambiali è ben accetto. Non tutti i servizi di erogazione prestiti sono in grado di offrire un metodo come le cambiali poiché ormai, è sempre meno utilizzato.

Al contrario di ciò che si pensa, richiedere un prestito con cambiali è abbastanza efficiente. Grazie a questo metodo di pagamento, le cambiali permettono al richiedente di un prestito di avere pieno potere esecutivo sui soldi.

Ciò significa che una volta compilata la cambiale, il richiedente del prestito potrà subito incominciare ad utilizzare i soldi prestati. Indipendentemente dalla cifra presente sulla cambiale, si avrà modo di riprendere più velocemente in mano la propria vita economicamente.

Tuttavia, il servizio di prestiti tra privati non è ancora abbastanza conosciuto. Nel corso degli anni, molti pregiudizi falsi hanno rovinato l’immagine di questo servizio. Proprio per questo motivo, in questo articolo, andremo a vedere che i prestiti tra privati permettono grandi opportunità.

Pertanto, è importante parlare di come funziona questo servizio, a chi rivolgersi e tutti i vantaggi di cui potrai godere usufruendo di questo servizio!

I prestiti tra privati: che cosa sono?

Chiedersi cosa sono i prestiti tra privati è una domanda più che lecita poiché non è un servizio ancora abbastanza diffuso. Questa tipologia di servizio è incentrata su un rapporto composto da due persone fisiche: il richiedente e il prestatore. 

Pertanto, parliamo di un servizio di erogazione prestiti ma che si differenzia dalle classiche banche. Infatti, poiché ci sono due persone fisiche, il coinvolgimento di terze parti non è previsto. Questo equivale a dire che né le banche né altri enti finanziari possono intervenire.

In che modo si arriva ad un accordo nei prestiti tra privati?

Al fine di stabilire un accordo in cui valutare diversi aspetti, le due parti si accorderanno in maniera flessibile. Il prestatore, ossia il privato che presterà i soldi, si impegnerà per:

  • Prestareal richiedente la somma da lui richiesta;
  • Far arrivare immediatamente la somma di denaro;
  • Rendere il servizio più flessibile possibile;
  • Non imporre eccessive pressioni sulla restituzione del prestito;
  • Tasso d’interesse facilmente concordabile.

Il richiedente, invece, avrà altri impegni da rispettare in questo rapporto. Tra cui:

  • Specificare l’importo monetario di cui ha bisogno; 
  • Indicare al prestare in che modo vorrebbe ricevere i soldi: contanti o cambiali;
  • Decidere se ricevere il prestito personalmente o tramite consegna; 
  • Stabilire insieme al prestatore un tasso d’interesse che sia conveniente anche per il prestatore stesso; 
  • Impegnarsi nel restituire la somma di denaro, senza rispettare particolari scadenze. 

Insomma, prendere un accordo con un privato è un po’ come quando è un amico o un parente a prestarti soldi. La differenza risiede nell’importanza nel restituire il denaro prestato e aggiungere ad esso, un tasso d’interesse.

Quali sono i vantaggi ricavati da questo servizio?

Come abbiamo detto agli inizi, i vantaggi ricavati da questo servizio sono molteplici. Innanzitutto, i prestiti tra privati sono disponibili a chiunque ne abbia bisogno. Al contrario delle banche, chiunque si senta in difficoltà economica potrà decidere di affidarsi a questo servizio.

Ciò vuol dire che anche coloro considerati “cattivi pagatori” possono richiedere un prestito. Infatti, i privati evitano di fare distinzioni ed etichettare male una persona solo perché ha avuto problemi in passato nei pagamenti.

Se gli errori sono stati commessi in passato, si può sempre imparare la lezione e rimediare. Pertanto, il fatto che una persona abbia commesso dei ritardi nei pagamenti non vuol dire che lo rifarà ancora. Le ragioni potrebbero essere varie, ma sicuramente non perché sia una persona irrispettosa o inaffidabile finanziariamente parlando.

Un altro vantaggio è l’assenza di garanzie da fornire al prestatore. Non ci sarà alcun bisogno che una persona fisica stabilisca, attraverso tuoi documenti personali, quale sia la tua situazione economica. A volte, la verifica di documenti da una persona estranea può risultare un disagio se la condizione economica non è una delle migliori.

In tutto ciò, non dovrai fornire alcun tipo di motivazione per cui necessiti di soldi. Ognuno è mosso da una specifica ragione, come: debiti, mutui, tasse, studi, salute ecc. Sempre per il motivo per cui non c’è un rapporto di confidenza con il prestatore, non si avrà il bisogno di motivare le proprie necessità.

Infine, a differenza delle banche, i tempi di attesa per l’erogazione di un prestito sono abbastanza brevi. A volte, gli intermediari finanziari potrebbero impiegarci anche svariati mesi affinché tu riceva l’importo monetario.

Tuttavia, rispettando le urgenze e le scadenze di ogni richiedente, la somma di denaro richiesta arriverà nel minor tempo possibile. Generalmente, l’erogazione del prestito può avvenire in ventiquattro ore o anche in meno di una giornata. 

Conclusioni

Una volta aver capito insieme cosa sono i prestiti tra privati, potrai osservare come si riescono a distinguere dalle banche. A volte, non è facile avere a che fare con gli intermediari finanziari quando si hanno spese urgenti da affrontare.

Proprio per questo motivo, potresti rivolgerti ad un servizio di prestiti tra privati. Così facendo, risolverai ogni difficoltà economica nel minor tempo possibile e con più serenità!

 

 

 

privato presta soldi con cambiali

Come trovare un privato presta soldi con cambiali

Come trovare un privato presta soldi con cambiali

Se desideri trovare un privato presta soldi con cambiali, sei capitato nel posto giusto! Al giorno d’oggi, il servizio di prestiti tra privati è abbastanza comune. Tuttavia, esiste una percentuale di persone che ancora non sono a conoscenza di come funziona questo servizio.

Per chi non lo sapesse, i prestiti tra privati non sono altro che un rapporto composto da due persone fisiche. Al contrario delle banche o di altri enti finanziari, un servizio come questo si dimostra più vantaggioso.

Il motivo per cui i prestiti tra privati non sono conosciuti da tutti come le banche è per via di alcuni pregiudizi, secondo cui il servizio sia illegale o inaffidabile. In realtà, non è così poiché i privati seri ed affidabili hanno avuto modo di risollevare la vita economica di tantissime persone. 

L’obiettivo di questo servizio è aiutare chiunque si trovi in difficoltà, senza fare distinzioni.

Come agiscono gli intermediari finanziari?

Gli intermediari finanziari fanno più o meno la stessa cosa, ma tralasciando alcune categorie di persone. I primi tra tutti sono coloro che hanno una situazione precaria poiché non li ritengono in grado di saldare il prestito che vorranno richiedere.

La seconda categoria di persone escluse sono coloro che in passato hanno avuto brutte esperienze nei pagamenti. Ad esempio: i ritardi nei pagamenti delle rate di finanziamento. A confermare il loro passato nei pagamenti è un documento chiamato CRIF.

Pertanto, se hai avuto molteplici problemi finanziari, qualunque banca tenderà a rifiutare la tua richiesta di prestito. Infatti, il CRIF è un documento accessibile a qualsiasi banca e nel caso in cui riuscissi ad aggiustare la tua situazione economica, sarà difficile dimostrarlo. Insomma, possiamo dire che l’etichetta del “cattivo pagatore” è quasi permanente secondo il punto di vista delle banche.

Purtroppo, gli anziani sono un’altra categoria quasi esclusa dal richiedere un prestito. Infatti, secondo gli intermediari finanziari, queste persone non hanno bisogno di accedere a larghe somme di denaro. Il motivo è perché avendo già una pensione mensile, non c’è alcun bisogno di richiedere un importante prestito.

Pertanto, le persone anziane sono escluse ma soltanto in maniera parziale. In questo articolo, però, andremo a parlare dell’efficacia che i prestiti tra privati dimostrano.

Il servizio di prestiti tra privati

Insomma, da quello che avrai capito, richiedere un prestito alle banche è piuttosto difficile. Ciò non significa che non sia impossibile, ma se non rientri nelle categorie appena elencate, dovrai fare altro. Infatti, gli intermediari finanziari richiedono eccessive garanzie per accertarsi che tu possa restituire il prestito.

Non tutti dispongono di una busta paga eccellente o di un sufficiente reddito annuale. Questi sono altri motivi per cui le banche sono ancora più convinte di dover rifiutare la richiesta di prestito. Dall’altra parte, le persone che tendono a richiedere un prestito sono proprio coloro che hanno difficoltà economiche.

Di conseguenza, ciò risulta difficile perché in quel caso, né il reddito annuale né la busta paga sono delle migliori. Fortunatamente, esiste il servizio di prestiti tra privati che ti permetterà di trovare persone disposte ad aiutarti.

I punti di forza dei prestiti tra privati

Una valida soluzione è proprio il servizio di prestiti tra privati, che si differenziano totalmente dagli intermediari finanziari. Sicuramente, qualsiasi persona avrà il diritto di rivolgersi a questo servizio. Ciò significa che tutte le categorie di persone sono ben accette, compresi i “cattivi pagatori”. 

La particolarità che più interessa la gente ad interfacciarsi su questo servizio è l’assenza di garanzie. I privati non richiederanno buste paghe né tanto meno verificheranno il tuo CRIF. Poiché parliamo di un rapporto tra due persone fisiche, gli elementi principali sono il rispetto e la fiducia reciproca.

Questo significa che i privati non avranno motivo di capire se tu sia in grado di restituire il prestito, a seconda della tua situazione economica. Tuttavia, è importante prendere insieme un accordo in cui avviserai il privato su quando sarai pronto a restituire la somma prestata.

Insieme alla restituzione, bisognerà aggiungere anche il tasso d’interesse. Anche questo aspetto potrà essere facilmente concordabile, a seconda della tua situazione economica e alle esigenze del prestatore. Ricordiamo, però, che non ci sarà bisogno di effettuare anticipi nella restituzione del prestito.

Inoltre, i prestiti tra privati ti permetteranno di ricevere qualunque somma di denaro di cui hai bisogno. Potrai stabilire tu stesso se sia più opportuno riceverli in contanti o mediante l’utilizzo di un prestito cambializzato. 

Una volta preso l’accordo su come ricevere i soldi, potrai optare se ricevere il prestito tramite consegna per evitare occhi indiscreti. In alternativa, potrai scegliere di incontrare il privato personalmente per avere maggiori conferme.

Sicuramente, a differenza delle banche, non dovrai aspettare troppo tempo per l’erogazione del prestito. Infatti, nei prestiti tra privati, le tempistiche sono abbastanza immediate perché potrai avere i soldi in meno di ventiquattro ore o in giornata stessa. Non ti resta che contattarmi per richiedere un aiuto.

 

prestito urgente con cambiali

Come richiedere un prestito urgente con cambiali

Come richiedere un prestito urgente con cambiali

Non sai come richiedere un prestito urgente con cambiali? Un servizio come quello dei prestiti tra privati sarà in grado di soddisfare questa esigenza. Nonostante i servizi di erogazione prestiti tra privati sia comune, per alcuni esso è un servizio ancora poco conosciuto o svalutato.

Molte persone si chiedono se i prestiti tra privati siano legali, se ci sia bisogno di presentare documentazioni e come bisogna comportarsi nel caso in cui il prestito non venga restituito. D’altro canto, però, il servizio di cui parleremo risulterà più vantaggioso in confronto agli intermediari finanziari.

In questo articolo, andremo a rispondere ai dubbi di queste persone così da capire meglio come funziona il servizio di prestiti tra privati. Se, invece, sei certo di come avvengano i prestiti tra privati, riuscirai a capire meglio che esiste una valida alternativa alle tradizionali banche.

I prestiti tra privati sono legali?

Innanzitutto, è importante sottolineare il fatto che i prestiti tra privati sono assolutamente legali. A chi non è capitato di chiedere un prestito ad un amico o un parente? Almeno una volta nella vita, ci si sarà imbattuti in una situazione economica difficile da gestire.

Tuttavia, se la somma che vorresti ricevere è troppo alta e nemmeno le persone che hai affianco riuscirebbero a supportarla, questa è una soluzione immediata. A prescindere dalla situazione economica che stai vivendo, i prestiti tra privati aprono le porte a chiunque.

La maggior parte delle volte i richiedenti di un prestito sono i lavoratori precari o coloro considerati “cattivi pagatori” dalle banche. Questa etichetta è abbastanza difficile da togliere da dosso, anche se la tua situazione economica dovesse migliorare nel tempo.

Prima di quel momento, qualunque banca rifiuterà la tua richiesta di prestito. Sentirsi in difetto o a disagio per degli errori nei pagamenti in passato non è l’ideale. Dagli sbagli si può sempre imparare ma soprattutto è possibile rimediare.

Nel frattempo, però, hai bisogno di un supporto economico per riuscire a riscattarti. Dunque, un servizio come questo ti consentirà di risolvere qualunque problema economico di cruciale importanza. Se hai bisogno di far fronte a spese inaspettate come multe o bollette, i prestiti tra privati riusciranno ad aiutarti.

Il fatto che il servizio sia accessibile a chiunque ti farà capire che hai ancora qualche speranza. Chiaramente, è anche importante affidarsi a dei privati seri ed affidabili con anni d’esperienza alle spalle. In questo modo, avrai modo di capire che già tante altre persone sono state aiutate e che non sei l’unico.

I vantaggi dei prestiti tra privati: quali sono?

I vantaggi che caratterizzano i prestiti tra privati sono tanti altri ancora. Oltre all’accessibilità del servizio, è importate specificare che nessuno dovrà presentare documentazioni. Da questo punto di vista, possiamo dire che il servizio è privo di garanzie a differenza delle banche.

Ed è per questo motivo che i privati non ti giudicheranno se hai commesso dei ritardi passati nei pagamenti. Inoltre, per loro non sarà importante sapere per quale motivo hai deciso di ricorrere al loro servizio. I soldi prestati potranno essere utilizzati nella maniera in cui si ritiene più giusta.

L’immediatezza con cui ricevere il prestito è un’altra nota a favore di questo servizio. Infatti, non dovrai aspettare troppo per ricevere un prestito, indipendentemente dalla somma di denaro. Le tempistiche sono abbastanza brevi poiché puoi ricevere l’importo monetario anche in giornata.

In contanti o con l’utilizzo di un prestito cambializzato, riceverai i soldi nella modalità in cui preferisci: tramite consegna o incontrandoti personalmente con il privato. Nonostante il prestito con cambiali sia ormai poco utilizzato, esso offre eccellenti garanzie.

Questo metodo di pagamento richiede poco tempo per essere compilate e ti permette di avere già da subito pieno potere esecutivo sui soldi. Un altro vantaggio per cui ricorrere ai prestiti tra privati riguarda il tasso d’interesse. Questa percentuale è presente anche quando si decide di rivolgersi ad una banca per un prestito.

Tuttavia, la differenza risiede nel fatto che nei prestiti tra privati, il tasso d’interesse è abbastanza flessibile. Potrai essere libero di arrivare ad un punto d’incontro con il privato per stabilire quale sarà la cifra più conveniente per entrambi.

Non esistono delle scadenze particolarida rispettare nella restituzione del prestito. Ciò non significa che potrai approfittarne e non restituire la somma prestata. D’altronde, parliamo di un impegno che il prestatore prende per concederti i soldi di cui hai bisogno.

Conclusioni

Dunque, un rapporto come quello tra i privati è basato principalmente sulla fiducia e il rispetto reciproco. Il servizio ti permetterà di non aspettare troppo per far fronte alle spese più urgenti e di non rispettare particolari scadenze per restituire il denaro.

Di conseguenza, ciò lascia intendere che non avrai alcun bisogno di effettuare un pagamento anticipato. Se la tua condizione economica non te lo consente, potrai restituire i soldi in qualunque momento desideri.

 

 

prestito cambializzato tra privati

Prestito tra privati con cambiali: come ottenerlo

Prestito tra privati con cambiali: come ottenerlo

Hai appena deciso di richiedere un prestito tra privati con cambiali e non sai come fare? In questo articolo, ti spiegherò, passo dopo passo, come fare per ottenere il prestito di cui hai bisogno.

Sono tantissime le persone che, al giorno d’oggi, hanno bisogno di un prestito; delle volte, però, non è per loro possibile ottenerlo, tramite istituti bancari, a causa degli stringenti requisiti da rispettare. Ciò significa che nonostante l’urgente necessità, i richiedenti non hanno la possibilità di incrementare la loro disponibilità economica e soddisfare le proprie esigenze.

Richiedendo un prestito, con cambiali, tra privati quanto appena detto non può accadere; come verrà spiegato successivamente, infatti, in questo caso, non sono previsti degli specifici requisiti da rispettare. Il prestito richiesto, sarà disponibile, in 24h, ovunque tu sia in Italia.

In cosa consiste il prestito tra privati con cambiali

Il prestito tra privato con cambiali, ti offre l’opportunità di ricevere il prestito di cui hai bisogno nell’arco di massimo 24h, ovunque tu sia. Questo, è possibile dal momento che, non dovendo procedere con il controllo e la verifica di alcun requisito, per accedere al prestito, i tempi necessari alla sua erogazione, sono nettamente abbattuti. Inoltre, non dovrai neppure spostarti per riscuotere il prestito, sarò io a raggiungerti.

Per richiederlo, dovrai semplicemente contattarmi, anche tramite l’applicazione di messaggistica “Whataspp“, una volta stabilita la somma che intendi richiedere. In questo modo, direttamente da casa tua, hai la possibilità di accedere ad un servizio celere e semplice, in grado di garantirti la disponbilità economica richiesta, indipendentemente dalla motivazione sottostante. In questo caso, infatti, il prestito non è “finalizzato”. Qualsiasi sia la ragione che ti abbia portato a chiedere un prestito, non è rilevante ai fini della sua erogazione.

Ottieni il prestito tra privati senza garanzie

Così come ho già ribadito più volte, per ottenere il prestito tra privati con cambiali, non è previsto il rispetto di alcun requisito. Questo, permette a tutti di poter soddisfare le proprie esigenze, indipendentemente dalla propria situazione finanziaria e personale.

Ci tengo a sottolineare questo aspetto dal momento che, visti i requisiti stringenti richiesti dagli istituti finanziari, molti pensano non possano accedere ad un prestito solo perché sprovvisti di un lavoro o perché non hanno un garante con sé, per esempio.

Per chiarire meglio questo concetto, procederò, adesso, con lo spiegarti cosa normalmente avvenga quando si fa richiesta di un prestito presso una banca. In questo caso, i requisiti da rispettare riguardano:

  • l’età del richiedente;
  • posizione finanziaria – generalmente, viene richiesta una documentazione che attesti la propria situazione finanziaria/personale. I lavoratori dipendenti, per esempio, al momento della richiesta devono presentare all’istituto bancario l’ultima o le ultime due buste paga ed anche il CUD. I lavoratori autonomi, invece, devono allegare la propria dichiarazione dei redditi – 730 – ed anche il modello F24. Ai pensionati, invece, è richiesto l’ultimo cedolino;
  • figura del garante;
  • posizione lavorativa.

Inoltre, le banche, prima durante i controlli e le verifiche della situazione del richiedente, consultano i dati inseriti nel Sistema di Informazioni Creditizie CRIF. In quest’ultimo, non solo appaiono i dati sociodemografici riferiti alla persona che ha richiesto il prestito ma anche le informazioni relative ad eventuali precedenti prestiti non perfezionati (richieste rifiutate). Inoltre, le banche, potendo accedere al CRIF hanno anche modo di verificare la tua eventuale iscrizione alla lista dei cosiddetti “cattivi pagatori”.

Tutte queste informazioni, non sono per nulla rilevanti ai fini dell’erogazione del prestito tra privato con cambiali. Non solo non sono rilevanti ma, le stesse, non vengono neppure consultate. Come avrai capito, quindi, si tratta di una tipologia di prestito pensata per essere accessibile a chiunque.

Al momento della richiesta, quindi, l’unica cosa che dovrai fare è comunicare l’entità del prestito che vuoi ottenere.

Perché affidarsi ad un privato

Quanto io ho scritto fino ad adesso è già indicativo del fatto che richiedere un prestito tra privati con cambiali è più conveniente che richiederlo ad un istituto finanziario. Hai già avuto modo di leggere, nel corso dell’articolo, infatti, che in quest’ultimo caso, tutti possono accedere al prestito, a prescindere dalla propria situazione finanziaria.

Non è solo questo il vantaggio di cui voglio parlarti; qualora tu avessi dei dubbi sulla tipologia di prestito da richiedere, per esempio, confrontandoti con un professionista privato, avrai l’opportunità di conoscere tutte le informazioni di cui necessiti per effettuare la scelta migliore. Certamente, affinché questo possa avvenire è certo che bisogna affidarsi ad un professionista con esperienza nel settore. Quest’ultima, infatti, funge da garanzia rispetto alla sua affidabilità e serietà nel lavoro.

Conclusioni

Sono diversi i motivi per i quali puoi aver bisogno di un prestito, anche urgente. Con la lettura di questo articolo, sono sicuro, però, che tu abbia adesso a disposizione tutte le informazioni di cui hai bisogno per accedere al prestito descritto. Con un semplice messaggio Whatsapp, hai l’opportunità di incrementare la tua disponibilità economica in meno di 24h.

Prestiti cambializzati Figenpa

Prestiti cambializzati Figenpa

Prestiti cambializzati presso Figenpa

Negli ultimi anni i cosiddetti prestiti cambializzati si sono diffusi rapidamente in tutta Italia, affermandosi come una solida alternativa rispetto ai tradizionali finanziamenti erogati da banche e istituti di credito. Infatti, i prestiti con cambiali hanno il grande vantaggio di essere accessibili a praticamente chiunque, persino a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF.

La loro principale differenza, rispetto ai normali finanziamenti personali, consiste nel fatto che la somma richiesta viene erogata tramite cambiali, ovvero dei titoli di credito sanciti da un bollo che dovranno essere rimborsati mensilmente fino ad estinzione del debito. In questo modo, è la cambiale stessa, corredata di firma del richiedente e delle date di emissione e rimborso, a fare da garante al pagamento.

Sono ormai moltissime le finanziarie che includono tra i loro servizi anche il prestito cambializzato, con modalità a volte diverse. In questo articolo ci concentreremo in particolare sull’istituto Figenpa, di cui descriveremo i servizi e vantaggi.

Figenpa S.p.a.

L’istituto finanziario Figenpa S.p.a. è nato nel 2004 a Catania, in particolare è ubicato in Piazza Santa Maria della Guardia 3. Da allora si è espanso notevolmente, arrivando a creare una rete capillare formata da 31 agenzie in tutto il territorio nazionale ed una base clienti di oltre 80.000 nominativi. Ha infatti a disposizione un numeroso team di consulenti esperti, che hanno l’obiettivo di interfacciarsi con i clienti trovando le soluzioni che più fanno al caso loro.

Eroga diverse formule per qualunque tipologia di cliente. Si concentra soprattutto su prestiti e finanziamenti pensati per lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. Tra i suoi servizi offre la possibilità di ottenere prestiti personali, prestiti veloci, cessioni del quinto, consolidamento debiti, mutui ed altri tipi di finanziamento.

Inoltre, la Figenpa S.p.a. dispone anche di una piattaforma web molto curata, presso la quale è possibile ottenere maggiori informazioni sulle modalità di finanziamento, fissare un appuntamento e richiedere un preventivo.

Figenpa: quali sono i suoi servizi?

Come detto, presso la Figenpa S.p.a. è possibile richiedere diverse tipologie di prestito. Tra i suoi servizi sono presenti anche alternative accessibili persino a cattivi pagatori e protestati.

I prestiti personali di Figenpa, infatti, possono arrivare fino a 50.000 euro dietro presentazione della busta paga o del cedolino e da rimborsare entro 120 mesi. La particolarità, in questo caso, è che le rate sono opportunamente proporzionate sulla base della propria disponibilità economica, evitando quindi il rischio di mancati pagamenti. Per accedere basta essere maggiorenni, essere residenti sul territorio italiano e possedere una fonte di reddito.

L’agenzia prevede inoltre dei prestiti veloci fino a 50.000 euro e senza garanzie, erogabili pressoché immediatamente e che consentono a pensionati, liberi professionisti, dipendenti pubblici, statali e privati di accedere al credito velocemente, in maniera sicura e senza dover attendere i tempi tipici delle lunghe pratiche burocratiche.

Per i pensionati e i dipendenti, invece, è possibile beneficiare anche della cessione del quinto ed ottenere un somma massima di 75.000 euro da rimborsare tra i 24 e i 120 mesi. Bisogna ovviamente considerare che ciascuna rata da ripagare non può superare il 20% dello stipendio o della pensione, e per attivare il prestito non bisogna fare altro che presentare la propria busta paga o il cedolino.

Figenpa: quali sono i requisiti per accedere ai prestiti?

Come abbiamo visto, la Figenpa non richiede particolari garanzie prima di erogare i suoi prestiti. In ogni caso, presso qualunque finanziaria, sarà sempre necessario presentare dei documenti, che solitamente sono:

  • il codice fiscale;
  • una carta d’identità valida;
  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • utenza fissa intestata o se richiesto certificato di residenza e stato di famiglia;

Oltre a questo, non verrà richiesto null’altro. Tuttavia, in caso di determinati importi o situazioni particolari, l’agenzia potrebbe richiedere l’ipoteca sull’immobile a garanzia del pagamento, ma si tratta comunque di una richiesta abbastanza rara e circoscritta.

Conclusioni

Sicuramente la Figenpa è un istituto finanziario che offre dei servizi particolarmente vantaggiosi e accessibili a chiunque ne abbia bisogno. Dispone di squadra di consulenti esperti ed affidabili, pronti a venire incontro alle richieste dei clienti per trovare la soluzione più adatta a loro.

Inoltre, il loro sito web permette all’agenzia di raggiungere i suoi clienti in tutta Italia, dando a chiunque la possibilità di informarsi adeguatamente sulle modalità dei prestiti che eroga e, eventualmente, di compilare il modulo direttamente online in modo da velocizzare notevolmente i tempi, il che è estremamente utile quando si ha bisogno di liquidità immediata.

 

 

 

 

Prestiti cambializzati Easy Money

Prestiti cambializzati Easy Money

Prestiti cambializzati presso Easy Money

Sono molte le tipologie di prestito e di finanziamento messe a disposizione dalle banche e dagli istituti finanziari. Se ne possono trovare davvero di tutti i tipi e per qualunque individuo. Tuttavia, per quanto ormai gli istituti abbiano fatto grossi passi in avanti verso i loro clienti, non è sempre facile accedere ad un prestito, soprattutto presso i principali istituti bancari.

Infatti, non tutti sanno che qualunque banca fa regolarmente uso delle liste del CRIF, un’agenzia il cui compito è proprio quello di fornire agli istituti che lo richiedono delle liste in cui poter verificare l’affidabilità economica dei clienti. In sostanza, chiunque sia stato segnalato in passato come cattivo pagatore o protestato è presente su quella lista. Ciò significa che, quando si richiede un prestito presso una banca, se si è stati segnalati al CRIF sarà incredibilmente difficile riuscire ad ottenerlo, poiché non si è ritenuti abbastanza affidabili dal punto di vista finanziario.

Questo potrebbe essere un bel problema per molti, ma ci sono delle valide alternative. Infatti, da qualche anno a questa parte, sono sempre di più le piccole finanziarie che si impegnano per espandere i propri servizi anche a tutti coloro che vengono solitamente esclusi dai classici finanziamenti operati dagli istituti bancari.

In questo articolo, ci concentreremo proprio su una di queste, focalizzandoci sui servizi e vantaggi: la Easy Money.

Easy Money Group

La sede principale della Easy Money si trova in Lombardia, in particolare a Brescia in via Valcamonica 11. Negli anni, la sua reputazione nel settore finanziario è notevolmente cresciuta, grazie ad un servizio di consulenza davvero di grande valore e al suo team di esperti al servizio dei clienti.

Offre diverse forme di prestito e finanziamento, adatte a praticamente chiunque ne faccia richiesta: prestiti personali, prestiti veloci, cessione del quinto e, chiaramente, anche il prestito cambializzato rivolto a lavoratori dipendenti, autonomi e persino pensionati.

Per quanto riguarda quest’ultimo, la soluzione offerta dalla Easy Money è incredibilmente vantaggiosa. Per potervi accedere bisogna avere tra i 18 e i 75 anni, essere un lavoratore dipendente (sia privato che pubblico), un lavoratore  autonomo o un pensionato. Non richiede particolari garanzie, e il prestito è rivolto anche a tutti coloro che sono stati segnalati al CRIF perché giudicati cattivi pagatori.

La caratteristica dei prestiti con cambiali operati dalla Easy Money è il fatto che, per quanto il tasso di interesse possa ovviamente variare a seconda dell’importo richiesto, esso rimane fisso e stabile nel tempo e fino all’estinzione del debito.

Tramite il prestito personale cambializzato è possibile richiedere una somma da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 40.000 da rimborsare tra i 24 e i 120 mesi. Va da sé che per gli importi particolarmente ingenti, bisognerà presentare ulteriori garanzie come una polizza fidejussoria, una polizza vita e una polizza che tutela la perdita del posto di lavoro.

Requisiti per ottenere un prestito cambializzato

Ora che abbiamo spiegato le modalità dei servizi offerti dalla Easy Money, possiamo concentrarci sui requisiti. Come detto, i prestiti cambializzati non richiedono in genere particolari garanzie prima dell’erogazione della somma. In generale, presso qualunque finanziaria, sarà sempre necessario presentare dei documenti, che solitamente sono:

  • il codice fiscale;
  • una carta d’identità valida;
  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • utenza fissa intestata o se richiesto certificato di residenza e stato di famiglia;
  • in certi casi l’estratto conto o lista movimenti dei vostri conti corrente degli ultimi 3 o 6 mesi;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Oltre a questo, non verrà richiesto null’altro. Tuttavia, in caso di determinati importi o situazioni particolari, l’agenzia potrebbe richiedere l’ipoteca sull’immobile a garanzia del pagamento, ma si tratta comunque di una richiesta abbastanza rara e circoscritta.

Se disponete di tutti i requisiti, allora potrete fare richiesta per un prestito cambializzato presso la Easy Money. Farlo è semplicissimo!

Basterà recarsi presso la sede e compilare il modulo di richiesta, dove bisognerà chiaramente specificare le proprie generalità e presentare i documenti che vi verranno richiesti. In ogni caso, l’agenzia mette a disposizione una prima consulenza creditizia gratuita e di grande qualità, che vi aiuterà a trovare la soluzione migliore per il vostro caso.

Fatta la richiesta, il denaro richiesto verrà erogato nel giro di pochi giorni lavorativi.

Conclusioni

In definitiva, la Easy Money di Brescia si rivela senz’altro per essere un istituto finanziario molto dinamico e attento ai bisogni dei suoi clienti, forte del suo team di consulenza altamente qualificato e pronto a trovare le formule migliori per soddisfare le esigenze di chiunque ne abbia bisogno.

Si tratta di un’agenzia con diversi anni di esperienza alle spalle ed affidabile, che propone soluzioni valide e piuttosto convenienti.

 

 

Prestiti cambializzati Prestimarket

Prestiti cambializzati Prestimarket

Prestiti cambializzati con Prestimarket

Talvolta, è possibile che si presenti la necessità di disporre di liquidità immediata, per far fronte a spese impreviste o a pagamenti ingenti. In questi casi, è molto comune rivolgersi a delle banche,  degli istituti di credito o delle finanziarie per accedere in tempi rapidi ad un prestito.

Chiaramente, non è sempre semplice trovare l’agenzia o l’istituto più conveniente o che fa al proprio caso. Inoltre, può spesso capitare che la banca alla quale ci rivolgiamo ci neghi l’erogazione di un prestito, perché non ritenuti affidabili o perché segnalati in passato al CRIF (Centrale Rischi Finanziari).

Ecco dunque che in questo articolo vi descriveremo i servizi di una finanziaria che opera in tutta Italia e che offre servizi di qualità, rivolgendosi anche a cattivi pagatori e protestati tramite i prestiti cambializzati, accessibili a chiunque. La Prestimarket è infatti una realtà molto interessante, che sarebbe bene tenere a mente qualora si avesse la necessità di richiedere un prestito o un finanziamento.

Prestimarket e prestiti con cambiali

La Prestimarket è una società finanziaria specializzata in prestiti personali a domicilio. Oltre alle forme di prestito più classico, come quello a dipendenti e pensionati,  cessione del quinto e mutui,  nei suoi servizi sono inclusi anche i prestiti con cambiali.

Questi ultimi consistono in una particolare tipologia di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsato tramite cambiali da pagare mensilmente. Una cambiale, in particolare, è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo.

Ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, poiché, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile,  poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Come funzionano i prestiti a domicilio di Prestimarket?

Come detto, la Prestimarket è specializzata nei prestiti cambializzati a domicilio. Si tratta di una soluzione particolarmente vantaggiosa nel caso in cui si desideri ricevere il denaro richiesto. Solitamente, le banche e gli istituti di credito tradizionali non effettuano questo servizio, e dunque sono società come la Prestimarket a riempire questo vuoto, permettendo anche a chi non è in grado di recarsi in banca per qualsiasi motivo, di richiedere e ricevere un prestito direttamente presso casa sua.

Per richiedere un prestito cambializzato a domicilio con Prestimarket, non bisogna fare altro che collegarsi al sito della società e compilare il modulo direttamente sulla loro piattaforma web indicando ovviamente le proprie generalità e allegando i documenti richiesti. In poco tempo, sarete contattati da un operatore della finanziaria per fissare un appuntamento a domicilio, così che possa guidarvi passo passo fino ad ottenere l’importo richiesto.

I requisiti per richiedere un prestito con cambiali

Dunque, come abbiamo già sottolineato, richiedere un prestito cambializzato presso la Prestimarket è davvero semplicissimo: basta connettersi al loro sito web e in pochi click è possibile inviare un modulo e venire ricontattati da un operatore.

Tuttavia, come in qualsiasi altra finanziaria, anche la Prestimarket richiede dei particolari documenti prima di richiedere il prestito.

Ricordiamo che il prestito cambializzato è una formula di finanziamento che non richiede il controllo del CRIFed è accessibile a tutti, anche a cattivi pagatori e protestati, che dunque rientrano pienamente tra quanti possono fare richiesta.

Oltre a questo, la Prestimarket richiederà, al momento della compilazione del modulo, le seguenti informazioni:

  • nome e cognome;
  • la residenza;
  • un numero di telefono ed una email dove poter essere contattati;
  • la tipologia di impiego svolta, ovvero scegliere tra lavoratore dipendente, autonomo oppure pensionato;
  • il datore di lavoro;
  • la retribuzione netta mensile, un dato essenziale per permettere alla società finanziaria di valutare la vostra richiesta di prestito.

E questo è tutto. Non appena avrete inserito le informazioni richieste e avrete spedito il modulo sulla loro piattaforma web, in poche ore verrete ricontattati da un consulente della Prestimarket.

Conclusioni

In definitiva, la Prestimarket dimostra di essere una società finanziaria altamente professionale e attenta ai bisogni dei suoi clienti. Inoltre, grazie alla possibilità di richiedere un prestito cambializzato a domicilio, chiunque può ricevere l’importo desiderato comodamente da casa, anche cattivi pagatori e segnalati al CRIF.

 

 

Prestiti cambializzati online

Prestiti cambializzati online

Prestiti cambializzati online

I prestiti cambializzati sono ormai una realtà consolidata. Può sicuramente succedere che si abbia immediato bisogno di liquidità per far fronte a una qualsiasi evenienza o imprevisto. Inoltre, bisogna sottolineare che la maggior parte delle volte, a interessarsi ai prestiti con cambiali, come in questo caso, sono individui che purtroppo non hanno accesso a forme tradizionali di finanziamento presso banche o istituti di credito, come i cattivi pagatori e i protestati che sono stati segnalati al CRIF.

Negli ultimi tempi, sono sempre di più le finanziarie che cercano di venire incontro ai loro clienti emettendo dei prestiti in tempi decisamente più rapidi rispetto al passato, e soprattutto raggiungendo una platea più vasta tramite le loro piattaforme web.

È un dato di fatto che Internet abbia rivoluzionato il nostro modo di usufruire dei servizi finanziari, e questo riguarda ovviamente anche i prestiti cambializzati. Sono ormai moltissimi gli istituti che operano online, e il loro numero non potrà che aumentare in futuro.

In questo articolo vedremo quindi quali sono le principali agenzie che operano online e come richiedere un prestito via web.

Prestiti cambializzati online: chi li eroga?

Come detto precedentemente, sono molti gli istituti finanziari che permettono l’erogazione di prestiti con cambiali in tutta Italia e a chiunque ne abbia bisogno tramite le loro piattaforme web.

Di seguito, dunque, vi forniamo le informazioni su alcune delle principali finanziarie che ne offrono l’erogazione online:

  • Cb finanziamenti Srl Italcredi Spa: tratta prestiti cambializzati fino a 50.000 euro, con rimborso entro massimo 120 mesi e fino a 70 anni per tutti. La loro sede fisica è a Verona, ma in ogni caso operano in tutta Italia tramite la loro piattaforma web;
  • King Prestiti: questa finanziaria ha la sua sede fisica a Palermo, ma è possibile usufruire dei suoi servizi tramite il suo sito web in modo rapido, veloce, e senza bisogno di spostarsi. Propone dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.
  • 4Credit Srl: si tratta anche in questo caso di una società finanziaria che offre l’erogazione di prestiti con cambiali in tutta Italia grazie alla sua piattaforma web a dipendenti, pensionati, autonomi e persino a cattivi pagatori. È possibile richiedere un preventivo gratuito e ricevere in poco tempo il proprio prestito;

Una volta individuata l’agenzia che fa al caso vostro, fare richiesta per un prestito con cambiali sarà semplicissimo. Infatti, non bisognerà fare altro che compilare il modulo online per essere ricontattati in breve tempo da un operatore dell’agenzia. Chiaramente, bisognerà allegare alcuni documenti, come un codice fiscale e un documento di identità validi, la copia del CUD (se si è autonomi), del Tfr (se si è dipendenti) o del cedolino (se si è pensionati), ma oltre a questo i prestiti cambializzati non richiedono particolari garanzie per garantire l’emissione della somma richiesta.

Altre valide alternative online

Nel caso in cui non troviate la soluzione migliore per la vostra situazione presso una finanziaria, sarà comunque possibile ottenere un prestito online tramite altre piattaforme, come quelle di Social Lending.

Il Social Lending, anche detto P2P (ovvero Peer to Peer), non è altro che un prestito tra privati che avviene tramite Internet e piattaforme web.

Ecco quindi che il Social Lending non vede coinvolte banche o altri istituti di credito, ma solo dei privati. Ovviamente, le piattaforme online che offrono questi servizi sono regolamentate e il loro funzionamento viene controllato, in Italia, direttamente dalla Banca d’Italia.

In sostanza, il Social Lending permette a soggetti interessati a prestare denaro di entrare in contatto tramite specifiche piattaforme con altri individui che hanno bisogno di fondi o risorse finanziarie per determinati progetti o necessità (anche cattivi pagatori).

Per usufruire di questo servizio, basta registrarsi su una delle tante piattaforme web che ne offrono la possibilità. Tra questi, i pià popolari sono sicuramente Prestiamoci, Smartika, Estateguru, Peerberry, Mintos e molti altri.

Ovviamente, bisognerà fornire alcune informazioni preliminari (contratto di lavoro, reddito, beni ecc.) prima di entrare in contatto con i creditori, così che si possa essere inquadrati all’interno di una scala di affidabilità. In base a questo, in genere, verranno calcolati anche i tassi di interesse e la somma massima che sarà possibile richiedere.

Oltre a questo, le piattaforme di Social Lending assicurano la totale riservatezza e protezione della privacy. Gli scambi avverranno infatti tramite nickname, e il rapporto tra debitori e creditori sarà completamente anonimo.

Conclusioni

Internet è sicuramente uno strumento incredibile e che ha facilitato parecchio la vita di tutti noi, anche in ottica finanziaria. Richiedere un prestito online è sicuramente più semplice, immediato e vi assicura di evitare le tradizionali pratiche che bisogna svolgere recandosi presso la sede fisica di una finanziaria.

Inoltre, per quanto sempre più finanziare stiano includendo i prestiti cambializzati tra i loro servizi, da qualche anno anche le piattaforme di Social Lending si sono rivelate particolarmente vantaggiose, soprattutto per la loro semplicità di utilizzo.

In entrambi casi, si tratta di soluzioni ottime per chiunque abbia bisogno di liquidità immediata ed entrambi i metodi sono accessibili anche per chi è stato segnalato al CRIF.

Fincotex prestiti cambializzati

Fincotex prestiti cambializzati

Fincotex prestiti cambializzati

A chiunque di noi può capitare di avere bisogno di un prestito, ma non sempre ottenerne uno è così semplice. Infatti, richiedere un finanziamento personale presso una banca o un istituto di credito può alle volte essere piuttosto complesso, a causa dei tanti documenti e requisiti richiesti. A questo proposito, è importante sapere che tutte le banche si servono del cosiddetto CRIF, ovvero un’agenzia che fornisce una vera e propria banca dati per informare gli istituti di credito tradizionali circa l’affidabilità economica dei clienti. In sostanza, chiunque sia stato segnalato come cattivo pagatore o protestato in passato è presente in queste liste, e pertanto ha molte difficoltà quando cerca di ottenere un prestito.

Tuttavia, ci sono delle alternative molto valide. Il prestito cambializzato, infatti, non richiede questo iter ed è di conseguenza accessibile a praticamente chiunque, persino a coloro che sono stati inseriti nelle liste del CRIF.

Questo perché questa forma di prestito viene erogata tramite cambiali, ovvero dei titoli di credito sui quali vengono specificate la data di emissione, quella di rimborso e chiaramente l’importo richiesto. Questo fa sì che sia la cambiale stessa, sancita da un bollo, a fare da garante al pagamento e dunque questa tipologia di prestito è ritenuta tanto affidabile dalle finanziarie che lo permettono da non ritenere necessarie ulteriori verifiche sull’affidabilità economica del richiedente.

Ecco quindi che sono ormai moltissimi gli istituti che permettono questo tipo di finanziamento, tra cui la Fincotex.

I prestiti con cambiali della Fincotex S.p.a.

La Fincotex S.p.a. è un’agenzia specializzata nel campo finanziario situata a Roma, precisamente in piazza dell’Esquilino 29. Ha alle sue spalle molti anni di esperienza nel settore, essendo stata fondata addirittura nel 1958, e da allora ha espanso i propri servizi andando incontro alle tante esigenze dei suoi clienti.

Tra i servizi che offre possiamo trovare mutui, prestiti personali, credito al consumo, leasing, car rental, cessione del quinto e ovviamente i prestiti cambializzati.

Questi ultimi, in particolare, sono molto vantaggiosi. I prestiti con cambiali della Fincotex sono infatti caratterizzati dal fatto che è possibile richiedere un finanziamento per un massimo di 15.000 euro e rimborsabile entro 12 o 24 mesi.

Come in qualsiasi altra finanziaria, anche in questo caso è richiesta la firma del richiedente sulla cambiale e la somma verrà erogata nel giro di pochi giorni. Chiaramente, i tempi di erogazione possono variare a seconda dell’importo richiesto e della situazione del richiedente.

Prestiti cambializzati: quali requisiti?

Generalmente, la Fincotex non richiede particolari garanzie prima di erogare il prestito cambializzato. In generale, presso qualunque finanziaria, sarà sempre necessario presentare dei documenti, che solitamente sono:

  • il codice fiscale;
  • una carta d’identità valida;
  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • utenza fissa intestata o se richiesto certificato di residenza e stato di famiglia;
  • in certi casi l’estratto conto o lista movimenti dei vostri conti corrente degli ultimi 3 o 6 mesi;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Oltre a questo, non verrà richiesto null’altro. Tuttavia, in caso di determinati importi o situazioni particolari, l’agenzia potrebbe richiedere l’ipoteca sull’immobile a garanzia del pagamento, ma si tratta comunque di una richiesta abbastanza rara e circoscritta.

Come ottenere un prestito con cambiali presso la Fincotex

Fatte le dovute premesse e avendo descritto i servizi della Fincotex S.p.a., possiamo ora concentrarci sui passaggi da compiere per ottenere un prestito cambializzato.

Richiedere un prestito con cambiali presso la Fincotex è davvero molto semplice. Non bisogna fare altro che recarsi presso la loro sede e fare domanda per il finanziamento personale (una volta era anche presente un sito web in cui eseguire online la domanda, ma è stato chiuso). Fatto questo, vi verrà richiesta tutta la documentazione necessaria che, come detto, può variare a seconda dei casi specifici.

Dopodiché, fatta la domanda e compilato l’apposito modulo, il denaro richiesto verrà erogato nel giro di pochi giorni lavorativi.

In definitiva, la Fincotex S.p.a. è senz’altro una realtà da tenere a mente per quanto riguarda i prestiti cambializzati. Si tratta di un’agenzia con molti anni di esperienza alle spalle ed affidabile, che propone soluzioni valide e piuttosto convenienti.

Inoltre, i loro prestiti cambializzati sono accessibili anche a coloro che sono stati segnalati al CRIF come cattivi pagatori o protestati, venendo quindi incontro ai bisogni economici di molte persone che non hanno la possibilità di rivolgersi a banche o istituti di credito per richiedere dei prestiti o dei finanziamenti tradizionali.

 

Broker prestiti cambializzati

Broker prestiti cambializzati

Broker e prestiti cambializzati

I prestiti cambializzati sono una particolare tipologia di prestito che prevede l’erogazione della somma richiesta tramite cambiali, ovvero dei titoli di credito marcati da bollo da rimborsare mensilmente. Inoltre, è un tipo di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare le ragioni per le quali lo si richiede.

Il prestito con cambiali porta con sé molti vantaggi, che spiegano perché sono sempre di più le persone che si rivolgono a questo tipo di servizio. Infatti, si tratta di un prestito che, a differenza di buona parte dei finanziamenti personali offerti da banche e istituti di credito, è molto rapido (la somma viene erogata nel giro di pochi giorni lavorativi), flessibile (è possibile rinnovare la cambiale posticipando la data di rimborso) e i suoi tassi di interesse sono abbastanza contenuti.

Tutto questo ha fatto sì che molti intermediari finanziari e broker si siano interessati a questo servizio e abbiano iniziato anch’essi ad erogarlo. In questo articolo vedremo quindi quali sono i principali broker che operano in Italia ed erogano prestiti cambializzati.

Broker di prestiti cambializzati

Per broker si intendono degli agenti o delle società che organizzano ed eseguono transazioni finanziarie per conto di terzi. Se ne possono trovare in tutta Italia, e recentemente anche online.

Per ottenere un finanziamento o un prestito presso un broker o intermediario finanziario bisognerà soltanto compilare l’apposito modulo e fornire la documentazione richiesta. Ogni agenzia dovrà infatti valutare la disponibilità economica del richiedente, per non incorrere in rischi evitabili, e per questo chiunque voglia fare richiesta dovrà presentare alcune garanzie.

Tuttavia, nel caso dei prestiti cambializzati, le garanzie da presentare saranno davvero poche. Questo perché uno dei vantaggi di questa formula di finanziamento personale è ritenuta abbasta affidabile e sicuro da non richiedere particolari accertamenti di natura finanziaria. In genere bisognerà provare la propria affidabilità e il proprio reddito presentando una copia del Tfr nel caso di lavoratori dipendenti, del CUD nel caso di autonomi o del cedolino se si è pensionati. In alcuni rari casi si potrebbe richiedere anche la firma di un garante terzo che attesti l’affidabilità economica del richiedente oppure di mettere un proprio bene o immobile come garanzia.

Questo comporta che, solitamente, anche cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF possano fare richiesta per i prestiti cambializzati presso un qualunque broker: è infatti la cambiale stessa, marcata da un bollo e firmata dal richiedente, a fare da garanzia al rimborso del debito.

Broker di prestiti cambializzati online

Come detto, sono moltissime le agenzie che operano sul territorio nazionale, da nord a sud, ed è molto facile entrare in contatto con esse. Basterà recarsi presso le loro sedi per parlare con uno dei consulenti e compilare il modulo di richiesta.

Molte di queste hanno inoltre iniziato in tempi recenti ad operare anche online, rendendo decisamente più snello e rapido l’iter che porta all’erogazione della somma richiesta.

Sarebbe impossibile elencare tutti i broker che operano in Italia. Pertanto, vi forniamo qui di seguito le informazioni su alcune dei principali agenzie di broker che ne offrono l’erogazione online, in modo che chiunque possa fare richiesta indipendentemente da dove si trovi:

  • Cb finanziamenti Srl Italcredi Spa: tratta prestiti cambializzati fino a 50.000 euro, con rimborso entro massimo 120 mesi e fino a 70 anni per tutti. La loro sede fisica è a Verona, ma in ogni caso operano in tutta Italia tramite la loro piattaforma web;
  • King Prestiti: questa finanziaria ha la sua sede fisica a Palermo, ma è possibile comunque usufruire dei suoi servizi tramite il suo sito web in modo rapido, veloce, e senza bisogno di spostarsi. Propone dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.
  • 4Credit Srl: si tratta anche in questo caso di una società finanziaria che offre l’erogazione di prestiti con cambiali in tutta Italia grazie alla sua piattaforma web a dipendenti, pensionati, autonomi e persino a cattivi pagatori. È possibile richiedere un preventivo gratuito e ricevere in poco tempo il proprio prestito;
  • Sefa Finanziamenti: sono davvero molti i servizi offerti dall’agenzia, e il prestito cambializzato è sicuramente tra i principali. Ciò che è particolarmente vantaggioso, è il fatto che la durata prevista del rimborso delle cambiali erogate viene decisa direttamente dal richiedente, insieme ad uno degli agenti della finanziaria. Chiaramente, essa varia anche da somma a somma, ma in genere va da un minimo di 18 mesi ad un massimo di 72. È inoltre possibile estinguere in anticipo il debito oppure richiederne un altro, anche prima di avere estinto il primo. Sulla loro piattaforma web, infatti, si possono visionare tutti i servizi offerti ed è possibile compilare la richiesta online.

Conclusioni

Per concludere, non c’è dubbio che le cambiali rappresentino un’alternativa affidabile e solida ai tradizionali prestiti che è possibile richiedere in banca. Sono ormai molti i broker e le agenzie di intermediazione finanziaria che operano sul territorio e tramite le loro piattaforme web, andando incontro anche alle esigenze di cattivi pagatori e protestati.

La scelta migliore da fare, per chiunque desideri richiedere un prestito cambializzato, è sempre quella di informarsi al meglio sui servizi offerti da ciascun broker, online e non, in modo da confrontare diversi preventivi e optare per la soluzione più adatta al proprio caso.

 

 

 

DBS Euroservice Finance

DBS Euroservice Finance

I prestiti di DBS Euroservice Finance

Da ormai qualche anno è evidente come la diffusione delle piccole finanziarie su tutto il territorio nazionale abbia enormemente facilitato la mediazione creditizia a favore dei clienti. In sostanza, chiunque abbia bisogno di richiedere un prestito (e può succedere a tutti in qualsiasi momento) trova ormai molta più scelta e le sue opzioni sono innumerevoli. Infatti, da un po’ di tempo a questa parte le agenzie finanziarie hanno notevolmente espanso i loro servizi andando incontro alle esigenze dei richiedenti, che possono trovare dei servizi molto più specifici e circoscritti rispetto al passato e, di conseguenza, che meglio si adattano alla propria situazione.

Tra questi servizi c’è chiaramente anche il prestito cambializzato, che da anni si è ormai consolidato come una forma di finanziamento personale altamente affidabile e conveniente. Sono dunque moltissimi gli istituti finanziari in tutta Italia, da nord a sud, che erogano questo servizio e offrono anche a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF la possibilità di accedere ad un prestito personale che altrimenti non potrebbero richiedere nelle banche e negli istituti di credito tradizionali.

Dunque, in questo articolo descriveremo i servizi di una finanziaria in particolare, la DBS Euroservice Finance, e spiegheremo perché il prestito cambializzato è così vantaggioso.

Che cos’è il prestito cambializzato?

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente.

Una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo. Sulle cambiali va imposto un bollo e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, poiché, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile, poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Che cos’è il CRIF e perché le banche non erogano prestiti con cambiali?

Si tratta di una domanda molto comune, e la risposta è più complessa del previsto.

Infatti, i prestiti con cambiali non fanno, a dire il vero, parte dei servizi offerti dagli istituti bancari, e non a caso nessuno di essi li pubblicizza. Tuttavia, in via ufficiosa sono molte le banche che ne fanno uso, ma sempre con delle dovute garanzie che dovrete essere pronti ad offrire.

In ogni caso, è necessario recarsi presso una loro filiale e informarsi al meglio, perché gli istituti bancari hanno totale autonomia in merito, i loro servizi possono differenziarsi notevolmente e di conseguenza l’ideale sarebbe verificare in prima persona le condizioni proposte.

Il motivo per il quale le banche non erogano generalmente questa formula è dovuto al fatto che, proponendo altri servizi, non lo trovano particolarmente vantaggioso e cercano chiaramente di evitare al massimo il rischio. Tutte le banche, infatti, fanno uso delle liste del CRIF, un’agenzia con sede a Bologna che gestisce un banca dati contenente informazioni creditizie, in particolare quelle riguardanti eventuali posizioni debitorie dei soggetti censiti. Tra le altre cose, include una lista degli individui cosiddetti cattivi pagatori e protestati. Le banche si servono del CRIF per reperire informazioni finanziarie sui soggetti che richiedono finanziamenti, prestiti o intendono aprire un conto corrente, in modo da verificare la loro affidabilità economica e capacità di rimborsare gli eventuali debiti contratti.

La verità, quindi, è che se hai intenzione di ottenere un prestito cambializzato (soprattutto se sei un cattivo pagatore), la cosa migliore sarebbe di rivolgersi a delle finanziarie minori, che in genere non hanno alcun problema ad offrire queste operazioni ai loro clienti, sia tramite piattaforme online che di presenza.

La DBS Euroservice Finance

Andiamo quindi al vero obiettivo di questo articolo. Come detto, sono davvero molte le piccole finanziarie in tutta Italia che erogano prestiti cambializzati, e tra queste c’è proprio la DBS Euroservice Finance.

Si tratta di un istituto finanziario con sede a Laterza, in provincia di Taranto, in via Via S. Francesco d’Assisi 30. L’agenzia è originariamente nata per operare nel campo assicurativo, ma ormai da diversi anni si dedica anche al settore finanziario. È infatti specializzata nell’erogazione di prestiti personali a dipendenti, autonomi e pensionati, così come in cessioni del quinto e altri tipi di finanziamento.

La DBS Euroservice Finance include tra i suoi servizi anche il prestito cambializzato. In particolare, tratta prestiti fino ad un massimo di 50.000 euro a tutte le categorie professionali, anche a cattivi pagatori e protestati, in quest’ultimo caso con la sola condizione che il protesto non abbia riguardato proprio un precedente pagamento con cambiali.

Si tratta, in definitiva, di una piccola finanziaria particolarmente attiva sul territorio, con una squadra di consulenti preparata e paziente. Per richiedere un prestito cambializzato basterà recarsi presso la sua sede e compilare il modulo presentando la documentazione richiesta, che non sarà molta. In genere, bisognerà presentare un codice fiscale e un documento d’identità validi, una copia del Tfr nel caso di dipendenti, del CUD nel caso di autonomi o del cedolino se si è pensionati.

Prestiti cambializzati Cooperfin

Prestiti cambializzati Cooperfin

Prestiti cambializzati presso Cooperfin

A chiunque di noi può capitare di avere bisogno di un prestito, magari nel caso in cui si è costretti a dover far fronte ad una spesa improvvisa. Tuttavia, non sempre ottenerne uno è così semplice. Infatti, richiedere un finanziamento personale presso una banca o un istituto di credito può alle volte essere piuttosto complesso, a causa dei tanti documenti e requisiti richiesti. A questo proposito, è importante sapere che tutte le banche si servono del cosiddetto CRIF, ovvero un’agenzia che fornisce una vera e propria banca dati per informare gli istituti di credito tradizionali circa l’affidabilità economica dei clienti. In sostanza, chiunque sia stato segnalato come cattivo pagatore o protestato in passato è presente in queste liste, e pertanto ha molte difficoltà quando cerca di ottenere un prestito.

Tuttavia, ci sono delle alternative molto valide. Il prestito cambializzato, infatti, non richiede questo iter ed è di conseguenza accessibile a praticamente chiunque, persino a coloro che sono stati inseriti nelle liste del CRIF.

Questo perché questa forma di prestito viene erogata tramite cambiali, ovvero dei titoli di credito sui quali vengono specificate la data di emissione, quella di rimborso e chiaramente l’importo richiesto. Questo fa sì che sia la cambiale stessa, sancita da un bollo, a fare da garante al pagamento e dunque questa tipologia di prestito è ritenuta tanto affidabile dalle finanziarie che lo permettono da non ritenere necessarie ulteriori verifiche sull’affidabilità economica del richiedente.

Ecco quindi che sono ormai moltissimi gli istituti che permettono questo tipo di finanziamento, ma in questo articolo ci concentreremo in particolare sulla Cooperfin.

Chi può richiedere un prestito cambializzato?

La risposta a questa domanda è davvero molto semplice: tutti possono accedere ai prestiti con cambiali. Infatti, non essendo necessario passare sotto al vaglio del CRIF, il prestito cambializzato si rivolge a chiunque, persino a cattivi pagatori e protestati. Infatti, come abbiamo spiegato precedentemente, sono le cambiali stesse a fare da garanzia per il rimborso del prestito, e non è dunque ritenuto necessario fare ulteriori accertamenti sull’affidabilità finanziaria del richiedente.

I requisiti per poter farne richiesta potrebbero variare, ma in genere gli istituti possono richiedere dei titoli come forma di garanzia, come ad esempio un Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti; Certificazione Unica o Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA; cedolino della pensione nel caso di pensionati.

In altri casi, alcune finanziarie potrebbero richiedere la presenza di un garante terzo che si faccia carico del rimborso del prestito qualora il richiedente non ne sia in grado, oppure potrebbe essere richiesto di presentare un bene come garanzia, da pignorare in caso di mancato pagamento.

I prestiti con cambiali di Cooperfin

La Cooperfin è una s.p.a nata nel 2008 a Napoli con l’obiettivo dichiarato di creare un nuovo polo finanziario che possa dedicarsi ai bisogni sia dei privati che delle attività produttive. Da allora la sua rete si è espansa notevolmente in tutta Italia e ad oggi conta più di 300 soci tra società finanziarie, mediatori creditizi, promotori finanziari, agenti finanziari, società commerciali e industriali, liberi professionisti e imprenditori. Questo ha fatto sì che la società potesse contare su un team di esperti e professionisti ed offrire formule finanziarie chiare e spesso innovative.

La società ha ovviamente anche una sua piattaforma web, presso la quale è possibile ottenere ulteriori informazioni sul suo operato e contattare un operatore.

Offre molti servizi, tra cui diverse formule di prestito personale indirizzate a dipendenti, autonomi e pensionati. Tra queste c’è chiaramente anche il prestito cambializzato, che è particolarmente vantaggioso poiché è, a differenza di altri tipi di finanziamento, molto flessibile e affidabile.

Come ottenere un prestito con cambiali

L’agenzia riceve presso la sua sede a Napoli, dove potrete recarvi e parlare direttamente con uno degli agenti dell’agenzia, che vi illustrerà le soluzioni migliori per voi e avere subito un preventivo.

Chiaramente, per tutti coloro che non hanno la possibilità di recarsi in prima persona presso una delle loro sedi, è comunque possibile ottenere tutte le informazioni di cui si ha bisogno tramite il loro sito internet.

Sulla loro piattaforma web, infatti, è anche possibile compilare una richiesta online. Così facendo, si verrà ricontattati da uno dei loro referenti commerciali ed ottenere tutte le informazioni che si desiderano, così come un preventivo gratuito circa i tassi di interesse e le spese di finanziamento previste per un prestito con cambiali.

Conclusioni

In definitiva, Cooperfin è senz’altro una realtà da tenere a mente per quanto riguarda i prestiti cambializzati. Si tratta di un’agenzia all’avanguardia ed affidabile, che propone soluzioni valide e piuttosto convenienti.

Inoltre, i loro prestiti cambializzati sono accessibili anche a coloro che sono stati segnalati al CRIF come cattivi pagatori o protestati, venendo quindi incontro ai bisogni economici di molte persone che non hanno la possibilità di rivolgersi a banche o istituti di credito per richiedere dei prestiti o dei finanziamenti tradizionali.

Prestiti cambializzati a Bologna

Prestiti cambializzati a Bologna

Prestiti cambializzati a Bologna

A chiunque potrebbe capitare per qualsiasi motivo di avere immediato bisogno di liquidità, e i prestiti con cambiali rappresentano, in questo senso, un’ottima soluzione. Anche perché, a differenza dei prestiti tradizionali offerti da banche e istituti di credito, questa particolare tipologia di prestito è accessibile anche a cattivi pagatori e protestati, che in genere hanno più difficoltà rispetto agli altri quando si tratta di richiedere finanziamenti.

Per chi vive a Bologna o in provincia, può richiedere un prestito con cambiali in diversi istituti e finanziarie. La scelta è davvero ampia ed è bene conoscere le offerte disponibili così che, in caso di necessità, ci si possa rivolgere all’istituto che fa al caso proprio. Infatti, le banche tradizionali non offrono questa particolare tipologia di prestito.

In questo articolo vedremo dunque a chi rivolgersi perché le banche non erogano prestiti con cambiali e come ottenerne uno a Bologna e dintorni.

Le banche offrono prestiti cambializzati?

Si tratta di una domanda molto comune, e la risposta è più complessa del previsto.

Infatti, i prestiti con cambiali non fanno, a dire il vero, parte dei servizi offerti dagli istituti bancari, e non a caso nessuno di essi li pubblicizza. Tuttavia, in via ufficiosa sono molte le banche che ne fanno uso, ma sempre con delle dovute garanzie che dovrete essere pronti ad offrire.

In ogni caso, è necessario recarsi presso una loro filiale e informarsi al meglio, perché gli istituti bancari hanno totale autonomia in merito, i loro servizi possono differenziarsi notevolmente e di conseguenza l’ideale sarebbe verificare in prima persona le condizioni proposte.

La verità, quindi, è che se hai intenzione di ottenere un prestito cambializzato, la cosa migliore sarebbe di rivolgersi a delle finanziarie minori, che in genere non hanno alcun problema ad offrire queste operazioni ai loro clienti, sia tramite piattaforme online che di presenza.

Prestiti con cambiali a Bologna: chi li eroga?

Una delle prime soluzioni quando si tratta di prestiti è quella di sottoscrivere un prestito cambializzato tra privati, soprattutto quando si è cattivi pagatori o protestati segnalati al CRIF e non si ha la possibilità di accedere ai tradizionali finanziamenti offerti da banche e istituti di credito.

Il prestito cambializzato tra privati è, come da nome, una particolare tipologia di prestito che intercorre tra due individui privati tramite l’emissione di titoli cambiari. Ciò significa che la transazione non passa attraverso banche o istituti finanziari, ma semplicemente tra una persona e l’altra.

Chiaramente, questa forma di prestito deve seguire alcune regole ed è sottoposta alla legge. Ad esempio, è naturale che il soggetto che presta il denaro non deve assolutamente eseguire questa operazione regolarmente e non deve essere la sua attività economica: solo le banche e gli istituti di credito autorizzati possono infatti eseguire quest’attività in modo regolare. Inoltre, la somma prestata non può superare i 2.000 euro.

Quando si parla di prestiti tra privati, è sempre meglio redigere una scrittura tra privati, un documento scritto che regoli l’accordo tra le due parti, per evitare qualsivoglia problematica.

È anche possibile usufruire delle piattaforme di social lending.  Basta registrarsi su una delle tante piattaforme web che ne offrono la possibilità. Tra queste, le più popolari sono sicuramente Prestiamoci, Smartika, Estateguru, Peerberry, Mintos e molte altre. Dopo essersi registrati alla piattaforma, basterà procedere con la richiesta di prestito online specificando l’importo desiderato e scegliendo il piano di rimborso che si preferisce. La piattaforma stessa garantisce sull’affidabilità dei propri utenti, e dunque permette lo scambio di prestiti tra privati, cambializzati o meno, in totale sicurezza.

Infine, la via più tradizionale è quella di rivolgersi ad una delle tante finanziarie sul territorio che offrono la possibilità di ottenere un prestito cambializzato. Anche a Bologna ne sono presenti diversi, come la Master Finanziamenti in via Via Donati Creti 10/E o la 4Credit S.r.l. Quest’ultima si trova a Reggio Emilia, ma opera in tutta la regione anche grazie alla sua piattaforma web. In particolare, offre l’erogazione di prestiti con cambiali a dipendenti, pensionati, autonomi e persino a cattivi pagatori. È possibile richiedere un preventivo gratuito e ricevere in poco tempo il proprio prestito.

Conclusioni

Abbiamo visto come siano molti i modi per ottenere un prestito cambializzato, che sia tramite scrittura privata, le piattaforme di social lending oppure attraverso gli istituti finanziari che permettono l’erogazione di un prestito con cambiali presso la città di Bologna.

Si tratta senz’altro di una valida alternativa per tutti coloro che non hanno la possibilità di accedere ai tradizionali finanziamenti messi a disposizione dalle banche e dagli istituti di credito, come nel caso dei segnalati al CRIF.

Per concludere, vi consigliamo sempre vivamente di informarvi presso la vostra finanziaria di riferimento per ottenere tutte le informazioni necessarie e in linea con la vostra situazione economica.

Prestiti cambializzati Milano

Prestiti cambializzati a Milano

Prestiti cambializzati a Milano

Abiti a Milano e hai bisogno di liquidità immediata? Nessun problema! Con la diffusione dei prestiti cambializzati in tutta Italia, ottenere un finanziamento è diventato molto semplice.

I prestiti cambializzati, infatti, al contrario di quelli tradizionali emessi dalle classiche banche e dagli istituti di credito, non richiedono particolari garanzie o requisiti. Anzi, potremmo persino affermare che i prestiti con cambiali sono accessibili a chiunque, anche a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF.

Questo perché si basano, per l’appunto, sull’emissione di cambiali, ovvero dei titoli di credito regolati dalla legislazione italiana nei quali vengono specificati l’importo erogato, la data di emissione e quella di rimborso, il tutto sancito da apposito bollo. Ciò significa che gli istituti finanziari che permettono questa soluzione non hanno bisogno di ulteriori verifiche sull’affidabilità economica del richiedente, dal momento che sono gli stessi titoli cambiari a fare da garanzia al pagamento della somma richiesta.

Sono molte le finanziarie in tutta Italia che offrono questo servizio ai loro clienti, ma in questo articolo ci concentreremo su quelle che operano a Milano e dintorni.

Prestiti cambializzati a Milano: chi li eroga?

Come detto, sono davvero molti gli istituti che erogano prestiti con cambiali nelle città italiane, e Milano non fa chiaramente eccezione. Qui di seguito potrete dunque trovare una lista delle principali finanziarie che mettono a disposizione dei loro clienti questo particolare servizio:

  • Sefa Finanziamenti: la Sefa Finanziamenti è una finanziaria che ha sede a Saronno (provincia di Varese) in Viale Rimembranze n.43, ma che opera in tutta la Lombardia, anche tramite la sua piattaforma web. Sono davvero molti i servizi offerti dall’agenzia, e il prestito cambializzato è sicuramente tra i principali. Sefa Finanziamenti offre infatti la possibilità di accedere ad un prestito con cambiali anche ai cosiddetti cattivi pagatori e protestati, in soluzioni abbastanza flessibili. Ciò che è particolarmente vantaggioso è il fatto che la durata prevista del rimborso delle cambiali erogate viene decisa direttamente dal richiedente, insieme ad uno degli agenti della finanziaria. Chiaramente, essa varia anche da somma a somma, ma in genere va da un minimo di 18 mesi ad un massimo di 72. È inoltre possibile estinguere in anticipo il debito oppure richiederne un altro, anche prima di avere estinto il primo. Sulla loro piattaforma web, infatti, si possono visionare tutti i servizi offerti da Sefa Finanziamenti ed è possibile compilare la richiesta online.
  • Italprest: questa finanziaria opera principalmente tramite la sua piattaforma web, anche a Milano e dintorni. Offre cessioni del quinto, prestiti personali pensati per dipendenti e pensionati, così come prestiti per cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF. Per richiederne uno, basta semplicemente compilare il modulo online o chiamare il numero di telefono per richiedere un appuntamento a domicilio, in modo che uno dei loro consulenti vi dia tutte le informazioni necessarie.
  • Gruppo Money: questo istituto si trova in provincia di Milano, precisamente a San Donato Milanese in via Emilia 22. Propone prestiti personali, cessioni del quinto e finanziamenti per dipendenti, pensionati e persino cattivi pagatori segnalati al CRIF. È particolarmente rinomata nel settore per qualità dei suoi servizi e per il suo team di consulenti che vi seguiranno passo passo nella compilazione della domanda.
  • Edera SRL: vogliamo includere nella lista anche la finanziaria Edera Srl, nonostante non offra tecnicamente dei prestiti cambializzati e la sua sede sia in Piemonte e non a Milano, per quanto ovviamente operi anche in Lombardia. Ciononostante, tra i finanziamenti che mette a disposizione per i suoi clienti, ce ne sono vari che sono accessibili anche a cattivi pagatori e protestati, come la cessione del quinto nel caso in cui si sia dipendenti o pensionati.

Come richiedere un prestito cambializzato?

Una volta individuata la finanziaria presso la quale vorrete rivolgervi, richiedere un prestito cambializzato sarà semplicissimo.

Prima di tutto, sarà bene informarsi sui requisiti di cui bisogna disporre per fare richiesta. Questi possono cambiare da agenzia ad agenzia, ma la particolarità dei prestiti con cambiali è proprio quella di non richiedere molte garanzie, per cui  in genere la documentazione da presentare non sarà molta. In ogni caso, qui di seguito potete trovare un elenco dei documenti solitamente necessari per fare domanda per un prestito cambializzato:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Chiaramente, sarà poi l’agenzia presso la quale vi sarete rivolti a fornirvi maggiori indicazioni circa i requisiti e la documentazione da presentare.

Conclusioni

In definitiva, chiunque abiti a Milano non avrà alcun problema qualora desideri fare richiesta per un prestito cambializzato. Sono molte le finanziarie che offrono questo servizio, e pertanto non sarà affatto difficile trovare quella che faccia al caso vostro.

Si tratta senz’altro di una valida alternativa per tutti coloro che non hanno la possibilità di accedere ai tradizionali finanziamenti messi a disposizione dalle banche e dagli istituti di credito, come nel caso dei segnalati al CRIF.

 

Prestiti cambializzati Catania

Prestiti cambializzati a Catania

Prestiti cambializzati a Catania

I prestiti cambializzati si sono ormai rapidamente diffusi in tutta Italia. È infatti ormai da qualche anno che i prestiti con cambiali si sono affermati come un’alternativa valida e sicura per tutti coloro che non possono accedere ai tradizionali prestiti erogati dalle banche e dagli istituti di credito.

La grande peculiarità dei prestiti cambializzati, infatti, è quella di essere accessibili a praticamente chiunque, persino a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF. Questa tipologia di prestito funziona tramite, per l’appunto, l’erogazione di cambiali, ovvero dei titoli di credito regolati dalla legge italiana e marcati da un bollo, che il debitore dovrà andare a rimborsare mensilmente. Inoltre non vengono richieste in genere particolari garanzie, poiché è ritenuto altamente sicuro delle agenzie che lo erogano.

Le finanziarie che offrono questa formula sono presenti in tutta Italia, da nord a sud. Ecco quindi che in questo articolo vedremo presso quali istituti può recarsi, in particolare, chi abita a Catania e dintorni.

Prestiti con cambiali a Catania: chi li eroga?

Tutti coloro che abitano a Catania e dintorni e cercano una finanziaria che offra tra i suoi servizi anche il prestito cambializzato e soluzioni per cattivi pagatori e protestati possono stare tranquilli. Nella città siciliana si trovano infatti diversi istituti che operano prestiti con cambiali, quindi ecco una lista di quelle che li offrono nel 2022:

  • Ac Service Finanziamenti: agenzia finanziaria si trova ad Aci Catena, in provincia di Catania, in via Guglielmo Marconi 7. Eroga prestiti cambializzati anche a cattivi pagatori con segnalazione CRIF e ad autonomi. In particolare, finanziano prestiti fino a 5000 euro, con un rimborso entro i 54 mesi. Oltre a questo, è possibile usufruire anche dei prestiti più classici, come quelli personali e la cessione del quinto;
  • Figenpa S.p.a.: questo istituto è situato a Catania in Piazza Santa Maria della Guardia 3 e propone diverse formule per qualunque tipologia di cliente. Tra i suoi servizi offre la possibilità di ottenere prestiti personali fino a 50.000 dietro presentazione della busta paga o del cedolino, prestiti veloci, cessioni del quinto ed altri tipi di finanziamento. Presso il loro sito è persino possibile ottenere un preventivo e ulteriori informazioni;
  • Andros Fin: la finanziaria si trova in provincia di Catania, precisamente a Misterbianco, in Via Manzoni 180. Offre prestiti cambializzati e finanzia anche cattivi pagatori e protestati, nel caso in cui il protesto riguardi il mancato pagamento di precedenti cambiali;
  • Mediacredit consulting Agenzia Finanziaria: anche questo istituto, come il precedente, è situato a Misterbianco, in Via Dei Vespri 261. Presso la loro sede è possibile accedere a diversi tipi di prestiti personali a dipendenti, autonomi e pensionati, cessioni del quinto e, chiaramente, prestiti cambializzati;
  • King Prestiti: questa finanziaria, a differenza delle altre, non si trova in provincia di Catania ma comunque in Sicilia, a Palermo. Ciononostante, è possibile comunque usufruire dei suoi servizi tramite il suo sito web, in modo rapido, veloce, e senza bisogno di spostarsi. Propone dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.

Come ottenere un prestito cambializzato a Catania?

Come abbiamo visto, sono molte le realtà a Catania e dintorni che permettono a chiunque lo desideri di ottenere un prestito cambializzato in poco tempo e in modo altamente vantaggioso. Per poterne richiedere uno, basta recarsi presso la filiale della finanziaria designata (o tramite sito web, ove possibile) e portare a termine l’iter fino all’ottenimento della liquidità richiesta.

Chiaramente, i requisiti per fare richiesta di un prestito con cambiali cambiano da agenzia ad agenzia. Tuttavia, in genere ogni finanziaria vi richiederà la seguente documentazione:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

In ogni caso, l’agenzia di vostra scelta vi indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

Fatta la domanda, il vostro prestito verrà erogato, in genere, nel giro di quattro o cinque giorni lavorativi.

 

Prestiti cambializzati Torino

Prestiti cambializzati a Torino

Prestiti cambializzati a Torino

A chiunque potrebbe capitare per qualsiasi motivo di avere immediato bisogno di liquidità, e i prestiti con cambiali rappresentano, in questo senso, un’ottima soluzione. Anche perché, a differenza dei prestiti tradizionali offerti da banche e istituti di credito, questa particolare tipologia di prestito è accessibile anche a cattivi pagatori e protestati, che in genere hanno più difficoltà rispetto agli altri quando si tratta di richiedere finanziamenti.

Per chi vive a Torino o in provincia, può richiedere un prestito con cambiali in diversi istituti e finanziarie. La scelta è davvero ampia ed è bene conoscere le offerte disponibili così che, in caso di necessità, ci si possa rivolgere all’istituto che fa al caso proprio.

In questo articolo vedremo dunque a chi rivolgersi per ottenere un prestito cambializzato a Torino e dintorni e come richiederne uno.

Prestiti con cambiali a Torino: chi li eroga?

Per chi risiede a Torino e provincia, sono diverse le realtà che offrono a chi ne ha bisogno la possibilità di usufruire dell’erogazione di un prestito cambializzato. Dunque vediamo nel dettaglio quali sono questi istituti:

  • Alafin Servizi Finanziari: situata a Torino in via Marco Polo 3, opera dal 2009 nel campo dei servizi finanziari in tutto il Piemonte con l’obiettivo di rispondere adeguatamente alle necessità di ogni cliente. Forte della collaborazione con molte banche e istituti di credito, l’agenzia mette a disposizione dei suoi clienti diverse soluzioni creditizie particolarmente vantaggiose. Tra queste, è presente il prestito cambializzato, ma anche la cessione del quinto e i tradizionali prestiti personali sia a dipendenti che a pensionati.
  • Mas Servizi Finanziari: finanziaria che si trova a Torino in corso Trapani 149. La Mas opera comunque in tutta Italia, grazie a decine di collaboratori commerciali che possono persino recarsi direttamente presso il tuo domicilio. Offre prestiti cambializzati, personali sia a dipendenti che a privati, cessioni del quinto e altre varie formule di finanziamento.
  • Pitagora Spa: questa finanziaria appartiene al Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e ha molte filiali sparse in tutta Italia. A Torino, in particolare, ha ben tre filiali: si trovano in corso Guglielmo Marconi 10, c.so San Maurizio 69/A e in corso Regio Parco 3/A. L’agenzia è operativa dal 1995 e offre molte soluzioni interessanti. Tra queste la tradizionale cessione del quinto e varie forme di prestito personale. Eroga anche prestiti con cambiali a chiunque abbia un’età compresa tra i 18 e i 70 anni, e per richiederlo è necessario presentare la dichiarazione dei redditi o la propria busta paga.
  • Edera SRL: vogliamo includere nella lista anche la finanziaria Edera Srl, nonostante non offra tecnicamente dei prestiti cambializzati. Ciononostante, tra i finanziamenti che mette a disposizione per i suoi clienti, ce ne sono vari che sono accessibili anche a cattivi pagatori e protestati, come la cessione del quinto nel caso in cui si sia dipendenti o pensionati.

Come richiedere un prestito cambializzato

Chiariti i principali erogatori di prestiti con cambiali, consigliamo di prendere in considerazione più preventivi in modo da scegliere quello migliore per la propria situazione.

Dunque, una volta individuata l’agenzia alla quale rivolgersi, è possibile fare domanda per il prestito. Alla propria domanda sarà ovviamente necessario allegare una copia del proprio documento d’identità e codice fiscale, e una serie di documenti che possono variare da agenzia ad agenzia.

In genere, i documenti essenziali per poter fare domanda e ottenere un prestito con cambiali sono:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Per il resto, sarà l’agenzia di vostra scelta che vi indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

Conclusioni

Come abbiamo visto, chiunque può accedere ad un prestito tramite cambiali, dal momento che il suo rimborso è ritenuto tanto sicuro dagli istituti che lo erogano da non richiedere ulteriori verifiche sull’affidabilità economica del richiedente. Ciò significa che anche i cattivi pagatori e i protestati che sono stati precedentemente segnalati al CRIF possono richiederlo senza alcun problema.

Ottenere un prestito cambializzato è, come abbiamo sottolineato, davvero molto semplice. Sono poche le garanzie e i documenti che vengono richieste dalle agenzie, e pertanto l’erogazione della somma desiderata avviene generalmente in tempi piuttosto brevi.

Chiunque risieda a Torino o in provincia, ha di fronte a sé molte alternativa da poter consultare Vi consigliamo sempre, in ogni caso, di rivolgervi direttamente presso la filiale più vicina dell’agenzia di vostra scelta, in modo da ottenere tutti i dettagli e le informazioni necessarie.

 

Prestiti con cambiali a Napoli

Prestiti con cambiali a Napoli

Prestiti con cambiali a Napoli

Per “prestito cambializzato” si intende una particolare tipologia di prestito altamente vantaggiosa per determinati soggetti. Infatti, a differenza dei più classici prestiti che è possibile richiedere presso le tradizionali banche o istituti di credito, praticamente chiunque può ottenere dei prestiti cambializzati.

Questa formula prevede l’erogazione di titoli cambiari che il debitore dovrà ripagare mensilmente fino a rimborso completo. In ogni cambiale, marcata da apposito bollo e regolata dal Regio Decreto 14 Dicembre 1933 n. 1669, saranno indicate la somma erogata, la data di emissione e quella di rimborso. In questo modo, è la cambiale stessa a fare da garanzia al pagamento, e per questo è considerata altamente affidabile dalle agenzie che permettono questo tipo di prestito, e sia il creditore che il debitore vedono assicurati da un lato l’erogazione della somma richiesta e dall’altro la certezza che questa verrà rimborsata. Ecco perché a differenza di altre tipologie di finanziamento, il prestito cambializzato è accessibile anche a cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF.

Questo metodo di rimborso si è diffuso rapidamente in tutta Italia, e anche chi abita a Napoli ha a disposizione diverse agenzie che offrono questa opportunità. In questo articolo vedremo quindi quali sono i principali istituti che erogano prestiti con cambiali a Napoli e dintorni.

Prestiti cambializzati a Napoli: chi li eroga?

Fatte le dovute premesse, possiamo assicurare che chiunque abiti a Napoli o nella sua provincia potrà sicuramente trovare molti istituti finanziari che erogano prestiti con cambiali. Di seguito, dunque, vi forniamo una lista aggiornata al 2022 delle principali finanziarie che ne offrono l’erogazione:

  • Finsud S.r.l.: questa finanziaria si trova in Piazzetta Leone a Mergellina 2, a Napoli. Offre numerosi servizi come prestiti personali, cessioni del quinto e prestiti cambializzati. Questi ultimi sono particolarmente vantaggiosi. Infatti, non sono finalizzati (cioè non richiedono alcuna motivazione) e non prevedono nessuna ipoteca sui beni. L’agenzia propone un tasso fisso al 4% e la richiesta del prestito viene elaborata in circa quattro giorni lavorativi.
  • Cooperfin S.p.a: l’istituto è ubicato a Napoli in via Roberto Bracco 27. Tra i suoi servizi mette a disposizione dei suoi clienti la possibilità di richiedere varie tipologie di prestiti e finanziamenti, tra cui quello con cambiali. In questo caso, la soluzione è rivolta anche a cattivi pagatori, protestati, casalinghe e giovani. È necessario soltanto compilare il modulo di richiesta presso la loro sede con tutte le informazioni fondamentali che l’agenzia richiederà.
  • Semafin S.r.l.: si tratta di un istituto finanziario partner di Fiditalia e si trova a Napoli in via Guglielmo Melisurgo 52, ma ha diverse altre filiali. Offre numerosi servizi tra cui la cessione del quinto, finanziamenti ad hoc, assicurazioni e prestiti personali. Può contare su una squadra di consulenti altamente qualificati che sapranno sicuramente trovare la soluzione più adatta alla vostra situazione, con prestiti anche a cattivi pagatori che vanno dai 3.000 ai 40.000 euro.
  • Italprest: questa finanziaria opera a Napoli a domicilio o tramite la sua piattaforma web. Offre cessioni del quinto, prestiti personali pensati per dipendenti e pensionati, così come prestiti per cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF. Per richiederne uno, basta semplicemente compilare il modulo online o chiamare il numero di telefono per richiedere un appuntamento a domicilio, in modo che uno dei loro consulenti vi dia tutte le informazioni necessarie.

Quali sono i requisiti per ottenere un prestito cambializzato?

Identificate le principali agenzie che operano nel territorio di Napoli offrendo la possibilità di richiedere un prestito con cambiali, va da sé la domanda: come ottenerne uno?

A questo punto, è bene specificare che i requisiti per richiedere un prestito cambializzato possono variare da istituto ad istituto, e per questo motivo è sempre bene informarsi presso la sede della finanziaria che è stata scelta o presso il loro sito web (se presente).

In ogni caso, è comunque possibile stilare un elenco dei documenti più comunemente richiesti dalle agenzie finanziarie al momento di stipulare un prestito cambializzato, ovvero:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

In ogni caso, l’agenzia di vostra scelta vi indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

Fatta la domanda, il vostro prestito verrà erogato, in genere, nel giro di quattro o cinque giorni lavorativi.

Conclusioni

Abbiamo visto come siano molte gli istituti finanziari che permettono l’erogazione di un prestito con cambiali presso la città di Napoli.

Si tratta senz’altro di una valida alternativa per tutti coloro che non hanno la possibilità di accedere ai tradizionali finanziamenti messi a disposizione dalle banche e dagli istituti di credito, come nel caso dei segnalati al CRIF.

Per concludere, vi consigliamo sempre vivamente di informarvi presso la vostra finanziaria di riferimento per ottenere tutte le informazioni necessarie e in linea con la vostra situazione economica.

 

Prestiti cambializzati Palermo

Prestiti cambializzati Palermo

Prestiti cambializzati Palermo

Come saprai, negli ultimi anni i prestiti con cambiali sono diventati una realtà rilevante e sempre più diffusa in tutta Italia. Rappresentano una soluzione ottima per chiunque abbia bisogno di liquidità immediata e soprattutto per tutti coloro che loro malgrado sono stati segnalati al CRIF in quanto cattivi pagatori o protestati.

I prestiti cambializzati, infatti, sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente. Una cambialeè un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo.

Le agenzie che erogano i prestiti con cambiali si trovano in tutta Italia, ma in questo articolo ci concentreremo su quelle che si trovano nella città di Palermo e nella sua provincia.

Prestiti con cambiali a Palermo: chi li eroga?

Sono diversi gli istituti finanziari che permettono l’erogazione di prestiti con cambiali nella città di Palermo e nella sua provincia a chiunque ne abbia bisogno. Di seguito, dunque, vi forniamo una lista aggiornata al 2022 delle principali finanziarie che ne offrono l’erogazione:

  • King Prestiti: questa finanziaria è situata in Stradella Decana 29. Non opera soltanto nel capoluogo palermitano, ma propone dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.
  • Eurofin Servizi Finanziari e Assicurativi: si tratta di una società di mediazione creditizia che offre finanziamenti e prestiti a diverse tipologie di soggetti, situata in via Edmondo De Amicis 3. La sua particolarità è quella di avere a disposizione un vero e proprio team professionale il cui compito è quello di trovare la soluzione più adatta per il cliente che ha richiesto la consulenza. Propone prestiti personali, prestiti rivolti a professionisti, a lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati. Non richiede molte garanzie, in genere basta la dichiarazione dei redditi o la busta paga. Inoltre, presso il loro sito è possibile avere un preventivo del prestito che si intende richiedere ed eventualmente inviare il modulo di richiesta.
  • Figenpa: è un’agenzia che potete trovare in Piazza Vittorio Emanuele Orlando 29 e che lavora nel campo creditizio e propone una vasta offerta di soluzioni per ogni tipologia di cliente. Tra le soluzioni che offre possiamo trovare prestiti personali, cambializzati e prestiti veloci pensati per coppie, dipendenti, autonomi o pensionati. Tra i vantaggi di questa agenzia è presente un piano di rimborso del prestito che va dai 24 ad un massimo di 120 mesi, con delle rate abbastanza flessibili. Presso il loro sito è comunque possibile visualizzare un primo calcolo ed eventualmente inviare una richiesta di consulenza.
  • Italcredi: la Italcredi Palermo è una società, situata in via Generale Streva 16, specializzata nel settore finanziario e creditizio, con un occhio di riguardo per pensionati e lavoratori dipendenti. Rientra nel gruppo bancario La Cassa di Ravenna e ha molte filiali in tutta Italia. Offre molte soluzioni, tra cui la cessione del quinto, la delega di pagamento, prestiti personali e con cambiali. Il prestito cambializzato offerto da Italcredi prevede un importo massimo di 30.000 euro, con tasso di interesse fisso, rate costanti e flessibili e da rimborsare entro al massimo 120 mesi.

Come ottenere un prestito con cambiali?

Chiariti i principali erogatori di prestiti con cambiali, consigliamo di prendere in considerazione più preventivi in modo da scegliere quello migliore per la propria situazione.

Dunque, una volta individuata l’agenzia alla quale rivolgersi, è possibile fare domanda per il prestito. Alla propria domanda sarà ovviamente necessario allegare una copia del proprio documento d’identità e codice fiscale, e una serie di documenti che possono variare a seconda della propria posizione In particolare, sarà necessario presentare come garanzia:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

In ogni caso, l’agenzia di vostra scelta vi indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

Fatta la domanda, il vostro prestito verrà erogato, in genere, nel giro di quattro o cinque giorni lavorativi.

Conclusioni

In definitiva, la città di Palermo presenta molti istituti finanziari che, tra le loro offerte, mettono a disposizione dei loro clienti anche i prestiti cambializzati. Come detto, si tratta di una formula davvero conveniente sotto molti aspetti, soprattutto per chi è stato segnalato al CRIF in quanto cattivo pagatore o protestato.

Chiaramente, ogni finanziaria potrebbe richiedere documentazioni o requisiti differenti per accedere al prestito, e per questo vi consigliamo anzitutto di individuare quella che fa per voi e contattare direttamente la sua sede per avere maggiori informazioni.

 

 

Prestiti con cambiali a Firenze

Prestiti con cambiali a Firenze

Prestiti con cambiali a Firenze

I recenti periodi di crisi economica hanno portato gli istituti di credito e le società finanziarie a creare nuove tipologie di prestito, in modo da allargare la clientela anche a coloro che, un tempo, non avrebbero potuto avere accesso alle forme di prestito tradizionali.

Tra questi metodi rientra senza dubbio quello del prestito cambializzato. Quest’ultimo si serve, come da nome, della cambiale, ovvero di un titolo di credito che attribuisce al suo legittimo possessore il diritto a ottenere il pagamento della somma indicata, nella scadenza e nel luogo che sono previsti da essa e dunque in tempi decisamente più rapidi rispetto ad altre forme di prestito più tradizionali.

In questo articolo vedremo dunque che cos’è nello specifico un prestito cambializzato, i requisiti e i passaggi da compiere per richiederlo e, infine, i principali istituti di credito situati a Firenze presso i quali è possibile richiederne uno.

Che cos’è un prestito cambializzato?

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente.

Come abbiamo già detto, una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo. La normativa riguardante le cambiali è sancita dal Regio Decreto 14 Dicembre 1933 n. 1669, in particolare all’articolo 1, dove vengono chiariti gli elementi che devono essere contenuti in una di esse.

Sulle cambiali va imposto un bollo, vengono emesso tramite tratte o “pagherò” e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Tuttavia, ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, poiché, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile,  poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Inoltre, bisogna sempre assicurarsi di essere in grado di pagare le rate mensili, dal momento che con il mancato pagamento di anche solo un’unica cambiale si potrebbe rischiare di venire protestati. Ciò ovviamente porterebbe con sé diverse conseguenze negative, tra cui l’impossibilità di finanziamenti futuri.

Le somme che è possibile richiedere con un prestito cambializzato vanno in genere da un minimo di 1.500  ai 50.00 euro, mentre la durata del rimborso va da uno ad un massimo di dieci anni, a discrezione dell’istituto finanziario.

I requisiti per poter farne richiesta potrebbero variare, ma in genere gli istituti possono richiedere dei titoli come forma di garanzia, come ad esempio un Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti; Certificazione Unica o Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA; cedolino della pensione nel caso di pensionati; eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Chi eroga prestiti cambializzati a Firenze?

Chiunque abiti a Firenze e desideri sottoscrivere un prestito cambializzato può stare tranquillo, la possibilità esiste.

In particolare, ad offrire dei prestiti con cambiali nel capoluogo toscano è l’agenzia di credito Fin Florence. Con oltre quarant’anni di esperienza nel campo finanziario, offre ogni tipo di prestito per qualsiasi tipologia di cliente.

In particolare, tra i suoi servizi si possono ritrovare i finanziamenti più classici, dai prestiti personali alla cessione del quinto sia per dipendenti che pensionati. Oltre a questi, Fin Florence mette a disposizione dei suoi clienti l’opportunità di sottoscrivere anche dei prestiti cambializzati.

Andando più nel dettaglio, Fin Florence eroga dei prestiti con cambiali con una durata massima di 30 mesi. La somma che è possibile richiedere varia in modo proporzionale in base al reddito e agli impegni in essere, e le cambiali emesse così come i tassi di interesse sono fissi.

Per quanto riguarda i requisiti, l’agenzia offre questa soluzione sia a lavoratori dipendenti che ad autonomi e ai pensionati con almeno 700,00 euro di pensione netta. Per richiedere il prestito è necessario presentare la copia delle ultime due buste paga e modello CUD, e ovviamente la fotocopia di un proprio documento di identità e un codice fiscale valido.

Conclusioni

In definitiva, chiunque risieda a Firenze ha la possibilità di ottenere l’erogazione di un prestito tramite cambiali senza alcun problema. Si tratta senza dubbio di una valida alternativa per chiunque sia stato segnalato al CRIF in quanto cattivo pagatore o protestato, e che per questo bisogna sicuramente tenerla in considerazione.

Per concludere, vi consigliamo sempre vivamente di informarvi presso la vostra finanziaria di riferimento per ottenere tutte le informazioni necessarie e in linea con la vostra situazione economica.

 

Prestito cambializzato Genova

Prestito cambializzato Genova

Prestito cambializzato Genova

Come sicuramente saprete già, presso alcune finanziarie è possibile fare richiesta per ottenere un prestito tramite l’emissione di cambiali. Una cambiale è un titolo di credito regolato dalla legge italiana che negli ultimi anni si è estremamente diffuso per alcune sue particolarità.

Infatti, il prestito cambializzato prevede il rimborso della somma richiesta dal debitore tramite il pagamento di questi titoli di credito su base mensile. È una soluzione particolarmente vantaggiosa, perché a differenza dei tradizionali finanziamenti messi a disposizione da banche e istituti di credito, questa formula non richiede particolari garanzie ed è accessibile a praticamente tutti. Ciò significa che anche tutti coloro che sono stati segnalati poiché cattivi pagatori (ossia chi non è riuscito a far fronte al rimborso di una o più rate di un finanziamento così come stabilito nei termini del contratto) oppure protestati (chi si è rifiutato di pagare o accettare il titolo di credito presentato da un debitore) possono richiederne uno senza troppi problemi.

Gli istituti che offrono dei prestiti con cambiali si trovano in tutto il territorio nazionale. In questo articolo, in ogni caso, ci concentreremo su quelli che operano a Genova e nei suoi dintorni.

Prestiti cambializzati a Genova: chi li eroga?

Come detto, anche chi risiede a Genova può tranquillamente usufruire dei prestiti cambializzati. Sono infatti diverse le finanziarie che offrono tra i suoi servizi anche questa soluzione. Ecco dunque una lista delle agenzie aggiornata al 2022 degli istituti che offrono prestiti cambializzati a Genova e dintorni:

  • Finatel: questa agenzia finanziaria si trova a Genova in via Sottoripa 1/A e può contare su un team di esperti che accompagnerà il cliente verso la scelta più adatta alla sua situazione. Offre vari tipi di finanziamenti, tra cui prestiti personali, fiduciari, cessione del quinto e ovviamente prestiti cambializzati. Per quanto riguarda questi ultimi, è possibile richiedere una somma che va dai 2.500 ai 31.000 euro, con rata e tassi di interesse fissi. Questa formula è rivolta a tutti i lavoratori dipendenti, che possono richiederla anche se hanno già sottoscritto altri prestiti. L’elaborazione della richiesta è molto rapida, può avvenire anche nel giro di due o tre giorni, e la consegna del denaro può essere effettuata anche a domicilio.
  • Aliprestito S.p.a.: l’istituto opera nel capoluogo ligure sin dal 1986, offre molti servizi finanziari (cessioni del quinto, prestiti personali e altri finanziamenti) ed è diventata nel tempo una delle realtà più solide di tutto il panorama genovese. Mette a disposizione dei suoi clienti dei consulenti esperti ed affidabili, in grado di aiutare chi ne fa richiesta a trovare la soluzione che meglio fa al caso suo. Aliprestito ha un occhio di riguardo per dipendenti e pensionati, ma ciò non toglie che chiunque possa rivolgersi a loro per l’erogazione di un prestito su misura.
  • Credipass: si tratta di una società di mediazione creditizia ubicata a Genova in Salita Salvatore Viale 1/19. Può vantare la collaborazione con oltre venti istituti bancari su tutto il territorio nazionale e offre prestiti personali, cessioni del quinto e mutui. Presso la loro piattaforma web, è possibile richiedere un preventivo e, eventualmente, compilare un modulo per fare richiesta di un prestito.

Come ottenere un prestito cambializzato?

Ottenere un prestito con cambiali è davvero semplice.

Per quanto riguarda i requisiti, questi possono variare a seconda dei casi e dell’agenzia alla quale ci si rivolge. In ogni caso, qui di seguito potete trovare un elenco della documentazione più comunemente richieste dalla maggior parte degli istituti finanziari:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Qualora si abbiano i requisiti e i documenti necessari, per fare richiesta per un prestito cambializzato non bisogna fare altro che compilare la domanda apposita presso la sede dell’istituto di vostra scelta o, nel caso sia presente, direttamente presso il suo sito internet.

Dopodiché, il denaro che avete richiesto sarà erogato nel giro di pochissimi giorni.

Nulla di più facile!

Conclusioni

Abbiamo visto come siano molte gli istituti finanziari che permettono l’erogazione di un prestito con cambiali presso la città di Genova.

Si tratta senz’altro di una valida alternativa per tutti coloro che non hanno la possibilità di accedere ai tradizionali finanziamenti messi a disposizione dalle banche e dagli istituti di credito, come nel caso dei segnalati al CRIF.

Per concludere, vi consigliamo sempre vivamente di informarvi presso la vostra finanziaria di riferimento per ottenere tutte le informazioni necessarie e in linea con la vostra situazione economica.

 

Prestiti cambializzati senza controllo CRIF

Prestiti cambializzati senza controllo CRIF

Prestiti cambializzati senza controllo CRIF

La crisi economica affrontata negli ultimi anni ha peggiorato la situazione finanziaria di molte persone, rendendo sempre più pressante la necessità di denaro in tempi stretti.

Ovviamente, le finanziarie hanno cercato nell’ultimo periodo di rispondere a questi bisogni aggiornando i propri servizi, e lo dimostra il netto incremento della domanda di prestiti cambializzati.

Si tratta di una particolare tipologia di prestito che potrebbe risolvere i molti problemi di chi non può accedere ai tradizionali finanziamenti offerti dalle banche e dagli istituti di credito, come cattivi pagatori e protestati poiché segnalati in precedenza al CRIF.

In questo articolo vedremo innanzitutto di chiarire cosa sia il CRIF, e quindi spiegheremo in che modo i prestiti cambializzati possano essere di aiuto a cattivi pagatori e protestati.

Che cos’è il CRIF?

Il CRIF (Centrale Rischi Finanziari) è una società che gestisce un banca dati contenente informazioni creditizie, in particolare quelle riguardanti eventuali posizioni debitorie dei soggetti censiti. Tra le altre cose, include una lista degli individui cosiddetti cattivi pagatori e protestati. Le banche si servono del CRIF per reperire informazioni finanziarie sui soggetti che richiedono finanziamenti, prestiti o intendono aprire un conto corrente, in modo da verificare la loro affidabilità economica e capacità di rimborsare gli eventuali debiti contratti.

Tutte le banche, nessuna esclusa, aderiscono al CRIF o ad altri SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) e si avvalgono dei loro servizi. Tuttavia, alcune tipologie di finanziamento o prestito sono ritenute così sicure e prive di rischio dalle banche e dagli istituti finanziari, da non ritenere assolutamente necessario passare per il controllo del CRIF.

Tra queste forme di prestito rientra proprio quella con cambiali.

Prestito cambializzato: di che si tratta?

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente.

Una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo. La normativa riguardante le cambiali è sancita dal Regio Decreto 14 Dicembre 1933 n. 1669, in particolare all’articolo 1, dove vengono chiariti gli elementi che devono essere contenuti in una di esse.

Sulle cambiali va imposto un bollo, vengono emesso tramite tratte o “pagherò” e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Tuttavia, ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, poiché, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile,  poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Inoltre, bisogna sempre assicurarsi di essere in grado di pagare le rate mensili, dal momento che con il mancato pagamento di anche solo un’unica cambiale si potrebbe rischiare di venire protestati. Ciò ovviamente porterebbe con sé diverse conseguenze negative, tra cui l’impossibilità di finanziamenti futuri.

Le somme che è possibile richiedere con un prestito cambializzato vanno in genere da un minimo di 1.500  ai 50.00 euro, mentre la durata del rimborso va da uno ad un massimo di dieci anni, a discrezione dell’istituto finanziario.

Chi può richiedere un prestito cambializzato?

La risposta a questa domanda è davvero molto semplice: tutti possono accedere ai prestiti con cambiali. Infatti, non essendo necessario passare sotto al vaglio del CRIF, il prestito cambializzato si rivolge a chiunque, persino a cattivi pagatori e protestati. Infatti, come abbiamo spiegato precedentemente, sono le cambiali stesse a fare da garanzia per il rimborso del prestito, e non è dunque ritenuto necessario fare ulteriori accertamenti sull’affidabilità finanziaria del richiedente.

I requisiti per poter farne richiesta potrebbero variare, ma in genere gli istituti possono richiedere dei titoli come forma di garanzia, come ad esempio un Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti; Certificazione Unica o Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA; cedolino della pensione nel caso di pensionati; eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

In altri casi, alcune finanziarie potrebbero richiedere la presenza di un garante terzo che si faccia carico del rimborso del prestito qualora il richiedente non ne sia in grado, oppure potrebbe essere richiesto di presentare un bene come garanzia, da pignorare in caso di mancato pagamento.

Conclusioni

In conclusione, il prestito cambializzato non necessita di alcun controllo delle liste del CRIF. Pertanto, è assolutamente accessibile a chiunque, compresi cattivi pagatori e protestati.

In ogni caso, i requisiti specifici variano da finanziaria a finanziaria. Di conseguenza, consigliamo vivamente di recarvi presso la sede del vostro istituto di riferimento, dove vi verranno indicati tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

 

Prestiti cambializzati in 24 ore

Prestiti cambializzati in 24 ore

Prestiti cambializzati in 24 ore: è possibile?

Si sente spesso parlare della possibilità di ottenere un prestito entro 24 ore, ma è davvero possibile? Può sicuramente succedere che si abbia immediato bisogno di liquidità per far fronte a una qualsiasi evenienza o imprevisto. Inoltre, bisogna sottolineare che, la maggior parte delle volte, a interessarsi a prestiti veloci come in questo caso sono individui che  purtroppo non hanno accesso a forme tradizionali di finanziamento presso banche o istituti di credito.

Negli ultimi tempi, sono sempre di più le finanziarie che cercano di venire incontro ai soggetti più in difficoltà emettendo dei prestiti in tempi decisamente più rapidi rispetto al passato, dunque è perfettamente possibile ottenerne uno in 24 ore.

In questo articolo vedremo dunque in che modo è possibile ricevere un prestito in giornata e i passaggi per ottenerlo.

È possibile ricevere un prestito in 24 ore?

Sicuramente, la crisi economica affrontata negli ultimi anni ha peggiorato la situazione finanziaria di molte persone, rendendo sempre più pressante la necessità di denaro in tempi stretti.

Ovviamente, le finanziarie hanno cercato nell’ultimo periodo di rispondere a questi bisogni aggiornando i propri servizi, e lo dimostra il netto incremento della domanda di prestiti cambializzati veloci.

In sostanza, la velocità di erogazione del prestito è ormai diventata per gli operatori del credito un fattore estremamente importante e differenziante, che permette di conquistare un cliente e fidelizzarlo in pochissimo tempo.

Il modo migliore per ottenere liquidità in tempi così stretti è proprio il prestito cambializzato veloce. Vediamo subito di che cosa si tratta.

Prestito cambializzato veloce: come funziona?

I prestiti cambializzati veloci rappresentano un metodo molto semplice e sicuro per ottenere denaro immediato. Esso è accessibile a chiunque, anche cattivi pagatori e protestati segnalati al CRIF, e avviene tramite la sottoscrizione di cambiali, ovvero dei titoli di credito regolati dalla Legge cambiaria r.d 1669 del 14/12/1933.

In ogni cambiale emessa viene chiaramente specificato l’importo dovuto, la data di rimborso, gli eventuali interessi, e il tutto viene sancito regolarmente da un bollo. In alcuni casi, il pagamento viene concesso solo in presenza di un garante terzo o tramite un bene, che verrebbe pignorato in caso di mancato rimborso. La velocità dell’erogazione è dovuta dunque al fatto che l’ente concedente non avrà bisogno di ulteriori verifiche di natura economica nei confronti del richiedente, perché sarà la stessa cambiale a fare da garanzia al pagamento.

Quindi, i tempi di accettazione di un prestito come questo dipendono essenzialmente dalla natura stessa della cambiale. Ciò significa che più sono le garanzie, più velocemente viene approvato il prestito. Inoltre, la velocità di erogazione dipende anche dalla somma richiesta e dalla quantità di cambiali da accordare. La firma di un solo titolo cambiario, infatti, che funga da garanzia per il 100% del prestito, sarà senza dubbio concesso in modo decisamente più tempestivo dall’ente a cui ci si è rivolti.

Tuttavia, è possibile sottoscrivere un prestito con cambiali veloce anche senza rivolgersi direttamente a degli istituti di credito, ma accordandosi tra privati.

Il prestito tra privati è, come da nome, una particolare tipologia di prestito che intercorre tra due individui privati. Ciò significa che la transazione non passa attraverso banche o istituti finanziari, ma semplicemente tra una persona e l’altra e la preparazione di una scrittura privata.

In questo caso, soprattutto se il creditore è una persona fidata, sarà addirittura più semplice ottenere il prestito entro 24 ore.

Come ottenere un prestito cambializzato veloce

Premesso quindi che chiunque può richiedere un prestito cambializzato veloce, vediamo ora come ottenerne uno.

Sono molti gli istituti finanziari che offrono questa possibilità, e una volta individuato quello che fa al caso vostro potrete rivolgervi direttamente ad uno degli agenti dell’ente direttamente presso una loro filiale, oppure sfruttare, nel caso sia presente, la loro piattaforma online. In quest’ultimo caso, il procedimento potrà essere addirittura più rapido.

I requisiti per poter farne richiesta potrebbero variare, ma in genere gli istituti possono richiedere dei titoli come forma di garanzia, come ad esempio un Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti; Certificazione Unica o Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA; cedolino della pensione nel caso di pensionati; eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Invece, nel caso in cui si opti per un prestito tra privati, è fortemente raccomandato stipulare una scrittura privata in modo da evitare qualsivoglia problematica legale, sia nel caso si tratti di un prestito oneroso che a titolo gratuito.

Nel primo caso, il prestito viene erogato senza che produca interessi. Di conseguenza il richiedente dovrà rimborsare solo la somma prestata. Nel secondo caso, invece, la transazione genererà degli interessi, che dovranno quindi essere rimborsati.

Qualora non venga chiarita la natura del prestito effettuato, sarà automaticamente considerato oneroso, come forma di tutela nei confronti del creditore. Ecco dunque perché è fondamentale regolamentare per iscritto la formula del prestito.

Va da sé, poi, che sarà necessario indicare la data di restituzione del denaro prestato così come il giorno esatto in cui è stata accordata la transazione. Ricordiamo anche che, nel caso in cui la redazione del contratto venga fatta per corrispondenza, non sarà necessario registrarla presso l’Agenzia delle Entrate.

Conclusioni

Abbiamo quindi visto che è assolutamente possibile ottenere un prestito cambializzato in sole 24 ore. Da diverso tempo, ormai, gli istituti finanziari cercano di velocizzare il più possibile le loro procedure in modo da andare incontro ai bisogni immediati dei richiedenti. È tuttavia importante informarsi presso la finanziaria di riferimento così da essere sicuri circa i tempi di accettazione ed erogazione.

Inoltre, è anche possibile ricevere denaro in brevissimo tempo stipulando un accordo tra privati sancito da documento scritto.

In entrambi i casi, potrete ricevere la somma richiesta nell’arco di una giornata.

 

 

 

Sefa finanziamenti cambializzati recensioni

Sefa finanziamenti cambializzati recensioni

Prestiti cambializzati presso Sefa Finanziamenti

Talvolta, è possibile che si presenti la necessità di disporre di liquidità immediata per far fronte a spese impreviste o a pagamenti ingenti. In questi casi, è molto comune rivolgersi a banche,  istituti di credito o finanziarie per accedere in tempi rapidi ad un prestito.

Chiaramente, non è sempre semplice trovare l’agenzia o l’istituto più conveniente o che fa al proprio caso. Inoltre, può spesso capitare che la banca alla quale ci rivolgiamo ci neghi l’erogazione di un prestito, perché non ritenuti affidabili o perché segnalati in passato al CRIF (Centrale Rischi Finanziari).

Ecco dunque che in questo articolo vi descriveremo i servizi di una finanziaria che opera in tutta Italia e che offre servizi di qualità, rivolgendosi anche a cattivi pagatori e protestati tramite i prestiti cambializzati, accessibili a chiunque. La Sefa Finanziamenti è infatti una realtà molto interessante, che sarebbe bene tenere a mente qualora si avesse la necessità di richiedere un prestito o un finanziamento.

Sefa Finanziamenti

La Sefa Finanziamenti è una finanziaria che ha sede in Lombardia, a Saronno (provincia di varese) in Viale Rimembranze n.43, ma che opera in tutta Italia tramite la sua piattaforma web.

L’azienda opera nel settore dell’intermediazione finanziaria da molti anni, ormai dal 1980, e da allora i suoi servizi si sono ampliati, così come la sua copertura sul territorio italiano.

L’agenzia propone prestiti personali, mutui, prestiti con cambiali per cattivi pagatori o con protesti, cessioni del quinto dello stipendio e della pensione ed altre soluzioni per il credito a condizioni vantaggiose e studiate su misura in base alle richieste di ogni singolo cliente. Oltre a questo, offrono formule di finanziamento pensate appositamente per per lavoratori dipendenti, autonomi, professionisti e pensionati, così come per i cosiddetti “lavoratori atipici”, ovvero in condizioni di reddito precarie.

Di conseguenza, una volta essersi rivolti ad uno dei loro agenti, sarà possibile visualizzare le diverse soluzioni offerte in modo da trovare quella più opportuna e adeguata alla propria situazione.

Prestiti cambializzati

Andiamo ora al nodo centrale di questo articolo: a quale tipologia di prestiti con cambiali è possibile accedere presso Sefa Finanziamenti?

Come detto, sono davvero molti i servizi offerti dall’agenzia, e il prestito cambializzato è sicuramente tra i principali. Sefa Finanziamenti offre infatti la possibilità di accedere ad un prestito con cambiali anche ai cosiddetti cattivi pagatori e protestati, in soluzioni abbastanza flessibili.

Ciò che è particolarmente vantaggioso, è il fatto che la durata prevista del rimborso delle cambiali erogate viene decisa direttamente dal richiedente, insieme ad uno degli agenti della finanziaria. Chiaramente, essa varia anche da somma a somma, ma in genere va da un minimo di 18 mesi ad un massimo di 72.

È inoltre possibile estinguere in anticipo il debito oppure richiederne un altro, anche prima di avere estinto il primo.

Generalmente, Sefa Finanziamenti non richiede particolari garanzie prima di erogare il prestito cambializzato. È comunque necessario presentare dei documenti:

  • Il codice fiscale;
  • Una carta d’identità valida;
  • Un documento di reddito (Cud e busta paga se dipendenti, modello unico se autonomi, CUD e cedolino pensione se pensionati);
  • Utenza fissa intestata o se richiesto certificato di residenza e stato di famiglia;
  • Estratti conto o lista movimenti dei vostri conti corrente degli ultimi 3 o 6 mesi;
  • Atto di provenienza del vostro immobile di proprietà;
  • Atto di mutuo (se presente) con le ultime 3 rate pagate;
  • Piantina catastale immobile.

Oltre a questo, non verrà richiesto null’altro. Tuttavia, in caso di determinati importi o situazioni particolari, l’agenzia potrebbe richiedere l’ipoteca sull’immobile a garanzia del pagamento, ma si tratta comunque di una richiesta abbastanza rara e circoscritta.

Come ottenere un prestito cambializzato presso Sefa Finanziamenti

Ora che abbiamo spiegato quali sono i servizi offerti da Sefa Finanziamenti, possiamo concentrarci su come ottenerne uno.

L’agenzia riceve presso la sua sede a Saronno, così come in tutte le filiali operative in Lombardia. Potrete recarvi in una qualsiasi di queste e parlare direttamente con uno degli agenti dell’istituto, che vi illustrerà le soluzioni migliori per voi e avere subito un preventivo.

Chiaramente, per tutti coloro che non hanno la possibilità di recarsi in prima persona presso una delle loro sedi, è comunque possibile ottenere tutte le informazioni di cui si ha bisogno tramite il loro sito internet.

Sulla loro piattaforma web, infatti, si possono visionare tutti i servizi offerti da Sefa Finanziamenti. ed è possibile compilare la richiesta online. Così facendo, si verrà ricontattati da uno dei loro referenti commerciali ed ottenere tutte le informazioni che si desiderano, così come un preventivo gratuito circa i tassi di interesse e le spese di finanziamento previste per un prestito con cambiali.

Conclusioni

In definitiva, Sefa Finanziamenti è senz’altro una realtà da tenere a mente per quanto riguarda i prestiti cambializzati. Si tratta di un’agenzia con molti anni di esperienza alle spalle ed affidabile, che propone soluzioni valide e piuttosto convenienti.

Inoltre, i loro prestiti cambializzati sono accessibile anche a coloro che sono stati segnalati al CRIF come cattivi pagatori o protestati, venendo quindi incontro ai bisogni economici di molte persone che non hanno la possibilità di rivolgersi a banche o istituti di credito per richiedere dei prestiti o dei finanziamenti tradizionali.

Social Lending e prestiti cambializzati

Social Lending e prestiti cambializzati

Social Lending e prestiti cambializzati

Il Social Lending è una forma di prestito che bisogna senz’altro conoscere. È infatti una valida alternativa alle tradizionali tipologie di finanziamento che è possibile richiedere in banca o presso gli istituti di credito, per molte ragioni che andremo a spiegare.

Questa forma di prestito è nata in Gran Bretagna nel 2005, e da allora si è rapidamente diffusa in tutta Europa fino ad approdare anche in Italia. Negli ultimi anni se ne è sentito parlare spesso, e sono molti gli esperti che lo definiscono come il “prestito del futuro”:

Ovviamente, ha delle regole e delle limitazioni, ma può essere davvero utile a moltissimi, anche perché è facilmente accessibile a chiunque, persino a chi è stato segnalato al CRIF.

In questo articolo vedremo quindi di spiegare cosa sia il Social Lending per chi ancora non lo conoscesse, come questa tipologia di prestito può aiutare i cosiddetti cattivi pagatori, e qual è la sua relazione con i prestiti cambializzati.

Che cos’è il Social Lending?

Il Social Lending, anche detto P2P (ovvero Peer to Peer) non è altro che un prestito tra privati che avviene tramite Internet e piattaforme web.

Ecco quindi che il Social Lending non vede coinvolte banche o altri istituti di credito, ma solo dei privati. Ovviamente, le piattaforme online che offrono questi servizi sono regolamentate e il loro funzionamento viene controllato, nel nostro Paese, direttamente dalla Banca d’Italia.

La rapida diffusione del Social Lending è sicuramente dovuta alla sua accessibilità e immediatezza, tipica degli strumenti di condivisione che in anni recenti si sono sviluppati e hanno spopolato proprio su Internet.

In sostanza, il Social Lending permette a soggetti interessati a prestare denaro di entrare in contatto tramite specifiche piattaforme con altri individui che hanno bisogno di fondi o risorse finanziarie per determinati progetti o necessità.

Come funziona il Social Lending?

È molto semplice.

Per usufruire di questo servizio, basta registrarsi su una delle tante piattaforme web che ne offrono la possibilità. Tra questi, i pià popolari sono sicuramente Prestiamoci, Smartika, Estateguru, Peerberry, Mintos e molti altri.

Ovviamente, bisognerà fornire alcune informazioni preliminari (contratto di lavoro, reddito, beni ecc.) prima di entrare in contatto con i creditori, così che si possa essere inquadrati all’interno di una scala di affidabilità. In base a questo, in genere, verranno calcolati anche i tassi di interesse e la somma massima che sarà possibile richiedere.

Una grande particolarità di questo servizio è il fatto che, molto spesso, il prestito che si richiede non verrà fornito da un unico soggetto, ma da diversi. Questi ultimi, insieme, andranno a fornire la somma totale che si ha richiesto. In tal caso, il debitore ripagherà le rate mensili dalla piattaforma, e sarà direttamente il gestore del sito a distribuirle tra i vari creditori interessati.

Oltre a questo, le piattaforme di Social Lending assicurano la totale riservatezza e protezione della privacy. Gli scambi avverranno infatti tramite nickname, e il rapporto tra debitori e creditori sarà completamente anonimo.

Social Lending per cattivi pagatori

Come premesso, le società di Lending sono in ogni caso sempre in contatto con la Banca d’Italia. Ciò significa che, come nel caso delle banche e degli istituti di credito tradizionali, anche queste piattaforme si avvalgono delle liste fornite dal CRIF, soprattutto per verificare l’affidabilità finanziaria dei clienti.

Tuttavia, a differenza degli altri istituti di credito, le società di Lending non respingono automaticamente una richiesta di prestito, anche se essa proviene da un cattivo pagatore o protestato.

Invece, questi dati andranno ad influenzare la scala di affidabilità di cui abbiamo parlato precedentemente. Di conseguenza, sarà poi il creditore stesso a decidere se accettare o meno la richiesta di prestito.

Ecco quindi che il Social Lending è un’ottimo modo per i cattivi pagatori e protestati di ottenere un prestito senza troppe garanzie: sarà necessario un semplice accordo scritto tra le parti o la sottoscrizione di una cambiale.

Infatti, essendo una tipologia di prestito tra privati, sono tante le analogie con il prestito cambializzato.

Social Lending e prestito cambializzato

Come detto, per quanto sia un settore in costante crescita, il Social Lending non è ancora ampiamente diffuso in Italia, e non sono moltissime le piattaforme che se ne occupano. Per questo, ora come ora, potrebbe non essere sempre facile ottenere un prestito con il Social Lending.

Qualora non riusciste ad ottenerne uno, ci sono comunque altre valide alternative per ottenere liquidità immediata e in tutta sicurezza.

La prima di queste soluzione è senza dubbio quella offerta dal prestito cambializzato.

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente.

Una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo.

Sulle cambiali va imposto un bollo, vengono emesso tramite tratte o “pagherò” e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Tutto questo contribuisce alla sicurezza sia del debitore, che avrà la certezza di liquidità immediata, sia del creditore, al quale viene assicurato che la cambiale verrà rimborsata.

Inoltre, i prestiti con cambiali non passato sotto il controllo del CRIF, e per questo sono assolutamente accessibili anche per cattivi pagatori e protestati.

Conclusioni

In definitiva, il Social Lending è una realtà in grande sviluppo e che promette di cambiare in modo totale le modalità con cui al giorno d’oggi si erogano e ricevono prestiti.

Ha moltissimi vantaggi tra la sua parte, tra cui la facile accessibilità, l’immediatezza e le garanzie di sicurezza che offre.

Oltre a questo, chiaramente, bisogna tenere in considerazione la possibilità di sottoscrivere altre tipologie di prestiti tra privati, come quello cambializzato. Quest’ultimo offre infatti gli stessi benefici del Social Lending, con la sola differenza che non viene generalmente eseguito online, per quanto esistano ormai delle finanziarie che operano anche tramite le loro piattaforme web.

 

 

 

Prestito con cambiali a Roma

Prestito con cambiali a Roma

Prestito con cambiali a Roma

Saprai sicuramente che i prestiti cambializzati sono ormai una realtà ben definita. A seguito della crisi economica, i prestiti con cambiali si sono infatti diffusi progressivamente in tutta Italia fino ad imporsi come la principale alternativa ai tradizionali finanziamenti concessi da banche e istituti di credito.

Inoltre, rappresentano una soluzione ottima per chiunque abbia bisogno di liquidità immediata e soprattutto per tutti coloro che loro malgrado sono stati segnalati al CRIF in quanto cattivi pagatori o protestati.

Infatti, chiunque può richiedere questa forma di finanziamento: la sua peculiarità sta proprio nel fatto che può essere erogato anche a coloro che non hanno la possibilità di richiedere un prestito personale in banca.

In questo articolo vedremo dunque i principali istituti di credito situati a Roma che offrono questa soluzione, quindi i requisiti e i passaggi da compiere per richiederlo.

Prestiti cambializzati a Roma: chi li eroga?

Per chi risiede a Roma e provincia, sono diverse le realtà che offrono a chi ne ha bisogno la possibilità di usufruire dell’erogazione di un prestito cambializzato. Dunque vediamo nel dettaglio quali sono questi istituti:

  • FinMedia: situato in via Assoro 45, propone, tra i vari servizi offerti, anche l’ottenimento di prestiti con cambiali a chiunque risieda all’interno della regione Lazio. Presso la loro sede, è possibile ottenere un preventivo personalizzato, bastano pochi minuti e potrete ottenere il vostro prestito con cambiali;
  • Credito Veloce Spa: istituto finanziario con sede a Roma in via Giuseppe Ferrari 35. Offre prestiti cambializzati e Finanzia anche cattivi pagatori non protestati, nel caso in cui il protesto riguardi il mancato pagamento di precedenti cambiali. Eroga da 2.000 a 5.000 euro al massimo pagabili da 3 a 36 mesi. È disponibile anche un sito web dell’agenzia dove è possibile ricevere tutte le informazioni necessarie.;
  • AlyCredit di Sabaudia Latina: questa agenzia finanziaria si trova a Sabaudia Latina, in Via Biancamano 22 e offre prestiti cambializzati a lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. Opera non solo nella zona di Roma ma in tutta Italia;
  • Eurocqs Spa: istituto situato in via Via Antonio Pacinotti 73/81, ma ha filiali in tutta Italia. Con Eurocqs Spa è possibile ottenere un servizio solido e sempre presente. I prodotti offerti sono la cessione del quinto dello stipendio, prestito con delega di pagamento, prestiti ai pensionati, mutui, consolidamento debiti, prestiti personali e ovviamente prestiti con cambiali.
  • King Prestiti: questa finanziaria non ha tecnicamente la sua sede a Roma, ma non è affatto un problema. Propone infatti dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.
  • 4Credit Srl: si tratta anche in questo caso di una società finanziaria che non ha la sua sede fisica a Roma, ma che offre l’erogazione di prestiti con cambiali in tutta Italia grazie alla sua piattaforma web a dipendenti, pensionati, autonomi e persino a cattivi pagatori. È possibile richiedere un preventivo gratuito e ricevere in poco tempo il proprio prestito.
  • Cb finanziamenti Srl Italcredi Spa: ha sede in Veneto, ma opera in tutta Italia tramite il suo sito e quindi anche a Roma. Tratta prestiti cambializzati fino a 50.000 euro, con rimborso entro massimo 120 mesi e fino a 70 anni per tutti;

Come richiedere un prestito cambializzato

Chiariti i principali erogatori di prestiti con cambiali situati a Roma o che operano nella Capitale anche online, consigliamo di prendere in considerazione più preventivi in modo da scegliere quello migliore per la propria situazione.

Dunque, una volta individuata l’agenzia alla quale rivolgersi, è possibile fare domanda per il prestito. Alla propria domanda sarà ovviamente necessario allegare una copia del proprio documento d’identità e codice fiscale, e una serie di documenti che possono variare a seconda della propria posizione In particolare, sarà necessario presentare come garanzia:

  • una copia del Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti;
  • una copia della Certificazione Unica o del Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA;
  • una copia del cedolino della pensione nel caso di pensionati;
  • eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

In ogni caso, l’agenzia di vostra scelta vi indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

Fatta la domanda, il vostro prestito verrà erogato, in genere, nel giro di quattro o cinque giorni lavorativi.

Conclusioni

Come abbiamo visto, chiunque può accedere ad un prestito tramite cambiali, dal momento che il suo rimborso è ritenuto tanto sicuro dagli istituti che lo erogano da non richiedere ulteriori verifiche sull’affidabilità economica del richiedente. Ciò significa che anche i cattivi pagatori e i protestati che sono stati precedentemente segnalati al CRIF possono richiederlo senza alcun problema.

Ottenere un prestito cambializzato è, come abbiamo sottolineato, davvero molto semplice. Sono poche le garanzie e i documenti che vengono richieste dalle agenzie, e pertanto l’erogazione della somma desiderata avviene generalmente in tempi piuttosto brevi.

 

 

 

Prestito cambializzato Unicredit

Prestito cambializzato Unicredit

La Unicredit offre prestiti cambializzati?

Può capitare a tutti, in qualsiasi momento della propria vita, di avere bisogno di ottenere un prestito. Chiaramente, i primi istituti a cui ci rivolgeremmo saranno quelli più popolari e tradizionali, come la banca Unicredit, che offrono in genere molte più soluzioni rispetto ai piccoli istituti di credito.

Tuttavia, il problema si pone nel caso in cui si sia stati segnalati al CRIF (Centrale Rischi Finanziari), in quanto cattivi pagatori o protestati. In questo caso, è molto più difficile accedere ai tradizionali prestiti, perché ritenuti economicamente non affidabili.

Dunque, in questo articolo spiegheremo quali sono le soluzioni offerte dalla Unicredit per andare incontro ai segnalati al CRIF, e cercheremo di sciogliere il dubbio sul fatto che essa offra o meno prestiti con cambiali.

Unicredit e prestiti cambializzati

Andiamo con ordine.

Il CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria) è una società che gestisce un banca dati contenente informazioni creditizie, in particolare quelle riguardanti eventuali posizioni debitorie dei soggetti censiti. Tra le altre cose, include una lista degli individui cosiddetti cattivi pagatori e protestati. Le banche si servono del CRIF per reperire informazioni finanziari sui soggetti che richiedono finanziamenti, prestiti o intendono aprire un conto corrente, in modo da verificare la loro affidabilità economica e capacità di rimborsare gli eventuali debiti contratti.

Chiaramente, si tratta di un grosso problema per chiunque sia stato segnalato come cattivo pagatore, poiché le banche o altri istituti finanziari potrebbero avvalersi di questo dato per negare l’erogazione di un prestito o finanziamento.

Tutte le banche aderiscono al CRIF o ad altri SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) e si avvalgono dei loro servizi. Tuttavia, si può affermare che, indirettamente, esistono delle operazioni che non necessitano di tali verifiche.

Infatti, esistono alcune tipologie di prestito e finanziamento che sono accessibili anche a chi è stato segnalato ad un SIC in quanto cattivo pagatore.

Tra questi ci sono i cosiddetti  prestiti con cambiali. Si tratta di particolari tipologie di prestito non finalizzato e rimborsati tramite cambiali da pagare mensilmente. Essi possono essere erogati anche a coloro che non hanno la possibilità di richiedere un prestito personale in banca, ovvero protestati e cattivi pagatori, poiché non necessitano di controllo del CRIF. Tuttavia, gli istituti di credito possono comunque richiedere alcuni titoli come forma di garanzia (in genere, una copia del Tfr, Certificazione Unica o cedolino della pensione).

Bisogna però comprendere che la Unicredit, come qualsiasi altra banca, non offre questo tipo di prestito. Per ottenerne uno è necessario rivolgersi a realtà finanziarie decisamente più piccole.

Unicredit: prestiti a cattivi pagatori

Come abbiamo visto, la Unicredit non presenta la possibilità di ottenere un prestito con cambiali. Tuttavia, mette a disposizioni dei suoi clienti altre tipologie di finanziamento che sono accessibili anche a chi è stato segnalato al CRIF.

Innanzitutto, tra queste tipologie rientra la cosiddetta cessione del quinto. Per quest’ultima si intende una particolare forma di prestito personale che è possibile richiedere per bisogni personali riguardanti la propria vita personale o familiare, come ad esempio l’acquisto di un’auto, un corso di formazione. È inoltre una forma di prestito non finalizzato, per cui non è necessario specificare il motivo per cui si richiede il denaro in prestito. La cessione del quinto è rivolta ai dipendenti e ai pensionati, dal momento che prevede, per l’appunto, il rimborso della somma ottenuto in prestito cedendo il quinto del proprio stipendio o della propria pensione (la rata non può comunque eccedere il 20%). Il rimborso deve generalmente avvenire tra i 24 e i 120 mesi dall’ottenimento del prestito. In questo modo, ripagandosi periodicamente con una quota dello stipendio o della pensione, non è necessaria un’ulteriore verifica o indagine a livello patrimoniale.

Un’altra possibilità messa a disposizione da Unicredit ai cattivi pagatori è il cosiddetto consolidamento del debito. Qualora si abbiano in corso diversi prestiti o finanziamenti, questa formula permette di cancellare quelli precedenti consolidandoli, per l’appunto, in un unico finanziamento che veda Unicredit come creditore. In questo modo, invece di rimborsare a diversi soggetti, ci si ritroverà a pagare un’unica rata mensile, oltre ad avere la possibilità di ottenere un credito ulteriore sempre presso Unicredit. Il rimborso deve avvenire tra i 36 e i 120 mesi, e può coprire una somma di massimo 50.000 euro.

Infine, non richiede il controllo del CRIF e non necessita di busta paga il cosiddetto prestito pegno su pegno. In questo caso si può ottenere il prestito dando in cambio un bene come garanzia. Questo deve essere chiaramente sottoposto ad una perizia che ne attesti il valore in modo oggettivo. A questo punto, si consegna l’oggetto e si ottiene il prestito. È una procedura molto semplice, rivolta a tutti, ma non sempre è così vantaggioso. Prevede infatti dei tassi di interesse più alti e un tempo di rimborso piuttosto breve, solitamente non superiore ai 12 mesi.

Conclusioni

Abbiamo quindi appurato che la Unicredit, come tutti grossi colossi bancari, non offre tra i suoi servizi la possibilità di ottenere un prestito cambializzato. Tuttavia, ciò non significa che, in quanto cattivo pagatore o protestato segnalato al CRIF, non sia possibile accedere a dei prestiti presso questo istituto.

Come abbiamo visto, sono diverse le soluzioni accessibili a chiunque, segnalati al CRIF o soggetti senza busta paga, che rappresenta un’alternativa valida rispetto al prestito con cambiali.

In ogni caso, consigliamo sempre di rivolgersi presso la propria banca di fiducia per reperire tutte le informazioni necessarie e scegliere la soluzione più vantaggiosa.

 

Prestito cambializzato Findomestic

Prestito cambializzato Findomestic

Findomestic: è possibile richiedere un prestito cambializzato?

I prestiti cambializzati rappresentano una tipologia di prestito che prevede il rimborso della somma ottenuta tramite il pagamento di cambiali, ovvero dei titoli da pagare mensilmente presso l’istituto che ha erogato la somma.

Si tratta di una forma di prestito abbastanza particolare, dal momento che viene solitamente richiesta da tutti coloro che non possono accedere ai prestiti più tradizionali offerti da banche o istituti di credito, come nel caso di cattivi pagatori o protestati segnalati al CRIF.

In questo articolo vedremo quindi se la Findomestic, uno degli istituti finanziari più grandi d’Italia, offre questo tipo di soluzione, e dunque quali potrebbero essere le alternative.

La Findomestic offre prestiti cambializzati?

Andiamo subito al dunque: no, la Findomestic non offre più prestiti cambializzati.

Per molti istituti bancari, il prestito con cambiali comporta troppi rischi, nonostante sia ritenuta da molti abbastanza sicura. Purtroppo, si tratta di una politica già in attivo da molto tempo, e per questo gli individui che desiderano ottenere un prestito cambializzato con Findomestic devono sapere che non è affatto possibile.

Ciò riguarda la Findomestic come la quasi totalità dei maggiori istituti bancari o di credito nel Paese. Qualora si volesse optare necessariamente per questo tipo di soluzione, bisognerà allora rivolgersi a realtà finanziarie più piccole.

Chiaramente, molti di voi (soprattutto se cattivi pagatori o segnalati al CRIF) potrebbero sentirsi scoraggiati. Tuttavia, non bisogna disperare: esistono altre valide alternative e prestiti che è possibile richiedere proprio presso la Findomestic e che potrebbero fare al caso vostro.

Findomestic: alternative al prestito cambializzato

Fatte le dovute premesse e chiarito che la Findomestic non presenta tra i suoi servizi la possibilità di ottenere un prestito cambializzato, possiamo adesso procedere a vedere quali sono le alternative che essa offre in questo senso.

Senza dubbio, una soluzione alternativa molto valida è quella del cosiddetto prestito senza busta paga. Presso la Findomestic, infatti, a differenza della maggior parte degli altri istituti di credito, è possibile richiedere un prestito senza presentare questa particolare documentazione.

Questa formula è generalmente rivolta a specifiche categorie: disoccupati, casalinghe, lavoratori part-time o con lavoro non continuativo e studenti under 35.

La sua particolarità sta nel fatto che, con questa soluzione, non esiste un importo massimo prestabilito, dal momento che essa dipende dal valore della garanzia presentata. Infatti, l’unica richiesta presentata da Findomestic e funzionale all’erogazione del prestito è la presenza di un garante, ovvero di una figura che si faccia carico della somma contratta dal debitore e che prometta di ripagarla nel caso quest’ultimo non ne sia in grado.

Il garante agisce quindi offrendo un’ipoteca su un bene con un valore tale chiaramente da giustificare  la somma richiesta dal debitore.

Inoltre, si tratta di un prestito non finalizzato, per cui non è necessario specificare le ragioni per le quali lo si richiede e il modo in cui si intende spendere la somma ottenuta.

È un prestito molto vantaggioso perché, come sottolineato, è accessibile a chiunque non essendo necessaria nemmeno la busta paga, e ha inoltre dei tassi di interesse molto contenuti.

Allo stesso modo, è anche possibile richiedere un prestito con cessione del quinto. Questo prevede l’erogazione della somma desiderata a dipendenti e pensionati (anche cattivi pagatori) che andrà rimborsata tramite, appunto, la cessione del quinto del proprio stipendio o della propria pensione.

Come richiedere un prestito presso la Findomestic

Chiariti i dubbi sui prestiti cambializzati e individuata un’alternativa altrettanto valida, la domanda sorge spontanea: come richiedere un prestito presso la Findomestic?

È possibile richiedere informazioni e ottenere un qualsiasi prestito presso una delle tante filiali della Findomestic diffuse in tutta Italia, oppure fare riferimento al loro sito web.

La piattaforma online della Findomestic è infatti molto avanzata e offre le stesse procedure in modo molto rapido e intuitivo. Approdati sul sito della Findomestic, è dunque possibile inviare un modulo online per richiedere un prestito. È ovviamente essenziale indicare la somma del prestito, i propri dati personali (nome e cognome, indirizzo, residenza ecc.) fornire una firma digitale e la documentazione richiesta, che chiaramente varia a seconda della soluzione scelta.

Il sito della Findomestic è anche dotato di un simulatore molto avanzato, che permette ai navigatori di compilare alcuni campi e di rispondere alcune domanda in modo da individuare la formula più adatta alle proprie esigenze e disponibilità economiche.

In ogni caso, i prestiti presso la Findomestic vanno da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 60.000, con dei rimborsi che vanno dalle 6 alle 120 rate mensili.

Conclusioni

In definitiva, la Findomestic offre senz’altro delle soluzioni accessibili anche a cattivi pagatori e segnalati al CRIF in genere, come attraverso il prestito senza busta paga o con cessione del quinto.

Tra queste soluzioni non è però presente il prestito cambializzato, come tra l’altro nella quasi totalità degli istituti bancari.

In ogni caso, consigliamo sempre di rivolgersi presso la propria banca di fiducia per reperire tutte le informazioni necessarie e scegliere la soluzione più vantaggiosa.

Vendita auto con cambiali

Vendita auto con cambiali

Vendita auto con cambiali

Vendere o acquistare un’automobile non è sempre facile. In entrambi i casi, si tratta di processi lunghi e spesso tortuosi, a causa dell’iter burocratico che bisognerebbe affrontare e, soprattutto quando si intende acquistare, dei prezzi poco accessibili.

Spesso sono proprio queste le ragioni che allontanano in molti dal vendere la propria macchina e, dall’altro lato, ai clienti di acquistarne una nuova.

Dunque, come risolvere?

A dire la verità, la soluzione esiste ed è rappresentata dalle cambiali.I prestiti cambializzati, infatti, permettono a chiunque ne abbia bisogno di accedere alla somma di denaro richiesta in modo rapido e senza intoppi, e ai creditori di avere la certezza che il debito verrà ripagato interamente e in tempo.

In questo articolo vedremo quindi come è possibile acquistare o vendere un’auto utilizzando le cambiali, chi può farne richiesta e spiegheremo poi cosa è il cosiddetto “cambialone” di cui spesso si sente parlare in questi casi.

Conviene comprare/vendere auto con le cambiali?

Ci sono vari modi per acquistare un’automobile attraverso le cambiali.

Innanzitutto, è possibile recarsi presso una finanziaria per valutare le opzioni riguardanti il prestito personale cambializzato. In questo caso, il prestito verrà erogato, per l’appunto, tramite l’emissione di cambiali da rimborsare mensilmente.

Il prestito cambializzato è una particolare tipologia di prestito non finalizzato, il che significa che non è affatto necessario specificare le ragioni per cui lo state richiedendo. Di conseguenza, potrete usarlo senza problemi per acquistare una nuova automobile.

Sarà solo necessario presentare alcuni documenti precisi e delle garanzie che accompagnano la domanda di prestito. I documenti necessari variano a seconda del richiedente ma tra quelli comuni che necessariamente bisognerà fornire all’atto di richiesta ci sono sicuramente la carta d’identità e il codice fiscale, quindi una copia del Tfr nel caso dei dipendenti, del cedolino nel caso dei pensionati e della Certificazione Unica se si è lavoratori autonomi e nulla di più.

Tuttavia, qualora non vi fosse la possibilità di recarsi direttamente presso un istituto finanziario, è comunque possibile richiedere un pagamento con cambiali direttamente al concessionario dal quale vorreste acquistare la vostra automobile.

Allo stesso modo, se si intende vendere la propria automobile, è possibile che il potenziale cliente vi chieda di procedere con questa tipologia di pagamento. Come già ampiamente spiegato precedentemente, questo non deve assolutamente preoccuparvi: le cambiali rappresentano un metodo di finanziamento assolutamente affidabile e sicuro.

Ecco dunque che le cambiali offrono una valida alternativa ai metodi tradizionali e possono essere d’aiuto a molte persone, soprattutto a coloro che non potrebbero accedere ai prestiti più comuni.

Cattivi pagatori e Protestati

Il più grande vantaggio rappresentato dai pagamenti in cambiali, è il fatto che chiunque possa farne uso. I prestiti cambializzati sono infatti accessibili a tutti, persino a coloro che sono stati segnalati al CRIF come i cosiddetti cattivi pagatori (ossia chi non è riuscito a far fronte al rimborso di una o più rate di un finanziamento così come stabilito nei termini del contratto) o protestati (chi si è rifiutato di pagare o accettare il titolo di credito presentato da un debitore) che, nonostante non possano rivolgersi ad una banca per richiedere un prestito, possono comunque ottenerne uno con cambiali presso un istituto di credito o rivolgendosi al proprio concessionario per l’acquisto di un’auto.

Chiaramente, questi individui si trovano generalmente ad affrontare un grosso problema, poiché le banche o altri istituti finanziari potrebbero avvalersi di questo dato per negare l’erogazione di un prestito o finanziamento tradizionale.

Questo non succede invece con le cambiali che, come detto, sono accessibili a chiunque, perché sono le cambiali stesse (che non a caso sono sempre accompagnate da un bollo, dalla data di emissione e da quella di rimborso) a fare da garanzia al pagamento del debito.

“Cambialone”: di che si tratta?

Quando si desidera acquistare un veicolo tramite le cambiali, molto spesso si sente parlare di “cambialone”. Dunque, di che cosa si tratta e qual è la sua funzione?

L’utilizzo del cambialone non è estremamente diffuso, ma è sempre bene sapere che cosa sia per evitare sorprese. Si tratta sempre di un prestito cambializzato, che prevede l’emissione di un certo numero di cambiali (da concordare), tutte delle stessa somma. La differenza sta nel fatto che l’ultima di queste cambiali, prevederà un importo maggiore rispetto alle precedenti. Infatti, solitamente questa equivale alla somma di 5 o 10 cambiali.

In sostanza, si tratta di una “maxirata” finale, che è possibile ripagare in un’unica soluzione o, ovviamente accordandosi con la banca o istituto di credito di riferimento, tramite altre cambiali.

Va da sé che non tutte le finanziarie si avvalgono del cosiddetto cambialone, e anzi sono piuttosto rare quelle che ne fanno uso. Tuttavia, è chiaramente fondamentale informarsi precedentemente per evitare di incappare in una maxirata di cui non si era a conoscenza.

Conclusioni

In definitiva, è senz’altro possibile vendere e acquistare auto con le cambiali. Conviene senza dubbio avvalersi di questo tipo di pagamento, se si ha necessità di liquidità immediata.

È un’ottima soluzione per tutti coloro che hanno difficoltà a reperire un prestito tradizionale per supportare l’acquisto di un’auto che, come tutti noi sappiamo, alle volte può risultare finanziariamente ingente, e si rivolge innanzitutto a chi è stato suo malgrado segnalato come cattivo pagatore o protestato.

In ogni caso, potrete trovare delle concessionarie che fanno ricorso a questa tipologia di pagamento in tutte le grandi città e regioni italiane, per cui non sarà affatto difficile scovarne una.

 

Prestiti Cambializzati senza Busta Paga

Il Prestito Cambializzato senza Busta Paga

I prestiti cambializzati sono prestiti non finalizzati poiché non è necessaria una motivazione chiara e precisa per la richiesta.
I prestiti cambializzati senza busta paga sono, come i prestiti fiduciari, finanziamenti rimborsabili con cambiali rivolti a chi non ha una busta paga ed un reddito dimostrabile. In questo caso il richiedente, per l’attivazione del prestito, dovrà presentare garanzie diverse come ad esempio l’ipoteca di un immobile di sua proprietà, obbligazioni e titoli facilmente negoziabili o una persona con reddito dimostrabile come garante.

Chi necessita di un prestito con cambiali ma è senza busta paga può richiederlo via internet alle società creditizie del web oppure recandosi personalmente nell’agenzia finanziaria più vicina.
Questo tipo di prestito cambializzato, solitamente, non può essere attivato se ci sono altri finanziamenti in corso.
Con l’attivazione di un prestito con cambiali senza busta paga è possibile scegliere tra un piano di ammortamento a rata e tasso fisso o variabile.

E’ a discrezione della società erogatrice del prestito con cambiali richiedere una spesa di istruttoria al momento della firma del contratto o anche solo per il calcolo di un preventivo, spesa che può essere dovuta all’atto della firma del contratto stesso o divisa ed integrata nelle rate dovute.

Il tempo di rimborso viene concordato in sede di preventivo e può variare a seconda anche della somma da restituire, in genere si parla di rate mensili rimborsate trai 12 ed i 180 mesi, o meglio da 1 a 15 anni. Le rate mensili vengono rimborsate dal beneficiario del prestito tramite cambiali scadenziate mensilmente.

Si ricorda che per il mancato o ritardato pagamento di anche solo una cambiale, il beneficiario del prestito può incorrere in segnalazioni come cattivi pagatori, sanzioni e nei casi più gravi, nel pignoramento dei beni di proprietà.

Per quel che riguarda l’erogazione del prestito cambializzato, la somma viene sempre liquidata in due trance: l’acconto è previsto in assegno circolare intestato al beneficiario e spedito a domicilio con corriere o per posta assicurata in due o tre giorni lavorativi dalla firma del contratto ed il saldo in assegno recapitato al domicilio o tramite bonifico bancario a distanza di circa una settimana dallavvenuto acconto.

Attualmente non siamo a conoscenza di finanziarie che erogano questo genere di prestito, ma potete richiedere tramite i loro siti web, comodamente da casa, informazioni a riguardo. Generalmente questi prestiti vengono attivati non nelle società finanziarie, ma fra due privati, nel domicilio del creditore o nel domicilio del creditore, dove si accorderanno su tempistiche di rimborso e tasso di interesse.

 

PRESTITO TRA PRIVATI

Salve ! Cerco con urgenza un prestito cambializzato veloce a catania di circa 15000 € , sono un lavoratore autonomo e una persona seria, posso pagare mensilmente senza problemi. Sono già stato truffato !! non anticipo spese e non tratto con stranieri . Grazie

CERCO PRESTITO

Cerco urgentemente prestito di 8000 € da persone serie. Non pago spese anticipate, astenersi truffatori e furbi (già truffato troppe volte) . Rimborso anche con CAMBIALI . NO STRANIERI. Gradirei contatto di persona per accordi. qui prestiti cambializzati.

Finanziamento Cambializzato

Finanziamento con Cambiali

Il finanziamento cambializzato offerto dagli operatori di credito presenti attualmente sul mercato è un prodotto che assicura una somma di denaro a chi ne ha bisogno, un finanziamento a tasso fisso e con  rata costante, che potrà essere ricambiato tramite il versamento a scadenza mensile di cambiali, direttamente presso gli sportelli bancari più comodi per il cliente.

Questo finanziamento non è un prodotto offerto da tutti gli operatori però, data la delicatezza di un mezzo come le cambiali.
In ogni caso, per chi concede prestiti cambializzati, tale prodotto è riservato a tutti i lavoratori dipendenti, con firma singola, anche in presenza di altri finanziamenti in corso.

L’erogazione del finanziamento è prevista attraverso l’invio al domicilio del cliente di un assegno circolare intestato direttamente al richiedente oppure può essere accreditata la somma richiesta sul suo conto corrente personale tramite bonifico bancario.

Per il rimborso, come dicevamo, è sufficiente che il cliente si presenti puntuale ogni mese presso la filiale dell’istituto di credito che ritiene opportuno, anche una banca di cui non è mai stato cliente quindi, e  rimborsare la quota che ha stabilito in sede di contratto con l’ente che gli ha erogato il finanziamento.

Come tutte le tipologie di finanziamento, anche quello cambializzato può essere estinto in una sola soluzione, per la parte mancante del debito, nel momento in cui il cliente ne abbia l’opportunità.

Per farlo egli deve richiedere all’ente che gli ha erogato il finanziamento il cosiddetto conto estintivo, ovvero la quota che gli resta ancora da pagare, comprensiva di altre eventuali spese: a questa và aggiunta una minitassa, del valore generalmente dell’1% dell’importo richiesto per il finanziamento.

Per poter valutare la reale cedibilità del finanziamento, gli enti preposti spesso richiedono la documentazione necessaria per inquadrare economicamente il cliente, che comprende il certificato dello stipendio, i dati anagrafici ed eventuali altre prove della  sua condizione finanziaria (buona parte degli operatori concedono questi finanziamenti anche a protestati o cattivi pagatori).

Soltanto dopo aver valutato questa documentazione si potrà passare al calcolo della rata ed all’erogazione del finanziamento.

Le somme rilasciate per i finanziamenti cambializzati sono solitamente  fino a circa 50.000 euro, con variazioni in base all’istituto di credito di riferimento.

Anche la situazione economica del cliente può influire sulla somma massima erogabile.
Per avere preventivi personalizzati e consulenze mirate è possibile inserire i propri dati e le proprie richieste direttamente on line, nei siti web delle banche o presso le pagine internet delle società che lavorano online.

Prestiti Cambializzati

Prestiti Cambializzati

I prestiti cambializzati sono quei prodotti di credito distinti dal fatto che il loro rimborso avviene tramite pagamento di cambiali.
La cambiale è una promessa di pagamento che viene poi trasformata in soldi quando il cliente versa la cifra stabilita per la rata del prestito presso uno sportello bancario.

Non ci sono vincoli per scegliere la banca a cui fare riferimento, a meno che non sia l’istituto di credito che si sceglie per il prestito. In tutti gli altri casi infatti la scelta della banca dove versare le cambiali è a completa discrezione del cliente, che non è tenuto a considerare per forza la banca dove ha eventualmente domiciliato il suo conto corrente o altri servizi.

Il prestito cambializzato si comporta come un prodotto di credito non finalizzato a tutti gli effetti,  poiché viene concesso da tutti gli operatori finanziari che lo prevedono senza la richiesta preventiva di motivazioni in merito all’erogazione.

prestiti cambializzati possono coprire cifre a partire dai 2.500 ai 30.000 euro, con delle richieste particolari che possono essere accettate fino a 60.000 euro e la richiesta può avvenire, per la maggior parte dei casi, anche comodamente online.

Più o meno per tutti gli operatori finanziari, tradizionali o presenti online, i requisiti sono un reddito dimostrabile che possa coprire agevolmente il pagamento della rata mensile della cambiale e un carico finanziario non oltre il 50% sul reddito portato a dimostrazione.

Nel caso in cui il richiedente fosse neoassunto o avesse altro tipo di difficoltà, alcuni operatori creditizi richiedono la firma di un garante per tutelarsi da eventuali ammachi di pagamento.

Un’altra garanzia che viene spesso richiesta è l’accessibilità al TFR (Trattamento di Fine Rapporto), ovvero la somma accumulata durante il periodo lavorativo, presso la propria azienda; è un altro fondo a cui l’ente erogatore può attingere in caso di mancato pagamento.

Quanto al prestito in senso stretto, la somma viene elargita con assegno circolare o bonifico bancario verso il conto corrente che il cliente rilascia.

Il pagamento delle cambiali a rimborso del prestito coprirà un periodo compreso solitamente tra i 12 ed i 120 mesi (da 1 a 10 anni), ciò dipende dalla somma richiesta e dall’importo della rata.

Nonostante la delicatezza di un titolo come le cambali, il prestito cambializzato comporta dei vantaggi a livello di dilazione, in quanto le cambiali permettono una buona elasticità delle rate,che possono essere rinnovate in caso di difficoltà, in modo da allungare, in caso di effettivo bisogno,  il rimborso del prestito o il suo ammontare.

Prestito Cambializzato

Prestito con Cambiali

I prestiti cambializzati sono riservati per lo più a persone che hanno prestiti in itinere o qualche altro tipo di vincolo, per ottenere  liquidità aggiuntiva in momento di bisogno.

E’ possibile ottenere un prestito cambializzato presso le banche, gli intermediari finanziari, o società che lavorano online,  anche quando il soggetto è iscritto in banca dati in qualità di protestato o cattivo pagatore .

Infatti questo prodotto creditizio, riconosciuto anche come prestito cambiario, non richiede come accade nel prestito auto un controllo sulla situazione bancaria di chi ne fa richiesta.

Per lo stesso motivo questo prestito, anche se non ètra i più offerti sul mercato, è una soluzione ideale anche per richiedenti stranieri.

La funzionalità del prestito con cambiali, come dice il nome, sta nella possibilità di un rimborso rateale attraverso il pagamento di cambiali mensili.

Questa procedura può essere effettuata dal richiedente stesso, presso qualsiasi banca, non necessariamente quella ove egli abbia domiciliato un conto corrente o altro tipo di servizi.
La cambiale viene pagata allo scadere della mensilità e non comporta altro vincolo.

Questo tipo di prestito non rientra nell’offerta di molti operatori finanziari per la delicatezza del mezzo cambiale.
Essendo promesse di pagamento più che titoli di credito, le cambiali non pagate possono essere fautrici di riscossione tramite pignoramento dei beni personali del cliente, per cui è consigliabile accedere a questo tipo di prestito solo nel caso in cui si sia più che sicuri di coprire le rate con una certa costanza.

Per questo motivo occorre informarsi molto bene su tutte le norme inerenti al prestito cambializzato, e valutare i rischi confrontando consulenze ed eventuali preventivi (ottenibili in maniera completamente gratuita attraverso la richiesta presso le società creditizie che operano on line).

Quanto all’importo ottenibile, la cifra finanziata può variare da un minimo di 2500 ad un massimo di 60000 euro,  in casi da valutare, l’oscillazione si deve alle politiche adottate da ogni singolo operatore.

Il prestito cambializzato comunque, ove disponibile, può essere richiesto da tutti i soggetti che possano dimostrare un reddito, e che non abbiano carichi finanziari oltre il 30% delle entrate nette mensili del richiedente.

I tempi per il rimborso possono arrivare fino a 120 mesi dalla data dell’erogazione, ovvero entro 10 anni, e la somma viene corrisposta in tempi non troppo lunghi, dipendenti dall’ente, via assegno o via bonifico.

In casi di insufficienza di reddito, il prestito può essere erogato ugualmente, a discrezione dell’operatore che riceve la richiesta, ma viene pretesa a tutela una firma di un garante, su cui poter fare diretto riferimento in caso di insoluto.

Prestiti Personali Cambializzati

Il prestito cambializzato è un finanziamento che possono richiedere solo i lavoratori dipendenti, non possono attivare un prestito cambializzato i pensionati, i neoassunti e tanto meno i liberi professionisti.
I prestiti personali cambializzati sono detti  finanziamenti non finalizzati poiché il richiedente non deve fornire una motivazione esplicita o particolare per richiedere ed ottenere il prestito cambializzato di cui necessitano.

I lavoratori dipendenti che necessitano di liquidità possono presentare richiesta per un prestito cambializzato presso le società di mediazione creditizia o in internet attraverso i siti online delle agenzie finanziarie del web.
E’ possibile accendere un prestito cambializzato anche nel caso in cui il richiedente abbia già altri prestiti in corso.
Il lavoratore dipendente può richiedere da 2000 euro a 40000 euro di prestito cambializzato.

Una volta verificati i requisiti del richiedente, il prestito viene concesso ed attivato. Nel caso in cui il richiedente non si in possesso di tutti i requisiti, il prestito non sarà a firma singola, ma a doppia firma perché attivabile solo con la presenza di un garante.

Il prestito personale cambializzato, secondo le condizioni di ogni società erogante, può richiedere una spesa di istruttoria dovuta alla firma del contratto oppure dilazionata in tutto il periodo del rimborso del prestito.
Nella contrattazione del contratto di attivazione del prestito cambializzato, il richiedente, grazie anche all’esperienza del promotore al quale si è affidato, potrà scegliere tra un ammortamento a rata e tasso fisso o un ammortamento con rata e tasso variabile.

La tipologia di rimborso del prestito cambializzato, come dettato dal nome, prevede il pagamento mensile di cambiali scadenziate.  Anche la tempistica di rimborso può variare; in genere il prestito cambializzato viene rimborsato da un periodo di 14 mesi fino a 130 mesi circa.

Il periodo di erogazione è abbastanza uniforme tra un’agenzia e l’altra, il prestito personale cambializzato, infatti, viene erogato in due trance: un acconto pari al 10% dell’importo totale con assegno circolare al richiedente spedito al domicilio o consegnato personalmente dal promotore a 2 – 3 giorni dalla firma del contratto e un saldo a liquidazione totale con bonifico bancario o nuovamente con assegno circolare a 5 – 6 giorni dall’acconto.

Prestito Cambializzato tra Privati

Il Prestito Cambializzato tra Privati

Il prestito cambializzato tra privati è una forma di prestito sempre più utilizzata in questo ultimo periodo di crisi economica e finanziaria. I prestiti con cambiali, al contrario dei prestiti moto, sono finanziamenti non finalizzati per i quali il richiedente non deve dare dimostrazione scritta della motivazione della richiesta. Il prestito cambializzato tra privati permette al richiedente di ottenere una liquidità pressoché immediata per fare fronte alle spese urgenti ed improvvise.

Ovviamente l’importo della richiesta deve essere concordato con il privato cittadino al quale ci si rivolge, in base quindi alla disponibilità del creditore. E’ sempre consigliabile mettere per iscritto gli accordi presi verbalmente tra le due parti coinvolte.
Per richiedere e per concedere un prestito con cambiali tra privati non bisogna essere in possesso di particolari requisiti, ma è sufficiente essere corretti da entrambe le parti nella concessione e nella restituzione dello stesso.

Per quanto riguarda i termini di liquidazione del prestito è a discrezione del creditore concedere la somma richiesta in due giorni piuttosto che dieci o quindici. L’erogazione del prestito può avvenire attraverso l’emissione di un assegno circolare intestato al beneficiario consegnato a domicilio, oppure con un versamento sul conto corrente del richiedente stesso.
Per quanto riguarda il rimborso, invece, sempre facendo fede agli accordi presi, sarà possibile restituire il prestito in un numero di rate variabili a seconda anche della somma ricevuta in prestito.

Trattandosi di un prestito cambializzato, la modalità di rimborso sarà sicuramente attraverso il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. Ogni rata mensile sarà costituita da una quota capitale ed una quota relativa agli interessi maturati nel tempo.

Il tasso di interesse del prestito con cambiali tra privati è sicuramente più conveniente rispetto a quelli applicati dalle agenzie di mediazione creditizia. I due privati che si accordano per il prestito devono tenere conto del margine dei tassi di usura dettato dalle tabelle trimestrali emesse dalla Banca d’Italia relative ai tassi di interesse in vigore.

Come ogni prestito cambializzato, si ha il vantaggio di flessibilità rispetto al periodo di rimborso, variabile in corso di pagamento e lo svantaggio di incorrere in segnalazioni ed eventuali pignoramenti in caso di mancato pagamento di una o più cambiali.

 

Prestito Cambializzato Cattivi Pagatori

Il Prestito Cambializzato a Cattivi Pagatori

Il prestito cambializzato è una tipologia di finanziamento accessibile anche a chi ha avuto in passato segnalazioni per ritardi e mancati pagamenti e risulta quindi un cattivo pagatore.

I prestiti cambializzati ai cattivi pagatori possono essere, in casi eccezionali, lunica forma di finanziamento possibile. Attualmente non siamo in grado di fornire un elenco di società finanziarie che concedono prestiti cambializzati, tuttavia la richiesta può essere presentata nelle agenzie di credito del territorio o alle società finanziarie online, mentre è molto difficile che gli istituti di credito attivino tale forma di prestito.

In alcuni casi per essere finanziati i cattivi pagatori devono attivare unipoteca sullimmobile di proprietà o presentare una terza persona come garante a garanzia del prestito richiesto.

Per un prestito cambializzato i cattivi pagatori possono essere finanziati per importi compresi tra i 2000 e 75000 euro circa.
Limporto richiesto e finanziato viene erogato al cattivo pagatore in una decina di giorni lavorativi a fare data dalla firma del contratto attraverso assegno circolare o bonifico bancario in una unica soluzione, solo a volte si può ottenere un piccolo acconto sul totale.

Per quel che riguarda il rimborso dei prestiti, invece, in base allimporto prestato può variare tra i 12 ed i 120 mesi (da 1 anno a 10 anni) tramite il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. In sede di firma contrattuale il cattivo pagatore beneficiario del prestito può scegliere listituto al quale appoggiarsi per il rimborso che non deve essere necessariamente il proprio di fiducia.
Il piano di ammortamento di un prestito cambializzato può essere a rata e tasso fisso o variabile, ma per comodità delle due parti viene quasi sempre scelto il primo enunciato.

La rata del prestito con cambiali è la somma della quota capitale e della quota di interessi maturati. In alcuni casi nella rata viene sommata una quota assicurativa a copertura di rischio vita e rischio impiego e le eventuali spese di istruttoria.

Listituto scelto provvederà mensilmente ad avvisare il cattivo pagatore dellimminente scadenza della rata mensile. In caso di ritardo o mancato pagamento di una o più cambiali comporterà azioni giudiziarie pressoché immediate.

Come ogni genere di prestito, anche il prestito cambializzato a cattivi pagatori può essere estinto in anticipo, senza penali, come da istruzioni riportate sul conteggio estintivo rilasciato in ogni momento dallente erogante.

Prestiti Cambializzati Autonomi

Il Prestito Cambializzato per Autonomi

I prestiti cambializzati per lavoratori autonomi sono finanziamenti  non finalizzati poiché il richiedente non è obbligato a dichiarare la motivazione della richiesta.
Al momento non siamo in grado di segnalare società finanziarie che emettono prestiti cambializzati, tuttavia i lavoratori autonomi possono richiedere il proprio prestito cambializzato via internet compilando la richiesta di un preventivo online oppure recandosi direttamente di persona nell’agenzia di mediazione creditizia più vicina.

Per il calcolo di un preventivo per un prestito cambializzato, il lavoratore autonomo deve presentare la propria dichiarazione dei redditi affinchè l’ente erogante possa valutare l’identità delle  garanzie del richiedente.
In genere la finanziabilità del richiedente viene valutata in una decina di giorni lavorativi dalla ricezione della domanda completa di documenti utili per la valutazione.

Il lavoratore autonomo può richiedere per il suo prestito con cambiali una cifra  compresa tra i 9000 Euro e i 50000 Euro circa; l’importo massimo erogabile non supera mai la somma del TFR maturato dal lavoratore autonomo beneficiario del prestito.

I tempi di erogazione, come nei prestiti inpdap,  possono variare un po’ da società a società, in linea generale, dall’attestata finanziabilità all’erogazione possono passare una decina di giorni lavorativi in tutto.
Il prestito, per abitudine viene erogato sotto forma di accredito sul conto corrente del beneficiario del prestito in un’unica soluzione salvo accordi differenti presi durante la stipula del contratto.

A proposito di rimborso, invece, come dice già il nome stesso del prestito, il lavoratore autonomo provvederà alla restituzione della somma ricevuta tramite il pagamento di cambiali scadenziate mensilmente. Le cambiali più utilizzate sono le cambiali  con scadenza a vista oppure le cambiali pagherò. La prima cambiale sarà dovuto 60-70 giorni successivi alla liquidazione del prestito.

Il periodo di rimborso può variare in base all’importo richiesto ed agli accordi contrattuali, solitamente vanno da un minimo di 36 mesi ad un massimo 120 mesi.
La somma mensile da rimborsare prevede un ammortamento a rata e tasso fisso, rata comprensiva di quota capitale, spese di acquisto cambiali, quota di interessi, spese di registrazione contratti ed assicurazione rischio vita ed impiego. E’ possibile anche che le agenzie applichino delle spese di istruttoria e/o commissioni di mediazione, spese dovute alla firma del contratto o dilazionate mensilmente nelle rate dovute.

Il beneficiario del prestito cambializzato per lavoratori autonomi può scegliere a quale Istituto bancario appoggiarsi per il versamento delle cambiali per il rimborso. Una quindicina di giorni prima della scadenza della rata mensile, la banca scelta spedirà al domicilio del beneficiario del prestito un avviso di pagamento affinchè l’autonomo provveda al versamento della rata dovuta. A pagamento effettuato la banca provvederà nella restituzione della cambiale pagata e questo si ripeterà fino alla fine del periodo pattuito per il rimborso. La cambiale è un effetto esecutivo, pertanto il mancato pagamento di un solo effetto può generare una comune procedura di protesto.

Da sottolineare i vantaggi del prestito con cambiali per lavoratori autonomi che il finanziamento è a firma singola, esonera il beneficiario dai controlli dei sistemi informativi ed è estinguibile anticipatamente.

 

Prestiti Con Cambiali

Il Prestito con Cambiali

I prestiti cambializzati sono una tipologia di prestito sempre molto richiesta, ma che con il tempo sta cadendo un po in disuso.
Chiunque sia lavoratore dipendente ed abbia bisogno di liquidità pressochè immediata può richiedere un prestito cambializzato.

E possibile richiedere e valutare il proprio prestito cambializzato presso le agenzie di mediazione creditizia regolarmente riconosciute dalla Banca dItalia o rispondendo a poche domande mirate sui siti internet delle società online anche se al momento non siamo a conoscenza di società creditizie che emettono questo tipo di prestito.

A seguito di accurati controlli e valutazioni sullo storico finanziario del richiedente, gli enti creditizi erogano prestiti cambializzati da 2500 euro a 30000 euro circa.

Il lavoratore dipendente richiedente, può attivare un prestito cambializzato anche se ha già in attivo altri finanziamenti e non ha obbligo di dichiarare la motivazione della richiesta.

Una volta constatata la finanziabilità, sarà compito del promotore creditizio valutare con cura con il richiedente il tipo di ammortamento di rimborso, se con rata e tasso fisso o rata e tasso variabile.

Nel prestito cambializzato, come già suggerito dal nome, il rimborso avverrà tramite cambiali a scadenza mensile per una durata che varia da 12 mesi a 120 mesi, cioè da 1 anno a 10 anni.

Il prestito cambializzato, come da contratto, in genere viene erogato in due tempi: un acconto, versato con assegno circolare al richiedente dopo 2-3 giorni dalla firma del contratto e un saldo finale pari allimporto restante in assegno circolare inviato al domicilio del beneficiario o con bonifico bancario.

Alcune società di mediazione creditizia richiedono una commissione di agenzia per la stipula del contratto, anche chiamata spesa di istruttoria che, in certi casi, è dovuta al momento della firma del contratto del prestito cambializzato, in altri casi viene comodamente dilazionata ed integrata nella rata mensile di rimborso del prestito stesso.

Prestiti Personali

Prestito Personale

I prestiti personali sono finanziamenti accessibili a tutte le categorie di lavoratori dipendenti, autonomi, liberi professionisti, neoassunti ed i pensionati.

Tutti coloro che necessitano di un prestito personale possono richiedere la somma desiderata che oscilla da piccole somme come 1.000 euro fino ad un tetto massimo di 35.000 euro.

Il prestito personale, al contrario di altre tipologie di finanziamento, non richiede nessuna motivazione, sarà infatti a discrezione del richiedente se renderla nota all’agenzia erogante o meno.

La richiesta del preventivo per un prestito personale può essere fatta nelle agenzie di mediazione creditizia o direttamente online su internet attraverso i numerosi siti che trattano di argomenti finanziari.

In genere, è possibile attivare un prestito personale anche nel caso si abbiano già attivate altre forme di finanziamenti.
Nel caso in cui il richiedente sia in possesso dei requisiti minimi di finanziabilità, il prestito sarà a firma singola, in caso contrario, il richiedente necessiterà di un garante.

Le società di mediazione creditizia che attivano il prestito personale possono richiedere un importo come spesa di istruttoria dovuta alla firma del contratto o integrata nelle rate mensili. Attenzione, alcune società richiedono questa spese di istruttoria indipendentemente  dall’esito del prestito, quindi è utile chiedere delucidazioni al promotore finanziario al quale vi rivolgete.

Durante il calcolo del preventivo, il richiedente, con la consulenza del promotore finanziario, può valutare l’attivazione di un prestito con ammortamento a rata a tasso fisso oppure a tasso variabile.
In sede di preventivo sarà possibile, anche in base all’importo richiesto, scegliere la durata del rimborso che può variare da 24 mesi a 84 mesi ed alcune società finanziarie permettono un rimborso anche tramite cambiali.

Se il prestito personale viene accettato dalla società  finanziaria, il rimborso può essere concordato, in differenti modalità come ad esempio il bollettino postale o il bonifico bancario.

In genere il prestito viene erogato in due parti: inizialmente un acconto in due o tre giorni dalla firma del contratto con un assegno circolare direttamente intestato al richiedente ed un saldo finale con assegno o con bonifico bancario liquidato a pochi giorni dall’acconto.

In base alla distanza tra il richiedente e la società erogante, l’assegno di acconto può essere spedito tramite un corriere o consegnato direttamente brevi mani. Generalmente con la stessa modalità dell’acconto, viene erogato l’assegno di saldo totale del prestito, in massimo 5 o 8 giorni lavorativi.

Prestiti Cambializzati online

Prestito Cambializzato Online

Il prestito cambializzato è un tipo di finanziamento che aiuta tutti coloro che hanno bisogno di una liquidità pressochè immediata per affrontare le spese di tutti i giorni e le improvvise urgenze.

Il prestito con cambiali online da la possibilità al richiedente di essere finanziato per importi che variano tra i 1700 euro ed i 52000 euro circa, ma in casi particolari si possono ottenere cifre fino ai 60000 euro.

Possono fare richiesta di un prestito cambializzato online  tutti coloro che abbiano un reddito dimostrabile derivante da uno stipendio  fisso, pensione o altre fonti di reddito costante ed identificabile.

Il richiedente di prestiti con cambiali deve essere necessariamente una persona maggiorenne, che abbia cittadinanza italiana ed unetà compresa fra i 18 ed i 70 anni circa, salvo casi eccezionali in cui si considerano richieste di persone di 80 anni massimo.

La domanda di un prestito cambializzato online può essere fatta compilando il semplice questionario mirato che le società di mediazione creditizia presentano sul proprio portale online.
Inserendo pochi semplici dati allinerno del questionario online, la domanda verrà direttamente inoltrata alle società finanziarie che provvederanno a ricontattare il potenziale clienti per la valutazione della finanziabilità.

Previo alcuni controlli di carattere generico e generale, la società finanziaria accorderà il prestito cambializzato online anche se al momento no siamo a conoscenza di un elenco di finanziarie erogatrici. Attestata la finanziabilità sarà necessario fornire documenti relativi al reddito per calcolare lammortamento del rimborso del prestito.

In genere il prestito cambializzato ha un ammortamento a rata e tasso fisso. La rata viene calcolata in fase di preventivo ed è la somma di una quota capitale, una quota di interesse ed una piccola quota assicurativa a copertura del rischio vita e rischio impiego mentre il tasso è dettato dalle tabelle aggiornate trimestralmente dalla Banca dItalia.

Per quel che riguarda il rimborso del prestito cambializzato online, il beneficiario del finanziamento dovrà rendere la somma ottenuta mensilmente a scadenza fissa con il pagamento di cambiali emesse dallistituto bancario scelto dal beneficiario stesso e citato sul contratto. Dieci giorni prima della scadenza il beneficiario del prestito cambializzato online riceverà dalla banca lavviso di pagamento e dovrà recarsi entro la scadenza presso listituto per provvedere al saldo della rata dovuta.

In caso di ritardo o mancato pagamento di una o più cambiali il beneficiario del prestito può essere protestato e segnalato nelle banche dati come cattivo pagatore ed in casi più estremi rischia provvedimenti giudiziari o il pignoramento di beni di proprietà pari alla cifra da rimborsare.

Per quanto riguarda la liquidazione del prestito con cambiali online, invece, il beneficiario può usufruire della somma finanziata nel giro di una decina di giorni lavorativi dalla firma del contratto in ununica soluzione con assegno circolare o bonifico bancario oppure, a sua discrezione, può richiedere un anticipo nel giro di tre o quattro giorni, anticipo erogato sempre in assegno circolare inviato al domicilio con raccomandata ed il successivo saldo nel breve.

Nel caso di prestiti online, a differenza dei prestiti attivati nelle agenzie finanziarie del territorio, la commissione di istruttoria è minima, a volte inesistente.

Il prestito cambializzato online, come tutte le tipologie di prestiti può essere estinto anticipatamente senza penali, come dalle istruzioni riportate sul conteggio estintivo rilasciato dalla società erogante.

Prestiti Pensionati

Prestiti per i Pensionati

Da qualche tempo a questa parte, anche le persone già in pensione possono accedere a varie tipologie di prestiti, usufruendo anche di agevolazioni particolari, nonostante la loro età già un po avanzata.

Tutti i tipi di prestito già esistenti e disponibili per i lavoratori autonomi e dipendenti sono stati estesi alle casse pensionistiche quali, tra le più conosciute, Inpdap, Ipost (Istituto Nazionale Previdenziale Lavoratori Postali) ed Inps (Istituto Nazionale Previdenza Sociale).

Nonostante i pensionati non siano più in forza lavoro, possono attivare i prestiti a loro dedicati facendone richiesta entro il compimento del settantacinquesimo anno di età e solo in alcuni casi, entro lottantesimo anno di età.

I prestiti inpdap ed prestiti per i pensionati, possono essere richiesti ed attivati direttamente presso le casse pensionistiche oppure nelle agenzie di mediazione creditizia regolarmente iscritte e riconosciute dalla Banca dItalia.

Lente erogante del prestito per pensionati, sia nel caso di agenzie di mediazione creditizia, sia nel caso di cassa previdenziale, valuterà la richiesta dellinteressato, secondo varie condizioni di finanziabilità quali:
letà  del richiedente;
il cedolino della pensione;
il modello Obis M;
il modello cud riferito ai redditi dellanno precedente alla richiesta;
limporto minimo della pensione che deve essere superiore a 500 Euro.

Oltre a tutti questi documenti, per la valutazione della finanziabilità, le agenzie eroganti del prestito, invieranno un questionario da fare compilare direttamente dal medico del pensionato richiedente dove si attesta la buona salute ed il rischio vita del pensionato richiedente.

Una volta pervenuti e valutati tutti i documenti del pensionato, lagenzia si esprimerà sulla possibilità di attivare il prestito richiesto. In qualsiasi caso, la cassa previdenziale sarà il garante del pensionato richiedente.

Nel caso in cui il pensionato sia regolarmente finanziabile, sarà possibile proseguire con la valutazione del rimborso dello stesso prestito che può avvenire i differenti modi. In tutte le tipologie di prestito, è compresa unassicurazione rischio vita a tutela del pensionato, dei familiari e dellente erogante.

Mentre lerogazione del prestito, generalmente viene fatta o con diretto bonifico bancario o con assegno circolare non trasferibile inviato al domicilio con assicurata, il rimborso può essere corrisposto con la cessione del quinto della pensione o altre forme di pagamento.

La cessione del quinto della pensione non è altro che la trattenuta di una somma, al massimo pari ad 1/5 di una mensilità netta di pensione, dallimporto della pensione erogata mensilmente dalla cassa di previdenza.

Con la cessione del quinto della pensione, anche i pensionati che sono stati protestati o hanno avuto ritardi in pagamenti passati oppure risultano cattivi pagatori  o hanno subito pignoramenti di vario tipo,  possono attivare il prestito di cui hanno bisogno.

Se il pensionato richiede attiva il prestito in unagenzia di mediazione creditizia, la cassa previdenziale non sarà del tutto dissociata dalloperazione poiché sarà suo compito trattenere al  pensionato e versare allagenzia la rata mensile del rimborso.

Il tempo di erogazione del prestito ai pensionati può variare secondo le tempistiche di invio della documentazione e del benestare relativo al rimborso, proveniente dalla cassa previdenziale.
Il tempo di rimborso del prestito per i pensionati, invece, viene concordato in sede di firma del contratto e può variare da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120 mesi totali.

Prestiti Personali

Prestiti Personali Online

I prestiti personali sono finanziamenti non finalizzati poiché il richiedente non deve presentare motivazione scritta al momento della richiesta.
Il prestito personale è una tipologia di prestito accessibile a tutte le categorie di lavoratori dipendenti, anche se neoassunti, ma anche ai liberi professionisti, lavoratori autonomi e pensionati INPDAP, inps ed ipost.

I prestiti personali, come i prestiti moto, possono essere richiesti ed attivati in modalità online compilando cioè un semplice questionario mirato sul sito delle agenzie creditizie online oppure recandosi personalmente nelle sedi delle agenzie finanziarie presenti su tutto il territorio nazionale. Il richiedente può richiedere ed attivare il proprio prestito personale anche se ha in corso altre tipologie di finanziamenti.

Il prestito personale è un finanziamento a firma singola, cioè il richiedente deve possedere tutti i requisiti di finanziabilità e non deve avere bisogno di un garante.
E’ possibile richiedere un prestito personale per una somma minima di 2300 euro fino ad una somma massima di 33000 euro che in casi particolari può diventare ben più alta. A suo modo, anche i prestiti fiduciari possono essere considerati dei prestiti personali poichè non richiedono una specifica motivazione.

Attestata la finanziabilità del richiedente, in fase di stipula del contratto, è possibile scegliere tra un prestito personale con ammortamento a rata e tasso fisso rispetto ad un prestito personale con ammortamento a rata e tasso variabile. La rata sarà la somma della quota capitale aggiunta alla quota di interessi e alla quota di assicurazione integrativa a copetura del rischio vita e rischio impiego, mentre il tasso di interessi da corrispondere per il prestito sarà dettato dalle tabelle aggiornate trimestralmente dalla Banca dItalia.
E’ possibile anche che in fase di stipula del contratto venga richiesta una spesa di istruttoria da pagare o all’atto della firma del contratto stesso oppure durante tutto l’arco del finanziamento.

La tempistica e la modalità di rimborso del prestito personale può variare a seconda del preventivo presentato: il rimborso può oscillare da un minimo di 12 mesi ad un massimo di 96 mesi e può avvenire tramite bollettino postale, tramite rid bancario o cambiali mensili.
Per quanto riguarda l’erogazione, invece, è previsto un acconto a due tre giorni lavorativi dalla firma della modulistica erogato con assegno circolare intestato al richiedente consegnato brevi mani o spedito al domicilio ed un saldo totale con bonifico o assegno circolare al beneficiario del prestito liquidato cinque giorni lavorativi dopo lerogazione dell’acconto.

Prestiti Cambializzati Napoli

Ecco a voi un dettagliato elenco delle società di mediazione creditizia che effettuano dei prestiti cambializzati nella città di Napoli e nella provincia di Napoli alle quali richiedere maggiori informazioni su come attivare i prestiti con cambiali e fra le quali potrete scegliere quella a voi più vicina.

Momentaneamente lelenco è in fase di rivisitazione, ci scusiamo per il disagio, al più presto sarà nuovamente online la lista delle società che emettono un prestito cambializzato nella vostra città.

Se volete essere inseriti nel nuovo elenco su questo sito potete contattarci tramite lapposito form dei contatti.

avrei bisogno di un prestito

Buongiorno soldi in prestito avrei bisogno di un prestito di 95000€ pagabile con rate mensili da 500/600€ al mese ho uno stipendio fisso di 1300€ al mese non posso anticipare nessun tipo di spesa se ci sono le pago con la prima rata utile se potete aiutarmi fatemi sapere grazie e buona giornata distinti saluti

prestiti cambializzati tra privati a domicilio 

Sono un ragazzo di 38 anni di Firenze e,
avrei bisogno di un prestito di 20.000 euro
per lavori di ristrutturazione della mia abitazione e
un po’ di liquidità per me.
Se poi posso restituire il prestito in rate mensili su 250 euro,
sarebbe perfetto.
Sono una persona molto seria e pago sempre i miei debiti.
Se potete farmi questo prestito, aspetto vostra risposta.
Nel frattempo vi ringrazio e vi saluto.

prestito da privato cambializzato senza anticipi

Buongiorno,Vivo a Genova e sono dipendente da 25 anni della stessa azienda, sono purtroppo segnalato come cattivo pagatore e ho altri prestiti ed un mutuo in corso.
Ho urgentissima necessità di ricevere €7.000,00 di liquidità per sistemare alcune posizioni arretrate con enti pubblici ed Equitalia e vorrei ricorrere a prestito cambializzato, cosa devo fare? A chi mi devo rivolgere?
Attendo vostre delucidazioni al più presto.
Grazie e cordiali saluti

I Prestiti per cattivi pagatori

In questo periodo di crisi economica, capita spesso che il sottoscrittore di un finanziamento non riesca a rimborsare in tutto o in parte le rate del finanziamento stesso.

Conseguenza di questo ritardo è che l’Istituto finanziario erogante prenderà dei provvedimenti per tutelare la sua posizione creditizia, tra le azioni previste c’è quella che consiste nell’annotare i dati personali del soggetto in ritardo con i pagamenti in un apposito registro, il Crif, tenuto dalla Banca d’Italia, chiamato anche registro dei cattivi pagatori.

I cattivi pagatori, in seguito all’iscrizione in questo registro, avranno ben poche chance di ottenere un’altra forma di credito; esistono quindi due alternative per sopperire a questa situazione: la cessione del quinto e il prestito cambializzato.

La cessione del quinto autorizza la società finanziatrice ad addebitare l’importo della rata direttamente sullo stipendio netto mensile del debitore, il famoso “quinto dello stipendio”.

Il prestito cambializzato, è di fatto un prestito a tasso fisso e a rata costante, si chiama così perchè, in poche parole, le rate si possono pagare solo con  cambiali bancarie a scadenza mensile.

Consolidamento Debiti

In poche parole il consolidamento debiti (o rifinanziamento) è un prestito personale che permette a sua volta a chi ha altri finanziamenti in essere di accorparli in un unica forma di credito, è caratterizzato da una rata mensile di importo minore a causa dell’aumento del periodo di ammortamento; se l’importo da restituire non è troppo elevato è possibile richiedere anche nuova liquidità.

Il vantaggio di questa operazione è evidente ed è l’abbassamento della rata mensile ed adeguarla quindi al bilancio famigliare, oltre all’opportunità di effettuare un singolo versamento mensile evitando così molteplici pagamenti.

Solitamente gli importi di tale tipo di finanziamento vanno dai 30.000 ai 120.000 euro e il tasso potrà essere fisso o variabile a seconda degli accordi, il prestito consolidamento debiti può essere richiesto dai lavoratori dipendenti, pensionati e autonomi di cittadinanza italiana; non possono accedere a questa possibilità i protestati e/o cattivi pagatori.

Come ottenere un Prestito

Ai giorni d’oggi e grazie soprattutto ai tantissimi canali di comunicazione che offre la tecnologia, internet ne è un esempio, richiedere informazioni su un Prestito Personale è davvero un gioco da ragazzi.

Per prima cosa consigliamo di informarsi dettagliatamente sull’argomento: le leggi, i termini “difficili”, e le varie tipologie di finanziamento che vi vengono messe a disposizione per il vostro finanziamento, sono sicuramente il primo passo da compiere per non farsi trovare impreparati.

Nel caso vogliate compiere questo passo nella massima sicurezza, e sinceramente ve lo consigliamo caldamente, è bene affidarsi a professionisti del settore finanziario e enlla mediazione creditizia che sapranno sicuramente guidarvi al meglio attraverso la scelta e consigliarvi le soluzioni che meglio si adattano alle vostre esigenze.

In ogni caso al momento della sottoscrizione dovrete presentare una corretta documentazione (sull’argomentovi consigliamo la lettura nell’apposita sezione dedicata nel nostro sito) oltre che specificare l’importo che avrete pattuito con l’istituto di Credito, l’importo della rata per il rimborso e il metodo di pagamento a voi più congeniale.

Ovviamente il requisito principale per poter ottenere il prestito è quello di dimostrare senza dubbi di avere un reddito periodico, quindi dovrete provare di essere in grado di poter rimborsare periodicamente il finanziamento (nella stragrande maggioranza dei casi è sufficiente presentare le vostre ultime buste paga nel caso di lavoratori dipendenti, o il certificato di pensione nel caso dei pensionati).

Prestiti

I Prestiti sono una forma di Credito al consumo, quindi rappresentano una certa somma che vi sarà appunto resa disponibile senza la necessità di dichiararne l’utilizzo specifico (come nel caso del mutuo ad esempio) e dovrà essere rimborsata attraverso rate periodiche di importi e nei tempi decisi all’atto della stipula del contratto.

Il Prestito on genere si suddivide in 2 categorie: il Prestito finalizzato e il Prestito non finalizzato.

I Prestiti Personali fanno parte di quest’ultima categoria e come detto consistono nell’erogazione di una somma di denaro che il contraente avrà a disposizione e lo utilizzerà come meglio desidera senza l’obbligo di comunicare all’istituto di credito il fine ultimo della richiesta (a differenza di altre tipologie di finanziamento come ilmutuo).

Al contrario, il Prestito finalizzato è quel tipo di finanziamento che ci viene proposto al momento di un acquisto “importante” per facilitarci il pagamento attraverso una dilazione del costo.

Si accende solitamente presso un rivenditore, che grazie ad una collaborazione con una società finanziaria ci offre la possibilità di acquistare un bene attraverso un finanziamento rimborsabile periodicamente attraverso rate solitamente mensili.

In alcuni casi il rimborso può iniziare svariati mesi dopo l’acquisto e solitamente questo tipo di Prestito è caratterizzato dalla rapidità e dalla semplicità della pratica.

CERCO PRESTITO DA PRIVATI

Ho assolutamente e urgentemente bisogno di 60000€ per poter operare mio figlio sono stato truffato già una volta non si scherza sulla salute specialmente di un bambino

PRESTITO

Salve, chiedo un prestito cambializzato tra privati di E 50.000 al fine di apertura attività commerciale. Ne ridarei 60 in 6 anni. Contratto di fronte a terzi. Prego vivamente stenersi truffe varie !! Contatt. via e- mail

PRESTITO ANCHE CON CAMBIALE A GARANZIA

cerco un prestito con cambiale a garanzia di 1500 euro ne rimborserò 2500 con scadenze che vanno da maggio a settembre 2015: cioè nel periodo in cui sarò operativo nel mio lavoro mi occupo di fotografia e video nota bene: sono persona onesta!

CERCO PRESTITO SENZA ANTICIPO

Cerco prestito di euro 300.000 con restituzione in 10 anni a qualsiasi tasso purche mi aiutate x avvio attivita.non posso anticipare spese,mi serve un acconto x fine settimana ,i restanti entro fine mese.spero che un italiano ci sia che mi aiuta

CERCO PRESTITO

Cerco prestito con cortese urgenza di euro 10000 (diecimila) – posso restituire 400 euro mensili. Avviso rivolto anche a prestatori privati. Sono disposto a pagare anche interessi alti, poichè il prestito è per gravi motivi di salute. Non invio